Serie A, Chievo-Udinese 0-2: friulani in volo con De Paul e Lasagna

Prestazione mostruosa dell'argentino che segna con un missile dalla distanza e ispira il raddoppio, veronesi ancora a -1

Vittoria pesantissima per l'Udinese, che passa 2-0 sul campo del Chievo nella quinta giornata di Serie A. Match a lungo equilibrato tra gialloblu' e bianconeri, occasioni da una parte e dall'altra specie nella ripresa. E' De Paul a spaccare il match, segnando da 25 metri (76') e poi lanciando Lasagna per il raddoppio al 90'. Squadra di Velazquez a quota 8, il Chievo non riesce a schiodarsi dal fondo della classifica.

LA PARTITA

Chievo che si schiera con il suo undici classico di questo inizio di stagione, Velazquez invece cambia lanciando Teodorczyk dal primo minuto al centro dell’attacco in luogo di Lasagna. Confermato Pussetto, che vince il ballottaggio con Machis. Partita che vive di momenti in cui le squadre alternano il predominio. Parte meglio il Chievo che in avvio sembra avere le idee più chiare e sfiora il gol con una punizione di Birsa di poco alta. L’Udinese rimedia a una circolazione di palla lenta e scontata nella prima parte di gara, facendo salire in cattedra la sua qualità. Pussetto chiama prima Sorrentino alla parata, poi con De Paul costruisce per Fofana, che spacca la traversa da dentro l’area col sinistro. Finale di tempo quindi in crescendo per i veronesi, che con Stepinski e Tomovic non trovano la porta, di testa, da ottima posizione.

Avvio di ripresa ancora favorevole al Chievo, con Stepinski che lavora bene da pivot per l’inserimento di Rigoni, che non trova la porta. Poi, all’improvviso, i ritmi si alzano e la partita esplode. Un’altra giocata divina di De Paul manda in porta Teodorczyk, che non trova lo specchio mandando alto. Finisce la pazienza di Velazquez che manda in campo Lasagna, il quale impegna subito Sorrentino da posizione defilata. Scuffet è altrettanto bravo su Rossettini, prima che Stepinski sfiori il palo con un altro colpo di testa. Tocca quindi a Sorrentino salvare ancora su Lasagna, poi ci pensa De Paul, con un destro affilatissimo dai 25 metri alla mezz’ora, a sbloccare la sfida. Il Chievo si butta in avanti per provare a pareggiarla ma sale in cattedra Scuffet, che compie due miracoli, prima sul colpo di testa di Rigoni e poi sul destro a giro di Giaccherini. In contropiede, poi, De Paul mette la parola fine al match lanciando Lasagna per il gol del 2-0.

LE PAGELLE

OBI 5 - Gara sottotono, senza mai uno strappo o un’accelerazione. Molle come raramente è capitato di vederlo.
BIRSA 6,5 - L’uomo di maggior qualità a disposizione di D’Anna, praticamente tutte le azioni più pericolose passano dai suoi piedi.
STEPINSKI 6 - Stavolta non trova il gol ma nonostante qualche imprecisione lotta sempre con grande ardore là davanti.
SCUFFET 7,5 - Inizia con qualche uscita incerta, poi blinda la vittoria con due grandissime parate, subito prima del raddoppio.
DE PAUL 7,5 - Come Birsa dall’altra parte, illumina la manovra dei suoi con le sue intuizioni. La rete è un autentico gioiello, quindi l’assist per il raddoppio.
TEODORCZYK 5 - Legnoso e mai nel vivo della manovra, getta al vento l’unica buona occasione. Non sfrutta la chance da titolare.

LE STATISTICHE

Il Chievo ha perso tre delle ultime cinque partite giocate in Serie A (2N), dopo aver vinto le tre precedenti.

Il Chievo è rimasto a secco di gol in due delle ultime tre gare disputate in Serie A: tante quante nelle precedenti 13.

L’Udinese non vinceva in trasferta dal maggio scorso (1-0 vs Verona); per i friulani si tratta del secondo successo nelle ultime 11 sfide di Serie A giocate in esterna (2N, 7P).

Il Chievo ha vinto soltanto una delle ultime 11 gare interne contro l’Udinese (6N, 4P) e ha tenuto la porta inviolata solo in due di queste.

Primo legno in campionato dell’Udinese. L’ultima volta che i friulani ne avevano colpito almeno uno era stato nel maggio scorso contro il Bologna (due nell’occasione).

Il primo tiro nello specchio del Chievo è arrivato al 29’ del primo tempo con Stepinski.

L’Udinese ha portato a buon fine 11 dribbling nel corso del primo tempo contro soltanto uno del Chievo. L’ultima volta che i bianconeri ne hanno completati di più (12) nei primi 45’ di gioco in Serie A è stato nel dicembre 2013 sul campo del Napoli.

Rodrigo De Paul ha partecipato attivamente a cinque (quattro reti e un assist) dei sei gol messi a segno dall’Udinese in questa Serie A.

Con quattro gol siglati in cinque partite, Rodrigo De Paul ha già stabilito il suo record stagionale di marcature in Serie A.

Primo gol in questo campionato per Kevin Lasagna, dopo sette gare di astinenza in Serie A.

Kevin Lasagna ha partecipato attivamente soltanto a due (una rete e un assist) degli ultimi otto gol dell’Udinese nel massimo campionato, dopo che l’attaccante aveva realizzato cinque delle precedenti otto reti messe a segno dai friulani in Serie A.

Contro il Chievo, Rolando Mandragora ha confezionato il suo primo assist in carriera in Serie A.

IL TABELLINO

CHIEVO-UDINESE 0-2
CHIEVO (4-3-2-1):
Sorrentino 6,5; Cacciatore 5,5, Tomovic 6,5, Bani 6 (68’ Rossettini 5,5), Barba 5,5; Rigoni 6, Radovanovic 6, Obi 5 (79’ Pellissier sv); Birsa 6,5 (74’ Leris 6), Giaccherini 6; Stepinski 6. A disp.: Seculin, Semper, Jaroszynski, Burruchaga, Kiyine, Depaoli, Hetemaj, Pucciarelli, Meggiorini. All.: D’Anna 6
UDINESE (4-3-3): Scuffet 7,5; Stryger-Larsen 5,5, Ekong 6, Nuytinck 6, Samir 6,5; Fofana 6,5, Behrami 6, Mandragora 5,5 (89’ Barak sv); Pussetto 6 (62’ Machis 5,5), Teodorczyk 5 (66’ Lasagna 7), De Paul 7,5. A disp.: Nicolas, Musso, Opoku, Wague, Pezzella, ter Avest, Balic, D’Alessandro, Vizeu. All.: Velazquez 7
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 76’ De Paul, 90’ Lasagna
Ammoniti: Behrami (U), Giaccherini (C)

TAGS:
Serie A
Chievo
Udinese

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X