TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

Milan, Montella: "La Coppa Italia è un nostro obiettivo"

L'allenatore rossonero: "Farò un po' di turnover senza stravolgere la formazione"

Montella (Lapresse)

"Teniamo molto alla Coppa Italia, è uno dei nostri obiettivi stagionali. Pensiamo solo a questa partita. E' una gara secca e quindi dobbiamo giocarla come se fosse una finale". Vincenzo Montella è chiaro alla vigilia del match contro il Torino. Ai microfoni di Milan Tv, l'allenatore rossonero annuncia novità: "Stiamo allargando il numero dei giocatori che utilizziamo. Farò un po' di turnover ma non stravolgerò la formazione".

"Avrei preferito una gara più abbordabile perchè andare avanti nelle competizioni è sempre bello - ha aggiunto Montella - Sarà una gara difficile contro una squadra ben allenata e che ha un grande potenziale in avanti. Anche il centrocampo è molto tecnico, in attacco sono molto mobili. E' un avversario difficile, servirà giocare al 100% per prevalere".

Contro il Torino, l'allenatore rossonerò dovrà scogliere molti nodi, soprattutto in difesa dove sono probabili le assenze di Antonelli, Abate e Romagnoli: "Ieri Antonelli non si è allenato per un leggero affaticamento, oggi farà gli esami strumentali per capire meglio la situazione - ha spiegato Montella - Romagnoli aveva la febbre, lo lasciamo a casa e vediamo domani mattina, anche se credo che sarà difficile un suo impiego. Abate non è ancora al 100%”. Il tecnico intanto ritrova Kucka ("E' sicuramente recuperato") e avvisa i suoi: "I ragazzi sanno che arrivare in fondo in Coppa Italia è importante. Dobbiamo entrare in campo con la voglia di vincere fin dai primi minuti".

LA CONFERENZA STAMPA

"Teniamo molto a questa partita e alla Coppa Italia. Il Torino è ben allenato, servirà giocare al 100% per vincere", ha detto in conferenza stampa Vincenzo Montella. Il trofeo ha un sapore particolare per il tecnico: "Da giocatore non l'ho mai vinta, da allenatore sono arrivato in finale con la Fiorentina e l'anno successivo siamo usciti in semifinale. Tengo molto a questa competizione". Per questo il tecnico ha sottolineato che "la vittoria della Supercoppa è quasi cestinata, pensiamo solo al campionato e ora alla Coppa Italia. Bisogna crescere sempre, mai accontentarsi". Un chiaro invito a non fermarsi dopo una prima parte di stagione che nessuno si aspettava, tranne Montella: "Fin dal primo giorno ho visto una squadra con grande voglia di riscatto e sono stato subito ottimista. Vedevo come la squadra si allenava e quindi non sono sorpreso dal rendimento dei ragazzi, che possono fare anche di più", ha detto il tecnico rossonero, precisando che "i bilanci di solito si fanno a fine anno. In tanti sono cresciuti, ma se devo fare un nome, dico Abate che è il capitano attuale e sta facendo molto bene".

Contro il Toro, Abate probabilmente non ci sarà, ma il difensore non è l'unico per il quale Montella ha speso parole positive: "Bertolacci ha fatto partite importanti e ha dimostrato di poter fare diversi ruoli in mezzo al campo", ha detto dell'ex Roma. "Il gol di Bacca è stato importante e ha dimostrato ancora una volta il suo valore. Non era facile fare gol, è stato lucido", ha detto invece dell'attaccante, aprendo alla possibilità di giocare con due punte, dopo l'exploit di domenica del colombiano e Lapadula, che ha portato al gol vittoria sul Cagliari. "Con le due punte, abbiamo risolto la partita. E' una forzatura, ma è una possibilità", ha affermato Montella, dichiarando però fedeltà al 4-3-3 fin qui utilizzato ("La squadra sta facendo bene con questo modulo") e annunciando la presenza in gruppo dei Primavera Cutrone e Hamadi.

Montella ha poi ribadito che dal punto di vista del mercato, il dialogo con Galliani è costante: "Il mio compito è dire cosa servirebbe dal punto di vista tecnico, ma poi c'è da tenere contro dell'aspetto economico. Se c'è la possibilità miglioreremo la rosa, sarei contento però se il gruppo rimanesse così", ha detto l'allenatore, elogiando il nuovo arrivato Storari. "Lo conosco da tanto tempo. La nostra scelta è arrivata in primis per mandare a giocare Gabriel e quindi si è aperta questa possibilità di scambio – ha spiegato Montella - Conosce l'ambiente e ha grande voglia di giocare ancora nonostante l'età. Potrà essere utile sia dentro che fuori dal campo. Può darci una mano importante".

TAGS:
Calcio
Coppa italia
Milan
Torino
Montella
Conferenza

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X