Dal Portogallo: il Real obbligò Ronaldo a pagare la Mayorga

'Correio da Manha': il giocatore era contrario ma i Blancos temevano di essere screditati

Dal Portogallo: il Real obbligò Ronaldo a pagare la Mayorga

Il Real Madrid obbligò Cristiano Ronaldo a pagare Kathryn Mayorga. Lo sostiene il quotidiano portoghese 'Correio da Manha', secondo cui ci sarebbero i Blancos dietro il patto di riservatezza siglato nove anni fa dal calciatore con la modella americana che lo accusa di stupro. L'attaccante, sempre secondo il quotidiano, sarebbe stato contrario a corrispondere alla modella i 375mila dollari ma il Real lo spinse a farlo per paura di essere screditato.

All'epoca della vicenda Cristiano Ronaldo aveva appena firmato un contratto milionario con il Real e il club era preoccupato per l'immagine. Ai merengues non piaceva che il portoghese fosse sotto i riflettori dei media durante la vacanza negli Usa. In quei giorni, peraltro, fu anche fotografato insieme a Paris Hilton. Nei mesi successivi alla famosa festa, spiega 'Correio da Manha', gli avvocati del Real e del giocatore si incontrarono più volte per concordare il modo migliore per 'risolvere' il caso che coinvolgeva l'attaccante e la modella. L'accordo venne raggiunto nel gennaio 2010 contro la volontà di Ronaldo, che ha sempre rifiutato l'idea di pagare per dimostrare la sua innocenza. Il quotidiano portoghese, che riporta un ampio resoconto sull'incontro a Lisbona tra Cristiano Ronaldo e i suoi legali, ritorna anche sulla presunta violenza sostenendo che dopo il rapporto sessuale, l'asso portoghese e la modella tornarono in discoteca e vi rimasero ancora per alcune ore. Questi particolari farebbero parte della strategia dei legali per smontare le accuse nei confronti di CR7.

TAGS:
Calcio
Ronaldo
Portogallo
Real madrid

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X