SportMediaset

Cerca

L'Atl. Madrid vince la Supercoppa

Tris di Falcao, Chelsea sconfitto 4-1

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

CESARE ZANOTTO

foto Lapresse

Uno straordinario Falcao demolisce il Chelsea e regala all'Atletico Madrid la Supercoppa europea. A Montecarlo finisce 4-1 per gli spagnoli, che chiudono la gara già nel primo tempo grazie alla tripletta del colombiano, a segno al 7', al 19' e al 45'. Nella ripresa arriva anche il poker di Miranda (61'), bravo a superare Cech con un tocco morbido. Al 75', sugli sviluppi di un angolo, Cahill trova il gol della bandiera per i Blues.

LA PARTITA
Una tigre vera. Un felino affamato che prima azzanna la preda e poi la finisce a colpi di morsi. Uno, due, tre. Falcao è una furia. E il Chelsea, dopo soli 45 minuti, stramazza al suolo. C'è poco da fare, contro uno così. C'è poco da fare se lo fai respirare e c'è poco da fare, poi, se i tuoi avversari viaggiano anche al triplo. Il primo tempo dell'Atletico è roba da knock-out. Roba da sospendere la gara e dire: "Ora basta, fermiamoci qua".

Il Chelsea è impresentabile. Il 4-2-3-1 di Di Matteo si traduce con una squadra spaccata in due: da una parte i non pervenuti Torres, Mata, Hazard e Ramires; dall'altra tutti gli altri, che vagano a caso per il campo concedendo voragini chilometriche. L'Atletico è invece una sinfonia perfetta. Un movimento armonioso che dietro non lascia spazi mentre in attacco, con il trio Adrian Lopez-Koke-Arda Turan, lavora ai fianchi l'avversario prima di stenderlo col terminale perfetto: Radamel Falcao. Tempo quattro minuti e i Colchoneros sfiorano l'1-0 con il colombiano, che in spaccata colpisce la traversa. La spia rossa, subito accesa dalle parti di Cech, è il segnale che la serata non sarà delle migliori. Tre minuti più tardi Gabi lancia la Tigre nello spazio: David Luiz tentenna sul fuorigioco e Falcao, di sinistro, apre lo show con un tocco vellutato che sfiora il palo prima di rotolare in rete. Minuto 19: David Luiz, ancora lui, va in confusione su un filtrante di Koke e il numero 9 dell'Atletico ha il tempo di rientrare sul sinistro e infilare Cech sul secondo palo. Il Chelsea va in bambola e tra il 28' e il 35' rischia di andare sotto nuovamente con Gabi (bravo Cech a chiudere) e Falcao (colpo di testa sul palo). Lo shock, per i Blues, non è ancora finito: Arda Turan (45') tocca nello stretto per la Tigre, Ramires immobile e l'Atletico Madrid vola sul 3-0.

Potrebbe finire serenamente in goleada, intendendo per goleada un cinque, sei o sette a zero. Finisce invece 4-1, ma la sostanza rimane la medesima. Nella ripresa, minuto 16, Miranda cala il poker con un bel tocco su Cech in uscita. Se Roberto Di Matteo è una statua, chissà Roman Abramovich. L'Atletico si placa solo adesso, dopo un'ora in apnea interpretata con il sangue negli occhi. Il Chelsea può così trovare la rete che vale bandiera (Cahill al 30' sugli sviluppi di un corner) ma non lava il disonore di una notte da incubo.

LE PAGELLE

Falcao 9 -
 Quaranta, cinquanta, sessanta, settanta. Quanti milioni vale uno così? Trascina il Porto a vincere l'Europa League e l'anno dopo (lo scorso) si ripete con l'Atletico. Tripletta all'Athletic Bilbao (quattro giorni fa in campionato) e tripletta servita al Chelsea. Così, tanto per cominciare la stagione. Demolisce gli inglesi con un primo tempo stratosferico. Oggi, senza dubbio, è il centravanti più forte del pianeta.

