Bonucci: "Vorrei allenare la Juventus. Milan errore fatto per la rabbia"

Il difensore: "L'anno scorso una scelta d'istinto. Vorrei cancellare Cardiff, fa male ricordare"

Bonucci: "Vorrei allenare la Juventus. Milan errore fatto per la rabbia"

Leonardo Bonucci, giorno dopo giorno, non fa mistero di essere tornato nel posto dove avrebbe sempre voluto essere: "Nella Juventus ci sono rigore e serietà, il mio sogno è di poterla allenare in futuro". Questo sottointende che il passaggio al Milan nell'estate 2017 è stato un errore: "Decisione difficile presa in un momento di rabbia, adesso ho capito che l'istinto ci può far compiere scelte sbagliate".

Bonucci, nell'intervista al Corriere dello Sport, spiega il motivo per cui ama i colori bianconeri: "Qui è come una famiglia, sono stato accolto come se non me ne fossi mai andato: ti fanno sentire tutti a casa. E c'è una mentalità con la quale si punta tutti verso lo stesso obiettivo". E gli screzi con Allegri? "Capita di avere discussioni anche accese. Ma poi ci si chiarisce, ci si stringe la mano e si va avanti. La sua dote migliore è l'intelligenza, così riesce a gestire uno spogliatoio tanto importante".

Quest'anno si punta forte sulla Champions: "Vorrei cancellare la finale di Cardiff, ci credevamo tanto. La società ha costruito una rosa importante per realizzare quel sogno: con Cristiano Ronaldo diventa tutto più credibile. Però è anche questione di fortuna, sacrificio e lavoro di qualità".

In futuro si vede in panchina: "E poter diventare un allenatore importante di una grande squadra, possibilmente la Juve. Per questo sto mettendo da parte tutto ciò che ho visto dagli allenatori che ho avuto in carriera".

TAGS:
Juventus
Bonucci
Allenatore
Champions
Milan

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X