Serie A, il Chievo frena la corsa dell'Udinese

Finisce 1-1 e fanno tutto i clivensi: apre Radovanovic, raddoppio di Cacciatore annullato dal Var e autogol di Tomovic

Il primo anticipo della 20esima giornata di Serie A tra Chievo e Udinese finisce 1-1 al Bentegodi. I veronesi vanno in vantaggio con un bolide dalla distanza di Radovanovic (9') e troverebbero anche il raddoppio con Cacciatore (15') ma il Var annulla. I friulani pareggiano grazie a un'autorete di Tomovic (41'). Si ferma così a cinque la serie di vittorie consecutive dell'Udinese, il Chievo pareggia dopo tre ko di fila.

LA PARTITA

L'Udinese al Bentegodi ci arriva reduce da un filotto di cinque vittorie consecutive, mentre i mussi volanti del Chievo dal tre sconfitte di fila, una serie negativa da mettersi alle spalle senza Roberto Inglese, infortunato e in tribuna. La squadra di Maran cerca subito la partenza con il piede ben pigiato sull'acceleratore. Al 4' un cross al volo di sinistro di Birsa trova in area dei friulani la testa di Stepinski che schiaccia, Bizzarri fa buona guardia e sventa il pericolo respingendo. Due minuti dopo ancora Chievo pericoloso con un tentativo di esterno destro dal limite dell'area di Hetemay. I veronesi spingono e al 9' trovano meritatamente il vantaggio: splendida conclusione di esterno sinistro dalla distanza di Radovanovic, che piega le mani a Bizzarri per andarsi ad infilare sotto all'incrocio dei pali più lontano. Una vera perla per sbloccare la partita.

Al 15' il Chievo troverebbe anche il raddoppio: altro assist vincente di Birsa che batte splendidamente una punizione dal vertice destro dell'area, Cacciatore si inserisce sul primo palo e di testa batte ancora Bizzarri. L'arbitro Chiffi convalida il gol, ma richiamato dal Var annulla la rete per una posizione irregolare. L'Udinese, passato il peggio, prova una reazione ma dalle parti di Sorrentino non arrivano veri e propri pericoli, De Paul e Lasagna tentano qualche inserimento ma senza pungere. Al 31' di prova ancora il Chievo con una bella girata di Pucciarelli, murata dalla difesa dei bianconeri. Al 41' arriva però il pareggio dell'Udinese con un'autorete di Tomovic: inserimento sulla sinistra di Pezzella che mette al centro, deviazione beffarda del difensore clivense che beffa Sorrentino ed è 1-1. Al 45' ancora Udinese pericolosa con Lasagna, ma Sorrentino sventa il pericolo e si val a riposo sulla parità.

Nella ripresa i primi minuti sono di studio, nessuno punge. Prima occasione al 56' con un destro al volo a incrociare di Widmer che mette i brividi alla difesa del Chievo, brava a rifugiarsi in angolo. Ancora Udinese pericolosissima al 15' con un'iniziativa di Jankto sulla destra, assist per De Paul che dal limite calcia di destro ma la difesa gialloblù ancora mura. Al 17' ci prova Samir con un sinistro da fuori area, palla fuori. Il Chievo soffre le fiammate dei friulani, bravi sugli esterni con le coppie Widmer-Barak (a destra) e Jankto-Pezzella (a sinistra) a trovare spesso il fondo. Al 30' una magia di De Paul fa partire un contropiede dei friulani, palla a Jankto ma conclusione respinta da Bastien. Occasionissima al 39' per Lasagna, ben servito da Jankto, ma Tomovic si fa perdonare l'autorete salvando praticamente un gol fatto con un intervento in scivolata prodigioso. Al minuto 89 punizione per il Chievo: sulla palla va Birsa ma il suo mancino supera la barriera e viene bloccato tranquillamente da Bizzarri. Occasione anche per il Chievo al 91' con Lasagna, diagonale dal limite che esce di poco.Al triplice fischio arriva il primo pareggio in campionato per l'Udinese, mentre il Chievo trova un punto dopo tre sconfitte di fila.


LE PAGELLE

Birsa 6 – Dal suo mancino partono sempre idee che posso portare pericoli alla difesa dell'Udinese, tanta classe ma purtroppo poca concretezza.

Radovanovic 6.5 –
Con un eurogol sblocca la partita e per tutto il match combatte per arginare la mediana dei friulani.

Tomovic 5.5 –
Un autogol davvero incomprensibile, non pressato o disturbato devia nella propria porta un pallone controllabile. Si riscatta nel finale negando il gol a Lasagna.

Jankto 6.5 –
La sua vivacità sulla corsia mancina è la soluzione più cercata dai compagni, sempre attivo e lucido nelle scelte.

Widmer 6.5 –
Tornato finalmente ai suoi livelli si conferma ancora una volta, il modulo di Oddo lo esalta la sua corsa con Barak sempre a supporto.


IL TABELLINO

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino 6; Cacciatore 6.5, Bani 6, Tomovic 5.5, Gobbi 6; Bastien 6, Radovanovic 6.5, Hetemay 6; Birsa 6 (45'st Leris sv); Stepinski 6 (22'st Pellissier 5.5), Pucciarelli 5.5 (31'st Garritano sv). A disp.: Seculin, Confente, Jaroszynski, Dainelli, Rigoni, Gaudino, Cesar, Depaoli, Vignato. All. Maran 6.
Udinese (3-5-2): Bizzarri 6.5; Nuytinck 6, Danilo 6, Samir 6.5; Widmer 6.5, Barak 6, Fofana 6 (39'st Hallfredsson sv), Jankto 6.5, Pezzella 6 (42'st Stryger Larsen sv); De Paul 6.5 (31'st Perica sv), Lasagna 6. A disp.: Scuffet, Borsellini, Bajic, Ingelsson, Maxi Lopez, Pontisso, Bochniewicz, Ewandro, Balic. All. Oddo 6.
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 9' Radovanovic (C), 41' aut. Tomovic (C)
Ammoniti: Barak (U).

TAGS:
Serie A
Chievo
Udinese

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X