Premier League: City da record, poker allo Swansea

I Citizens conquistano la quindicesima vittoria di fila in campionato, mai accaduto prima. Allo United basta Lukaku per superare il Bournemouth

Premier League: City da record, poker allo Swansea

Nella 17esima giornata di Premier League il City travolge 4-0 lo Swansea: doppietta di David Silva (27' e 52') e gol di De Bruyne (34') e Aguero (85'). Lo United batte 1-0 il Bournemouth: segna Lukaku (25'). Vince il Tottenham 2-0 sul Brighton, pari per Liverpool e Arsenal bloccate rispettivamente da West Bromwich e West Ham sullo 0-0. Rooney trascina l’Everton (1-0 al Newcastle), super Leicester col Southampton (4-1).

È ancora una volta il Manchester City di Guardiola a rubare la scena nella 17esima giornata di Premier League. I ragazzi di Pep Guardiola superano facilmente lo Swansea nel testacoda di giornata, inanellando la quindicesima vittoria consecutiva che segna un record assoluto nella storia della Premier League, competizione in cui mai nessuna squadra aveva fatto meglio (l’Arsenal tra il 2000/01 e 2001/2002 si era fermato a 14). Provano a rialzare la testa il Manchester United e soprattutto Lukaku, protagonista in negativo dell’ultimo derby. È proprio un gol del belga a consentire alla squadra di Mourinho di ritrovare confidenza con i tre punti nel match contro il Bournemouth. Vince anche per il Tottenham, 2-0 al Brighton con Aurier e Son, che torna ad affacciarsi in zona Champions grazie al pareggio a reti bianche del Liverpool contro il West Bromwich. Bene anche il Leicester che sbanca Southampton e l'Everton che inguaia il Newcastle di Benitez.
 
SWANSEA-MANCHESTER CITY 0-4
L’accoppiata Bernardo Silva-David Silva confeziona il primo gol dei citizens con lo spagnolo, ancora in veste di finalizzatore, che trova il varco giusto al 27’. Lo Swansea, ultimo in classifica, accusa il colpo spalancando la strada al raddoppio di De Bruyne (32’). Ancora David Silva protagonista ad inizio ripresa con il gol del 3-0 (53’). Nel finale, è il Kun Aguero a calare il poker (85’) per un City da record.

NEWCASTLE-EVERTON 0-1
A spezzare l’equilibrio al Saint James’s Park è ancora una volta Wayne Rooney (al secondo gol consecutivo). Il figliol prodigo dei Toffees è bravo a ribattere in rete una corta respinta di Darlow (27’). Vittoria di misura per l’Everton che prova così a rilanciarsi in classifica, dove invece sprofonda il Newcastle di Benitez a -1 dalla zona retrocessione.

SOUTHAMPTON-LEICESTER CITY 1-4
Passano solo 11’ sul cronometro e i Foxes sono già in vantaggio: la sblocca Mahrez su assist di Okazaki. Poi lo stesso giapponese a mettere la firma sul raddoppio poco dopo la mezz’ora (32’). Prima dell’intervallo segna anche King (38’) per un Leicester in completo dominio della partita. Nella ripresa, dentro anche l’italiano Gabbiadini nei locali, ma a dare una speranza ai Saints è Yoshida (61’). Poi è ancora una volta un ispiratissimo Okazaki a chiudere i conti con la rete del definitivo 4-1 per il Leicester.

LIVERPOOL-WEST BROMWICH ALBIOL 0-0
Secondo pareggio consecutivo per il Liverpool che ad Anfield non va oltre lo 0-0 contro il West Bromwich terzultimo in classifica. Resta a bocca asciutta il capocannoniere Salah che stavolta non riesce a trascinare i ragazzi di Klopp che allungano però ad 11 la striscia di risultati utili consecutivi tra campionato e coppe senza riuscire tuttavia a dare una sterzata importante alla classifica.

MANCHESTER UNITED-BOURNEMOUTH 1-0
Torna a vincere il Manchester United. La squadra di Mourinho batte 1-0 il Bournemouth ad Old Trafford grazie al suo giocatore più discusso dopo l’ultimo derby contro il City. È Romelu Lukaku a siglare il gol vittoria (25’) con tanto di non esultanza a testimonianza del momento di difficoltà personale. Ma quanta sofferenza contro il Bournemouth che soprattutto nel primo tempo si fa vivo dalle parti di un super De Gea.

TOTTENHAM-BRIGHTON 2-0
Impiega invece quasi un tempo il Tottenham, prossimo avversario della Juventus agli ottavi di finale di Champions League, per sbloccare la contesa a Wembley contro il neopromosso Brighton. Segna Aurier (40') su assist di Winks. Il secondo tempo scorre come il primo con gli Spurs che trovano il raddoppio a ridosso del novantesimo con Son (87’).

WEST HAM-ARSENAL 0-0
Il gol annullato ad Arnautovic e il palo di Iwobi le uniche emozioni di un primo tempo noioso. Nella ripresa è l’Arsenal a dare la sensazione di poterla sbloccare, ma a Wenger non bastano gli ingressi dalla panchina di Welbeck e Lacazette per sbloccare la partita. Al West Ham il pari sta più che bene, dopo i tre punti incassati nell’ultimo turno grazie alla vittoria a sorpresa contro il Chelsea di Antonio Conte.

TAGS:
Premier
17.ma giornata

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X