SportMediaset

Pedofilia, ammissione choc di Adam Johnson

Il giocatore del Sunderland: "Ho baciato una 15enne adescata su Internet"

Deposizione shock per Adam Johnson, arrestato a marzo con la pesante accusa di pedofilia e poi rilasciato su cauzione. Il giocatore del Sunderland con un passato anche nella nazionale inglese si è infatti presentato davanti alla Corte di Bradford, dichiarando di aver prima adescato su Internet e poi baciato una 15enne. I fatti risalgono al gennaio del 2015 e ora il mancino ex City rischia una severa condanna.

Si complica, dunque, la posizione di Adam Johnson. Il calciatore ha ammesso la sua colpevolezza solo per due dei capi di accusa che gli sono stati mossi: adescamento e atti sessuali con minore. Il mancino del Sunderland, inizialmente messo fuori rosa, ma poi reintegrato, ha dichiarato di aver convinto la 15enne ad andare con lui e poi di averla baciata.

Azioni che ora potrebbero costargli molto care e condizionare pesantemente vita privata e carriera. Accompagnato in tribunale dalla fidanzata 26enne, se le accuse dovessero portare a una condanna definitiva, Johnson potrebbe finire in carcere con una macchia indelebile sulla sue fedina penale.

TAGS:
Adam Johnson
Pedofilia
Colpevole