SportMediaset

Serie A, Roma-Fiorentina 4-1, Settebello e terzo posto giallorosso

L'ex Salah è il grande protagonista, con due gol e un assist. A segno anche El Shaarawy e Perotti. Di Ilicic (su rigore) il gol della bandiera

di ANDREA GHISLANDI

Nel primo anticipo della 28a giornata di Serie A, la Roma travolge la Fiorentina per 4-1 e rimane solitaria al 3° posto. L'equilibrio è spezzato dal El Shaarawy al 22' (assist di Salah in fuorigioco). Tre minuti e l'egiziano raddoppia. Perotti cala il tris al 38'. Nel recupero Digne stende Tello in area: rigore che Ilicic trasforma. Nella ripresa chiude Salah (13'). Settima vittoria di fila per i giallorossi, ora a -2 dal Napoli e -5 dalla Juve.

LA PARTITA

Quella dell'Olimpico, anche se mancano ancora 11 partite, è un po' come una finale: chi vince tra Roma e Fiorentina può spiccare il volo decisivo per il terzo posto e, se la Juve rallenterà un po', tornare anche clamorosamente in lotta per lo scudetto. I giallorossi sono reduci da sei vittorie di fila e viaggiano ormai con il vento in poppa: il tridente con il falso nove Salah-Perotti-El Shaarawy ha regalato gol e imprevedibilità a Spalletti, che non guarda in faccia nessuno e spedisce in panchina anche Dzeko. Sousa, incassati i complimenti del collega alla vigilia ("la Fiorentina è un'opera d'arte), vuole tentare il colpo grosso: dentro Tino Costa a centrocampo e Ilicic in avanti al posto di Tello.

I viola partono meglio, con il consueto pressing che mette in difficoltà i portatori di palla giallorossi, in particolare Pjanic, seguito come un'ombra da Vecino. Non a caso sono di Ilicic le prime conclusioni, anche se fuori mira. I padroni di casa si affacciano per la prima volta in area viola al 16', quando Roncaglia compie un gran salvataggio su Salah dopo una leggerezza in copertura di Bernardeschi. L'egiziano, già a segno all'andata, si conferma un'autentica spina nel fianco per i suoi ex compagni e da una sua iniziativa la Roma trova il vantaggio: l'ex Chelsea scatta in leggero fuorigioco e mette in mezzo per l'accorrente El Shaarawy che non ha problemi a battere Tatarusanu. Il gol è come un pugno sul mento per Ilicic e compagni, che barcollano e finiscono alle corde: al 25' arriva il raddoppio di Salah, il cui sinistro è deviato da Astori imparabilmente alle spalle di Tatarusanu. Il difensore, un altro ex, è sotto shock e con un retropassaggio sbagliato aziona Perotti: toscani salvati dal palo. Che per Paulo Sousa non sia serata è testimoniata dal doppio infortunio a Borja Valero (botta a un piede) e Vecino (sospetto stiramento): dentro Badelj e Tello. La Roma è un fiume in piena, El Shaarawy straripa sulla sinistra, salta netto Rodriguez e serve su un vassoio d'argento il 3-0 a Perotti. E' il colpo del quasi ko, perché un'ingenuità di Digne in pieno recupero (fallo su Tello) consente a Ilicic di accorciare le distanze su rigore.

Il secondo tempo è poco più che accademia per la Roma che, prima spreca con Perotti il poker, poi lo trova con l'incontenibile Salah. L'egiziano, lanciato da Pjanic, si presenta tutto solo davanti a Tatarusanu e lo batte con un tenero piatto sotto le gambe. E' game over. L'Olimpico canta e va in visibilio al 31', quando Spalletti manda in campo Totti: standing ovation per il capitano. C'è anche tempo per la passerella per i tre marcatori, usciti uno dopo l'altro: l'ultimo è Salah, il grande protagonista della serata che manda in estasi la Roma giallorossa. La ciliegina sulla torta sarebbe stata un gol di Totti: il capitano ci va vicinissimo al 90', quando prende il palo su punizione sotto gli occhi del presidente Pallotta seduto in tribuna. La Fiorentina si lecca le ferite e può recriminare per un paio di episodi dubbi in area romanista (mano di Florenzi e fallo su Badelj), ma la sostanza non sarebbe cambiata. La spallata alla Viola vale il terzo posto solitario, ma ora anche il Napoli secondo è finito nel mirino. E ora in casa Real Madrid non possono di certo dormire sonni tranquilli, nonostante i due gol di vantaggio: con un Salah la mission è meno impossible.

LE PAGELLE

Salah 8 - Due gol, un assist, in una parola sola: immarcabile
El Shaarawy 7,5 - Il Faraone è risorto con Spalletti: l'Europeo è sempre più vicino
Digna 5 - La nota stonata della serata giallorossa: sempre in difficoltà su Tello, ingenuo sul rigore

Astori 4 - Una serata da incubo: deviazione decisiva sul tiro di Salah, regalo a Perotti e più in generale un gruviera
Kalinic 4,5 - Una rovesciata e poco altro: delusione
Tello 6,5 - Dentro per l'infortunato Borja Valero, è il migliore dei suoi

IL TABELLINO

ROMA-FIORENTINA 4-1
Roma (4-3-3): Szczesny 6; Florenzi 6,5, Manolas 6,5, Rüdiger 6,5, Digne 5; Pjanic 6,5, Keita 6, Nainggolan 6,5; Salah 8 (41' st Dzeko sv), Perotti 7 (17' st Vainqueur 6), El Shaarawy 7,5 (31' st Totti 6). A disp.: De Sanctis, Zukanovic, Castan, Emerson, Strootman, Maicon, Torosidis, Iago Falque, Ucan. All.: Spalletti 7
Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu 6; Roncaglia 5,5, Rodriguez 5, Astori 4, Alonso 6; Vecino 5,5 (34' pt Badelj 5), Tino Costa 4,5; Bernardeschi 4,5, Borja Valero 6 (29' pt Tello 6,5), Ilicic 5,5 (23' st Mati Fernandez 5); Kalinic 4,5. A disp.: Lezzerini, Tomovic, Pasqual, Kone, Satalino, Blaszczykowski, Babacar. All.: Sousa 5
Arbitro: Irrati
Marcatori: 22' El Shaarawy, 25' e 13' st Salah, 38' Perotti, 48' pt rig. Ilicic (F)
Ammoniti: Badelj, Bernardeschi, Tino Costa (F), Salah, Pjanic, Nainggolan (R)

TAGS:
Roma
Fiorentina
Serie a
28a giornata