Ligue 1: il Lione si salva a Caen sul gong, pari anche per il Monaco

La squadra di Genesio trova il 2-2 in extremis, il Tolosa rallenta Jardim ed è secondo assieme al Lille

Ligue 1: il Lione si salva a Caen sul gong, pari anche per il Monaco

Nella 5ª giornata di Ligue 1 non convince il Lione, illuso da Fekir (45’) prima della reazione del Caen in dieci con Beauvue (53') e Oniangue (72’). Mendy, all'89', firma il 2-2. Pari del Monaco sul campo del Tolosa: a Tielemans (56’) risponde Leya Iseka (79’). Vittorie esterne per Angers (3-1 sul Dijon) e Lille (3-1 ad Amiens). Tra Montpellier e Strasburgo finisce 1-1. In classifica Lille e Tolosa sono seconde a dieci punti dietro al Psg a punteggio pieno.

CAEN-LIONE 2-2
Inizio di partita a mille all’ora da entrambe le parti. Scatenato Fekir nei primi minuti, con un gol annullato e altre situazioni pericolose create. Si fa valere però anche l’altro centravanti, Beauvue, che sfiora a sua volta la rete. Capovolgimenti di fronte continui per tutto il primo tempo, finché, al 45’, Fekir decide di sparigliare le carte con una punizione magistrale. A questo punto sembra che il Lione possa gestire agevolmente la partita. Errore, perché in avvio di ripresa il Caen ci crede e si guadagna un rigore, ben trasformato da Beauvue. Padroni di casa che rimangono, però, in dieci uomini subito dopo, per l’espulsione diretta di Dijku. Il Lione cinge d’assedio l’area avversaria per tornare in vantaggio. Aouar, Traorè e Terrier, in sequenza, sfiorano il gol del 2-1 senza trovarlo, anche per l’opposizione dell’estremo difensore del Caen, Samba. Nel momento più difficile, a sorpresa, il 2-1 lo segna il Caen, con Oniangue che colpisce in mischia su calcio di punizione. Reazione rabbiosa nel finale per il Lione, che dopo aver sciupato un paio di buone occasioni trova alla fine almeno il 2-2 con un’azione personale di Mendy. Negli ultimissimi istanti, il Caen rimane anche in nove uomini per l’espulsione di Sankoh, colpevole di una testata a un avversario sfuggita all’arbitro ma sanzionata tramite il Var. Il punteggio, però, non cambia più. Occasione persa per la squadra di Genesio, che continua nel suo avvio di stagione altalenante.

TOLOSA-MONACO 1-1
Dopo tre vittorie consecutive il Tolosa rallenta fermato da un Monaco parzialmente ritrovato: la squadra di Jardim torna a far punti riscattando le sconfitte arrivate contro Marsiglia e Bordeaux. A tre giorni dalla sfida di Champions contro l’Atletico Madrid e con l’infermeria piena il Monaco sembra partire con il freno a mano tirato: la partita è viva ma a cercare maggiormente la rete del vantaggio è il Tolosa. Ci pensa però Tielemans al 56’ a sbloccare il risultato e lo fa con una magia: stop quasi sulla linea di fondo alla sinistra della porta, pallonetto morbido da fermo al portiere tra i pali e sfera che termina in fondo al sacco. Il Tolosa però reagisce e trova il gol del pari al 79’ con Leya Iseka che brucia i marcatori con uno scatto per depositare in porta. Il Monaco non brilla e alla quinta di campionato ha cinque punti in classifica.

MONTPELLIER-STRASBURGO 1-1
Il Montpellier sfiora la vittoria, ma deve accontentarsi di un pari beffa contro lo Strasburgo. La formazione di Zakarian riesce solo a intravedere il secondo posto in classifica grazie a Le Tallec, da poco entrato in campo al posto di Dolly, che prova a vestirsi da eroe di giornata al 50’ con il gol del vantaggio. In pieno recupero Mothiba trova il gol del pari: al 93’ il Montpellier viene raggiunto sull’1-1 .

AMIENS-LILLE 2-3 Il Lille si conferma la miglior sorpresa di questo inizio stagione in Ligue1 e supera l’Amiens passando al termine di una partita mai in bilico. I padroni casa cadono senza appello: due rigori di Pepè al 47’ del primo tempo e al 56’ mettono in discesa la partita per la formazione di Galtier, l’esterno però non si ferma e al 76’, questa volta su azione, trova anche il gol del tris. Kurzawa al 79’ accorcia le misure senza riaprire i giochi, al 93’ va in rete anche Ghoddos ma non c’è più tempo: finisce 2-3.

DIJON-ANGERS 1-3

Dopo un avvio scoppiettante di campionato il Dijon cade ancora, per la seconda volta consecutiva, fermato tra le mura amiche dall’Angers. Said al 13’ illude i padroni di casa, poi ci pensano Bahoken al 20’, Tait al 29’ e Santamaria al 38’ a ribaltare il risultato prima della fine del primo tempo. La ripresa è ancora a tinte ospiti, le emozioni non mancano ma il risultato sull’1-3 non cambia più.

TAGS:
Ligue 1
Francia
Lione

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X