Arbitro scambia cognome del giocatore per una presa in giro e lo espelle

Bizzarro episodio tra i dilettanti inglesi per la omofonia tra Watt (il giocatore) e what (cosa in italiano)

Arbitro scambia cognome del giocatore per una presa in giro e lo espelle

Sanchez Watt, un passato all'Arsenal, ha seriamente rischiato di passare alla storia per l'espulsione più bizzarra di sempre. Colpa dell'omofonia tra il suo cognome e la parola 'what' (cosa in italiano), che l'arbitro del match tra Hemel Hempstead Town e East Thurrock United (sesta divisione inglese) ha però inteso come una presa in giro. Il fattaccio nel finale del match, quando il signor Hulme ha chiesto a Watt il suo cognome per poterlo ammonire dopo aver lanciato la palla irregolarmente. L'attaccante ha obbedito, ripetendo tre volte il suo cognome, prima di venire espulso tra l'incredulità generale. Solo l'intervento del capitano ha fatto tornare suoi suoi passi l'arbitro e Watt ha potuto terminare il match.

TAGS:
Sanchez watt
What
Espulsione
Dean Hulme
Hemel Hempstead Town

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X