Inter, il modo peggiore per tornare in Champions: infortuni, polemiche e uno spiacevole tam-tam. Tempi duri per Spalletti

Mentre il nome di Conte riecheggia in rete, per il tecnico nerazzurro anche il problema infortuni: col Tottenham fuori pure D'Ambrosio e Vrsaljko

di PEPE FERRARIO
Inter, il modo peggiore per tornare in Champions: infortuni, polemiche e uno spiacevole tam-tam. Tempi duri per Spalletti

Quattro partite: due ko, un pari e un solo successo. Dai numeri non si scappa: la peggior partenza in campionato dal 2011. La crisi è servita: pessimo modo per avvicinarsi all'esordio in Champions! Intendiamoci, neppure il Tottenham se la passa bene, ma questo è altro discorso. Qui parliamo di Inter, dell'Inter messa sotto dal Parma. E se dai numeri non si scappa, il discorso vale anche per le responsabilità. Le nostre in primis, quelle di una critica che evidendemente ha sopravvalutato la campagna acquisti nerazzurra. Mea culpa, dunque. Ma detto questo, veniamo all'Inter e a Spalletti: squadra male assemblata, tecnico poco lucido. E gli errori si pagano. Keita non è un centravanti, Icardi si è per il momento dimenticato di esserlo: la difficoltà di andare a rete, cronico problema delle ultime stagioni mascherato solo dalla vena realizzativa dell'argentino, si sta dunque riproponendo. Problema principale, dunque, sterilità che non copre le altre mancanze ma al contrario le mette immancabilmente in risalto. Mancanze sotto il profilo mentale (incapacità di reazione e poca cattiveria agonistica), lacune tecniche e tattiche. E qui la palla passa a Spalletti, tant'è che lo stesso tecnico si è auto-incolpato nel post-partita: sa bene, lui per primo, che l'apertura di credito nei suoi confronti è notevole ma non infinita. E sa altrettanto bene che il tam-tam più scontato si è già levato, portando con sé il nome di Antonio Conte. Rumors che non hanno peso ora come ora ma che, si sa, non fanno certo bene all'ambiente, specie se c'è la Champions a stretto giro di posta. Con un'infermeria, per di più, che anziché svuotarsi si riempie: col Tottenham, oltre a Lautaro, mancheranno infatti anche D'Ambrosio e Vrsaljko. Altro rebus insomma per Spalletti. La risposta adesso deve darla lui e deve essere convincente. Altamente convincente!

TAGS:
Inter
Tottenham
Champions

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X