TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

Fisco-Maradona: è ancora guerra. L'argentino: "Perseguitato nel paese delle tasse"

Equitalia ha notificato al Pibe de Oro, sugli spalti dell'Olimpico per Roma-Napoli, una cartella da 39 milioni di euro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Foto LaPresse

Prosegue la guerra tra Maradona e il Fisco. Funzionari di Equitalia hanno notificato all'argentino un avviso di mora da oltre 39 milioni di euro. Si tratta di un atto dovuto che va rinnovato ogni sei mesi e consente l'attivazione di azioni esecutive di recupero del debito fiscale. Il Pibe de Oro lo ha firmato, esprimendo poi all'Ansa tutta la sua rabbia: "E' un altro spot pubblicitario: ho subito una persecuzione nel paese delle tasse".

"Ho regalato solo amore per la gente e spettacolo sportivo senza mai fare male a nessuno ma subendo cattiverie" aggiunge  Maradona. ''E' l'unica verità che presto tutti leggeranno nel libro che distribuirò nel mondo'', spiega l'argentino nella nota in cui si sottolinea che il Pibe de Oro ''oggi per la prima volta dopo 25 anni ha regolarmente ricevuto una fotocopia di una criptica richiesta milionaria''. ''Quella di Equitalia - sostiene con durezza l'avvocato dell'ex giocatore, Angelo Pisani - è l'ennesima azione spot e temeraria di una pretesa infondata e già dichiarata proprio nel merito nulla ed inesistente dai giudici nel 1992, perchè l'indagine dell'Agenzia delle entrate del 1989, alla base della presunta cartella milionaria, è stata dichiarata infondata per tutti i coobbligati Ferlaino, Careca e Alemao''.

Pisani sottolinea che ''è strano questo Fisco ad orologeria, e che Equitalia sia così solerte da fare un comunicato stampa solo ogni qualvolta si parla di Maradona, invece di trattare tutti i contribuenti in maniera uguale e distinguere i veri evasori dai contribuenti perseguitati. Nei confronti di Maradona - prosegue ancora il legale - non esiste condanna e siamo contenti del primo atto che gli è stato notificato come da noi sempre richiesto perchè ci permette di esercitare senza eccezioni pretestuose di Equitalia il diritto di difesa e dimostrare a tutti che le pretese del fisco verso Maradona sono sempre state ingiuste e incomprensibili''. ''Infine, per amore del vero, i processi penali, civili e tributari tutti tentati in difesa del campione del secolo contro il sistema Fisco-Equitalia sono ancora in corso e non ci sono sentenze definitive. Quindi il tempo che è il miglior giudice e poi la corte europea dei diritti dell'uomo faranno giustizia''. 

La notifica dell'avviso - secondo quanto risulta all'Ansa - era stata tentata già ieri sera. Ma il calciatore non era uscito dall'albergo. La "consegna" è andata a buon fine grazie alla perseveranza dei funzionari di Equitalia che anche questa mattina hanno presidiato l'hotel a Milano dove alloggia Maradona. 

"Nessun accanimento", spiegano fonti di Equitalia. "Gli avvisi di mora sono il titolo per poter procedere ai pignoramenti e hanno validità di 180 giorni - spiegano le stesse fonti -. Per questo motivo, una volta scaduti i termini, è necessario notificarli nuovamente al debitore". Ora Equitalia, entro questi sei mesi, può avviare le azioni di recupero, per esempio il pignoramento delle somme a titolo di compensi per partecipazioni televisive, sponsorizzazioni ecc. che Maradona dovesse vantare nei confronti di soggetti terzi.

L'ingente debito di Maradona ammonta a poco più di 39 milioni di euro ed è stato più volte confermato dalle autorità giurisdizionali competenti. In particolare si ricordano dalla sentenza della Corte di Cassazione del 17 febbraio 2005, da quella della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli depositata nel giugno 2012 e dalla sentenza della Commissione Tributaria Centrale del primo febbraio di quest'anno. Inoltre, con un'ulteriore sentenza della Commissione Tributaria. Provinciale di Napoli n.7/21/13 depositata il 10/01/13, divenuta definitiva per mancata opposizione, e' stato dichiarato inammissibile il ricorso, con condanna alle spese di lite, contro un presunto rifiuto su istanza di sgravio.

MARADONA IN TRIBUNA ALL'OLIMPICO PER ROMA-NAPOLI  
Lo ha chiesto la figlia Dalma perché, spiegano, "vuole vedere dal vivo la squadra di papà". Impedirle di realizzare questo suo desiderio, quindi, era impossibile. Fatto sta che Diego Maradona ha sciolto il piccolo dubbio residuo e ha confermato, attraverso il suo legale Pisani, la sua presenza all'Olimpico per vedere Roma-Napoli. Una stella tra le stelle nella giornata più importante di questa prima fase di campionato. "Totti e il presidente della Roma Pallotta hanno dimostrato grande disponibilità - ha detto Pisani - Maradona ha accettato l'invito, anche per esaudire il desiderio di sua figlia Dalma che lo ha raggiunto a Milano e vuole vedere dal vivo la ex squadra del padre. Dopo Milano, coloreremo d'azzurro anche lo stadio Olimpico".

TAGS:
Roma
Napoli
Maradona
Calcio
Serie a

I VOSTRI COMMENTI

s.cibellis - 18/10/13

in germania l'avrebbero gia arrestato

segnala un abuso

giocatoreN7 - 18/10/13

dhs221 - 18/10/13

DA ITALIANO SONO ONORATO DI OSPITARE IL PIU' GRANDE CALCIATORE DI TUTTI I TEMPI: SUA MAESTA' DIEGO ARMANDO MARADONA !!!

da italiano sei onorato di ospitare anche un evasore fiscale?! clap clap clap complimenti Lancia il tuo commento

segnala un abuso

Camoscio - 18/10/13

Solita Italia! Se uno non paga 4 mil dopo averne versati 10 mil.di corre dei seri rischi...... se Maradona ne deve
39, gli mandano una cartella e lo fanno andare in Tribuna!!!!!!!!!! Mah che strano paese???!!!

segnala un abuso

dhs221 - 18/10/13

O mamma mamma mamma. o mamma mamma mamma. sai perche' mi batte il corazon? Ho visto Maradona. Ho visto Maradona. eh, mamma', innamorato son.
O mamma mamma mamma. o mamma mamma mamma. sai perche' mi batte il corazon? Ho visto Maradona. Ho visto Maradona. eh, mamma', innamorato son.

segnala un abuso

svalvolato67 - 18/10/13

In America se non paghi le tasse ti cacciano in galera, questo dopo decenni continua a venire in Italia e ci prende per i fondelli a tutti... A me, sono 30 anni che mi trattengono le tasse direttamente dalla busta paga e se non pago il bollettino dell'immondizia mi pignorano la casa!!!!! Che paese dei balocchi...

segnala un abuso

dhs221 - 18/10/13

DA ITALIANO SONO ONORATO DI OSPITARE IL PIU' GRANDE CALCIATORE DI TUTTI I TEMPI: SUA MAESTA' DIEGO ARMANDO MARADONA !!!

segnala un abuso