Seconde squadre, Juve e Roma in pole

Bianconeri e giallorossi sono i più interessati alla novità varata dalla Figc

Seconde squadre, Juve e Roma in pole

Juve e Roma anticipano tutti sulle seconde squadre. Secondo quanto riporta "Il Tempo", bianconeri e giallorossi sarebbero infatti i club più interessati ad accaparrarsi un posto nel futuro campionato di Serie C per far fare esperienza ai propri giovani in cerca di un'occasione. Nei criteri di ammissione per iscrivere le seconde squadre peserà la classifica, le convocazioni dall'U21 all'U15 azzurra negli ultimi 3 anni e il numero medio di spettatori dal 2012 al 2017.

Al momento non è ancora chiaro quanti club potranno iscrivere le proprie seconde squadre al campionato di Serie C, ma in pole ci sono di sicuro Juve e Roma, molto interessate al progetto e desiderose di testare sul campo i giovani su cui hanno scommesso per il futuro. Numeri alla mano, del resto, bianconeri e giallorossi sembrano avere tutte le carte in regola per essere sul podio delle squadre con le migliori credenziali per iscrivere le proprie giovanili. Nei criteri di ammissione delle seconde squadre alla Serie C, infatti, un peso importante l'avranno il piazzamento in campionato, le convocazioni dei tesserati nelle nazionali giovanili e il numero medio di spettatori. Nel nuovo campionato di Serie C, del resto, non ci sarà posto per tutti e solo ai primi di luglio si potrà capire chi potrà iscrivere le proprie giovanili. Juve e Roma hanno già prenotato un posto in prima fila.

TAGS:
Calcio
Juve
Roma
Seconda squadra
Serie c

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X