Milan-Yonghong Li, c'è l'ultimatum

Servono 10 milioni di euro per l'aumento di capitale, altrimenti c'è Elliott

Milan-Yonghong Li, c'è l'ultimatum

Lunedì può finire l'era di Yonghong Li al Milan. Entro il 4 giugno, infatti, il presidente cinese deve versare nella casse del club la somma di 10 milioni di euro, utile per parte dell'aumento di capitale da 60. Il patron ne ha già versati 18, ma ora deve intervenire nuovamente come da richiesta esplicità del club di via Aldo Rossi. Dalla Cina arrivano pochissime notizie, ma pare che il patron rossonero sia alla disperata ricerca dei soldi necessari: si parla di 5 milioni di euro. Insomma, è a metà dell'opera e il tempo stringe.

Se entro lunedì non arriverà il bonifico, allora toccherà a Elliott mettere mano al portafoglio. Come rivela il Sole 24 Ore, il fondo presterà i soldi al Milan tramite la holding Project RedBlack. Mossa permessa dal contratto senza chiedere permesso a Mr Li. Poi il presidente cinese avrà tempo un'altra settimana per restituire i soldi, altrimenti il Milan potrebbe passare nelle mani del fondo americano.

UEFA: MILAN SOTTO OSSERVAZIONE

Mente il Milan prepara la tesi difensiva dopo il no al settlement agreement, la Uefa va avanti per la sua strada. "Sotto osservazione c’è il passato, il presente e il futuro. Già adesso la Uefa valuta attentamente la sostenibilità finanziaria dei soci di riferimento. Soprattutto per le società che richiedono ricapitalizzazioni continue, l’apporto dei soci diventa fondamentale", ha detto Andrea Traverso, direttore sostenibilità finanziaria e ricerca dell'Uefa.

In parole povere, la Uefa valuta le perdite degli anni 2014-2017 e la consistenza dell'attuale proprietario e il sui piano di aumento ricavi. Da tener conto anche la continuità aziendale in caso di passaggio a Elliott.

TAGS:
Milan
Yonghong Li
Elliott

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X