SportMediaset

Serie A: Sassuolo-Milan 2-0, il Diavolo dice addio al terzo posto

Con un gol per tempo (Duncan e Sansone) i neroverdi chiudono la serie positiva di 9 partite dei rossoneri. La Roma terza è a +9

di ANDREA GHISLANDI

Il Mapei Stadium si conferma tabù per il Milan, che perde 2-0 contro il Sassuolo e dice addio alle residue speranze di terzo posto. Rossoneri padroni del campo nei primi 25', con occasioni a ripetizione per Honda, Antonelli e Kucka. Al 27' sono però i neroverdi a passare con Duncan. Il Milan sparisce dal campo e al 72' Sansone raddoppia. Mihajlovic protesta per un fallo di Biondini su Bertolacci e viene espulso. La Roma, terza, è a 9 punti.

LA PARTITA

Un girone fa proprio contro il Sassuolo, Sinisa Mihajlovic si giocava la panchina rossonera. Ora la vita è cambiata, il Milan lotta per l'Europa che conta ma deve comunque guardarsi le spalle proprio dai neroverdi che, dopo un periodo di appannamento, hanno ricomciato a correre e a vincere. Strano a dirsi, il Mapei Stadium è tabù per il Diavolo, dove ha sempre perso. Lo spauracchio ha le sembianze di Berardi, sette gol al Milan davanti ai propri tifosi. Mihajlovic sceglie Zapata come compagno di Alex in difesa: ancora panchina per Romagnoli. Prima da titolare in campionato per Balotelli dal 27 settembre. A parte Laribi, Di Francesco ha tutta la rosa a disposizione: il tridente è composto da Berardi, Defrel e Sansone.

L'idea di Mihajlovic è chiara sin dall'inizio: aggredire il Sassuolo e non farlo ragionare. E per 25' in campo c'è solo il Milan, che gioca in modo spettacolare e mette alle corde i padroni di casa. Le occasioni fioccano, ma Bacca e compagni sbattono contro un Consigli in pomeriggio di grazia. Il numero 1 dei neroverdi comincia con una piccola indecisione su Bonaventura, ma poi blocca una dopo l'altro i tentativi di Honda (due volte), Antonelli e Kucka. "Gol sbagliato, gol subito" recita un vecchio adagio e il Sassuolo, alla prima occasione, fa centro. Angolo di Berardi, velo di Sansone, e sinistro sotto l'incrocio da dentro la lunetta di Duncan, centrocampista ghanese di scuola Inter. Una doccia gelata per il Diavolo. Dal 27' comincia così un'altra partita, con il Sassuolo che prende coraggio e il Milan che non riesce più a ripartire. Prima Antonelli si immola su un tiro a botta sicura di Sansone, poi Donnarumma salva prima su Berardi e poi in uscita bassa su Sansone.

La ripresa si apre sulla falsariga di come era finito il primo tempo, cioé con un Sassuolo più intraprendente e un Milan smarrito. Dopo 7' Donnarumma si allunga e respinge un tiro velenoso di Berardi. Miha non ce la fa più e toglie un inconcludente Balotelli dopo 10': al suo posto Menez, come da staffetta ampiamente annunciata. Di Francesco nel giro di 8' perde per problemi muscolarsi due colonne portanti come Cannavaro e Missiroli, ma il Diavolo non ne approfitta e sprofondo così all'Inferno. Al 27' Vrsaljko va sul fondo e mette in mezzo dove l'accorrente Sansone fa secco Donnarumma. Mihajlovic è una furia perché l'azione da cui nasce il gol è viziata da un fallo di Biondini su Bertolacci: Giacomelli lo manda negli spogliatoi. Una leggerezza di Defrel (fallo da dietro su Kucka) lascia gli emiliani in 10, un regalo che Bacca e compagni non riescono a scartare. Non succede praticamente più nulla. Il Milan ferma la sua rincorsa alla Champions dopo 9 gare utili e dice addio al terzo posto e alla zona Champions. Anzi, da stasera è meglio che cominci a guardarsi le spalle: Berardi e compagni solo solo a tre punti.

LE PAGELLE

Consigli 7,5 - Nei primi 25' tiene in piedi da solo il Sassuolo con alcune grandi parate
Duncan 7 - Il gol non è il suo mestiere, ma il sinistro con cui fulmina Donnarumma è da applausi
Sansone 7 - Il gol che chiude la gara e tante altre iniziative

Balotelli 4,5 - Un corpo estraneo alla squadra. Ciondola con la solita sufficienza e Mihajlovic lo leva dopo 10' nella ripresa
Menez 5 - Entra per Balotelli, ma non riesce a dare la scossa
Donnarumma 6,5 - Para il parabile, i gol del Sassuolo sono imparabili

IL TABELLINO

SASSUOLO-MILAN 2-0
Sassuolo (4-3-3): Consigli 7,5; Vrsaljko 7, Cannavaro 6,5 (10' st Antei 6), Acerbi 6,5, Peluso 6; Missiroli 6 (18' st Biondini 6), Magnanelli 6,5, Duncan 7; Berardi 6,5 (41' st Falcinelli sv), Defrel 5,5, Sansone 7. A disp.: Pegolo, Pomini, Gazzola, Longhi, Terranova, Pellegrini, Politano, Trotta. All.: Di Francesco 7
Milan (4-4-2): Donnarumma 6,5; De Sciglio 5,5, Zapata 5,5 (24' st Romagnoli 6), Alex 6, Antonelli 6,5; Honda 5,5 (38' st Boateng sv), Bertolacci 5, Kucka 5,5, Bonaventura 5,5; Bacca 5, Balotelli 4,5 (10' st Menez 5). A disp.: Diego Lopez, Abbiati, Calabria, Simic, José Mauri, Locatelli, Poli. All.: Mihajlovic 5
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 27' Duncan, 27' st Sansone
Ammoniti: Bonaventura, Bertolacci (M), Berardi, Defrel (S)
Espulsi: 31' st Defrel (S) per doppia ammonizione
Note: Espulso Mihajlovic per proteste al 27' st

TAGS:
SassuoloMilan
28a giornata
Serie a