Serie B a 19 squadre: il Tar accoglie il ricorso della Ternana

Gli umbri come Pro Vercelli, Novara, Siena e Catania tornano a sperare nel ripescaggio. Sospesi i rispettivi turni in Serie C

Serie B a 19 squadre: il Tar accoglie il ricorso della Ternana

La battaglia per un posto in Serie B non è ancora finita. Il Tar del Lazio ha accolto l'istanza cautelare della Ternana calcio nell'ambito del ricorso contro la decisione del Collegio di garanzia del Coni che ha confermato la serie B a 19 squadre disponendo anche "il riesame in tempo utile, da parte del Collegio di garanzia dello sport, dei motivi del ricorso, ai fini del possibile ripescaggio". Gli umbri e le altre società interessate sperano.

L'istanza è stata presentata dalla Ternana calcio perché durante la discussione del procedimento davanti all'organismo del Coni sarebbe venuto meno il diritto di difesa della società. Sempre il Tar del Lazio ha accolto le sospensioni cautelari richieste dalla Pro Vercelli dopo che il Tfn aveva rinviato le udienze dei ricorsi al 28 settembre.

Dovendo aspettare l'ordinanza del Tribunale, il presidente dei Serie C Gabriele Gravina ha sospeso tutte le partite che avrebbero coinvolto per la prima di campionato Ternana, Pro Vercelli, Novara, Siena e Catania. Tutto congelato fino al 9 ottobre quando il Tar avrà tre strade: invitare il Coni a prendere una decisione in merito; precisare che la Serie B prevede un format a 22 squadre spingendo i giudici a disporre tre ripescaggi; bocciare la richiesta della Pro Vercelli e lasciare tutto com'è.

TAGS:
Serie c
Pro vercelli
Ricorso
Tar
Ternana
Catania
Novara

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X