Chelsea, rimpianto Mbappé: nel 2012 poteva essere Blues, ma la madre disse no

L'ex scout Boga: "Non si sacrificava, volevano rivederlo". La madre: "Prendetelo subito o niente"

Chelsea, rimpianto Mbappé: nel 2012 poteva essere Blues, ma la madre disse no

Kylian Mbappé è un grande rimpianto per il Chelsea. Il talento francese, che nella sua seppur breve carriera vanta un ottimo palmares internazionale, nel 2012 poteva firmare con gli inglesi, ma dopo un provino non convinse del tutto il club. "Era forte come ora, fu provato in una gara giovanile" ammette l'ex scout Blues Boga. "Gli abbiamo chiesto di tornare per un secondo test, ma la madre si rifiutò".

Una storia che oggi fa masticare un boccone amaro al club londinese che si accorse del talento del 13enne Mbappé. A scoprirlo fu proprio Daniel Boga che, ai microfoni di Goal UK, ha raccontato l'episodio: "Ricordo di essere andato in Francia dove conoscevo un amico che lavorava alla Nike. Mi segnalò questo ragazzo, mi disse che giocava in una squadra di un piccolo quartiere di Parigi e appena l'ho visto ne rimasi colpito. Portai lui e la sua famiglia a Londra, per un provino a Cobham. Giocò contro il Charlton e vinse la partita 7-0. Ricordo che era forte come ora, palla al piede era inarrestabile, ma senza palla non difendeva bene".

Secondo Boga fu proprio lo scarso impegno in fase difensiva a spingere il Chelsea a richiedere un secondo provino, con la speranza di vederlo crescere da una sessione all'altra: "Convocammo la sua famiglia in ufficio, dissi alla madre che avevano bisogno di visionarlo ancora una volta. Facevo da traduttore con i dirigenti e mi disse: 'Ascolta, il mio ragazzo non tornerà di nuovo. Prendetelo ora o sarete costretti a pagarlo 50 milioni in futuro'. Mi rifiutai di tradurre, era una frase molto arrogante. Ma aveva ragione: non sarebbero stati 50, ma 180". E' questa infatti la cifra sborsata dal Paris Saint-Germain per portare Mbappé all'ombra della Tour Eiffel dopo due stagioni da enfant prodige col Monaco.

"In Inghilterra, oltre il talento, vogliono vedere il lavoro ed il sacrificio. Abilità che in quel tempo Kylian non aveva" ha proseguito Boga. Lo stesso Mbappé, qualche mese fa, è tornato sulla vicenda ringraziando i londinesi per l'interessamento e per averlo portato per la prima volta fuori dai confini nazionali. Lo stesso Boga, oggi, ringrazia Mbappé: "Ad oggi è il miglior giocatore che io abbia mai visto. Sono orgoglioso di vedere cosa è diventato e ancora oggi non ci credo dicendomi 'Wow, allora ci ho visto bene'. Tutti vorrebbero verderlo giocare, è veloce e davanti la porta è spietato. Sarà uno dei migliori per i prossimi 10 anni". Una speranza per Boga ed il Psg che, dopo averlo visto protagonista ai Mondiali, si preparano per un possibile podio del francese per il prossimo Pallone d'oro.

TAGS:
Chelsea
Mbappe
Psg
Mercato

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X