Adrian Lopez 7,5 -
Ivanovic gli sta ancora dando la caccia. A sinistra è un vero e proprio apriscatole contro la difesa del Chelsea, che non riesce ad arginarlo in alcuna maniera. Una saetta.

Arda Turan 7,5 -
Largo a destra nel trio piazzato alle spalle di Falcao: qualità assoluta, aiuta anche in fase di ripiegamento.

David Luiz 4 -
Un tantino sopravvalutato, forse. Non è infatti la prima volta che offre prestazioni imbarazzanti: un disastro in marcatura, stesso discorso per quanto riguarda la "posizione". Gli rimane la tecnica nel palleggio, va bene. Peccato che di ruolo sia un centrale.

Ramires 4 -
Dovrebbe essere una spina nel fianco sinistro degli spagnoli, in realtà sparisce dal campo prima ancora che cominci il match. Riemerge al 45', quando rimane piantato prima del 3-0 di Falcao. La ripresa la guarda dagli spogliatoi.

IL TABELLINO


CHELSEA-ATLETICO MADRID 1-4
Chelsea (4-2-3-1): Cech 5; Ivanovic 4, Cahill 5, David Luiz 4, A. Cole 4,5 (45' st  Bertrand sv); Lampard 5, Mikel 5; Ramires 4 (1' st Oscar 5,5), Mata 4,5 (37' st Sturridge sv), Hazard 5; Torres 4. A disp.: Turnbull, Meireles, Romeu, Moses. All.: Di Matteo
Atletico Madrid (4-2-3-1): Courtois 6; Juanfran 6,5, Miranda 7, Godin 6,5, Filipe Luis 6,5; Suarez 6,5, Gabi 7; Adrian Lopez 7,5 (11' st C. Rodriguez 6), Koke 7 (37' st  R. Garcia sv), Arda Turan 7,5; Falcao 9 (42' st Emre sv). A disp.: Asenjo, Silvio, Diego Costa, Cata Diaz. All.: Simeone
Arbitro: Skomina (Slovacchia)
Marcatori: 7', 19' e 45' Falcao (A); 16' st Miranda (A); 30' st Cahill (C)
Ammoniti:
Ivanovic (C)
Espulsi: -

I VOSTRI COMMENTI

padrone.macchia - 01/09/12

E' anche la dimostrazione che il calcio inglese ormai deve cedere il passo a quello spagnolo.

segnala un abuso

padrone.macchia - 01/09/12

Bravo Atletico. Ragazzi, questa è la dimostrazione che anche la Juve se lo può sbranare il Chelsea. Falcao stellare, ma il miglior attaccante degli ultimi 10 anni è e resterà sempre Eto'o.

segnala un abuso

PIESCU - 01/09/12

Falcao lo prenderei subito,un vero top player! Pero' ad essere pignoli,in fase difensiva si rimane in 10.Lui non oltrepassa il centrocampo e bisogna correre anche per lui.Pero' ti decide una partita,quindi...

segnala un abuso

rickey08908 - 01/09/12

Al Chelsea serviva Drogba, ora Abramovic si arrabbierà di sicuro con Di Matteo

segnala un abuso

cassano ant - 01/09/12

SE QUESTO E IL CHELSEA ALLORA DI MATTEO SI DEVE DIMETTERE

segnala un abuso

sport3d - 01/09/12

Bomber di razza. Sarà il prossimo obiettivo del PSG?

segnala un abuso

bluw87 - 01/09/12

Samuel70

non è un caso se siamo crollati proprio quando è sparita la juve

segnala un abuso

Samuel70 - 01/09/12

Non ci sono dubbi sul valore di questo centravanti, quello che non capisco è come mai è finito all'Atletico.
Purtroppo il calcio italiano non può più permettersi questi giocatori
Però crisi a parte qualche colpa di chi gestisce il giocattolo c'è, anche gli scandali che riusciamo a far passare all'estero come più gravi di quello che sono non aiutano: nel 2006 eravamo secondi nel ranking, adesso siamo quarti e temiamo il Portogallo!!!
Forse era meglio tenere Moggi, Giraudo e la Juve..

segnala un abuso