Roma, Di Francesco punta in alto: "Ora continuiamo a sognare"

"Abbiamo presso tanti schiaffi ma ci siamo rialzati". Monchi: "In semifinale non temiamo nessuno"

Roma, Di Francesco punta in alto: "Ora continuiamo a sognare"

Dopo l'impresa all'Olimpico contro il Barcellona in Champions League, Eusebio Di Francesco si gode il momento e non si pone limiti in vista della semifinale. "Ora continuiamo a sognare - ha detto il tecnico giallorosso, firmando autografi a decine di tifosi accalcati fuori dal centro sportivo di Trigoria -. I meriti personali? C'è grande soddisfazione, abbiamo presso tanti schiaffi ma ci siamo rialzati".

"Vedere questa gioia della gente è una grande soddisfazione", ha proseguito il tecnico. "La qualificazione alla semifinale è un'impresa importante anche per il calcio italiano - ha concluso Di Francesco -. Ma è bello che l'abbiamo ottenuta noi...".

LA PASSIONE DI MONCHI

Monchi, direttore sportivo della Roma, è tornato sull'impresa dei giallorossi con il Barcellona.
"Prima della partita l'ho giocata tante volte nella mia testa e pensavo fosse importante arrivare 1-0 a fine primo tempo senza prenderne. Poi pensavo che facendo il secondo gol, il terzo sarebbe arrivato da solo. La dinamica ieri era questa. I tifosi erano con noi, noi eravamo sempre più forti, il Barcellona era in difficoltà. Quando Daniele (De Rossi, ndr) ha fatto gol ho pensato che ce la potevamo fare".
Il segreto del successo?
"La Roma si è qualificata perché è stata migliore del Barcellona, ieri la squadra è stata molto superiore - ha commentato il dirigente spagnolo ai microfoni di Roma Radio-. E' vero che loro hanno Suarez, Rakitic, Iniesta, Messi e in un minuto possono farti gol. Ma la sensazione era positiva. Non c'è mai stata una situazione dove siamo stati in difficoltà. Alisson non ha fatto nessuna parata importante. La Roma ha meritato la qualificazione nell'arco dei 180 minuti. A Barcellona il risultato era ingiusto per quanto visto in campo".
Il sistema di gioco scelto ieri da Di Francesco quanto ha influito?
"Ieri è stata anche la sua vittoria. L'ho chiamato dopo l'allenamento, mi ha detto che i ragazzi erano pronti e che aveva in mente di cambiare modulo e che avrebbe e schierato il 3-4-3 per fare qualcosa di diverso ed avere più fisicità. E' stata una scelta difficile, una decisione rischiosa. E ha dimostrato che il nostro allenatore è un allenatore forte".
Ora chi vorrebbe affrontare in semifinale?
"Una volta arrivati qui è lo stesso. Potrei dire il Siviglia, perché significherebbe che ha eliminato il Bayern. Ma una volta che hai eliminato il Barcellona, la più forte, non dobbiamo preoccuparci. Dobbiamo credere che con il lavoro, l'unità e il sostegno dei tifosi possiamo arrivare dove vogliamo".

TAGS:
Roma
Di francesco

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X