TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Napoli-Juve, la grande fuga per lo scudetto

Azzurri e bianconeri fanno il vuoto alle loro spalle: la lunga volata riparte il 21 gennaio

Napoli-Juventus (LaPresse)

Ormai non ci sono più dubbi. Le brusche frenate di Inter e Roma hanno ridotto la corsa scudetto a un affare a due tra Napoli e Juventus, le due grandi favorite della vigilia. Azzurri e bianconeri hanno accelerato nel periodo natalizio, conquistando quattro vittorie di fila che hanno permesso loro di fare il vuoto: i nerazzurri sono sprofondati a -9 dalla vetta, la Lazio è a -11 e i cugini a -12 (le romane devono recuperare una gara).

Quattro partite per fare il vuoto, salutare il resto della compagnia e rimettere il campionato sui binari che tutti si aspettavano ad agosto: lo scudetto è un affare per due e se lo giocheranno Napoli e Juventus. La squadra di Sarri, dopo un momento di appannamento coinciso con la sconfitta nello scontro diretto contro i bianconeri e proseguito con l'eliminazione dalla Champions e il pareggio interno con la Fiorentina, si è ripresa superando una dopo l'altra Torino, Sampdoria, Crotone e Verona. La banda Allegri, frenata allo Stadium dall'Inter il 9 dicembre, ha poi fatto capitolare una dopo l'altra Bologna, Roma, Verona e Cagliari. Un filotto di 12 punti che ha spezzato la resistenza di Inter e Roma, sprofondate in crisi: 2 punti in 4 partite per gli uomini di Spalletti, 4 in altrettante uscite per quelli di Di Francesco e addio sogni di gloria.

Ora qualche giorno di vacanza per ricaricare le pile in vista della lunga volata con davvero tante variabili difficili da decifrare. In primo luogo gennaio è il mese del mercato di riparazione. Mentre Allegri anche a Cagliari ha dimostrato di poter contare su una panchina davvero competitiva, in casa Napoli rimane la sensazione della coperta un po' troppo corta, almeno fino ai rientri di Ghoulam e Milik. Poi c'è la variabile Europa: la Juve ha anche la Champions (e in secondo ordine la Coppa Italia) a cui pensare, il Napoli un'Europa League che si gioca di giovedì a ridosso del campionato. La banda Sarri quando gira al 100% è da applausi, i ragazzi di Allegri hanno una fame incredibile nonostante i 6 scudetti di fila in pancia. A Torino hanno ora il grattacapo Dybala, uscito in lacrime dalla Sardegna Arena. A Napoli il rientro post-vacanza è da brividi, in casa di quella Atalanta che non smette mai di stupire. Le emozioni non mancheranno, ci saranno sorpassi e contro-sorpassi almeno fino alle resa dei conti. La data da segnare sul calendario è quella del 22 aprile, quando all'Allianz Stadium ci sarà lo scontro-diretto che, a 5 giornate dalla fine, potrebbe davvero essere decisivo.


Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X