TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Arabia Saudita: per la prima volta le donne allo stadio

Abolito il divieto, alcuni stadi sono stati attrezzati con settori dedicati. Le prime tifose a Gedda

Svolta storica in Arabia Saudita: per la prima volta nella storia, le donne sono state ammesse negli stadi di calcio. La decisione di abolire il divieto di guardare le partite dal vivo era stata annunciata lo scorso ottobre e a Gedda, per una partita del massimo campionato saudita, si sono viste le prime tifose in settori a loro riservati, dotati di bagni femminili e zone di preghiera. L'Al Ahli si è imposto 5-0 su Al Batin.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Dall’annuncio dell’abolizione del divieto all’effettiva attuazione sono state necessarie delle modifiche strutturali ad alcuni stadi: sono state introdotte zone riservate alle donne, bagni femminili e aree di preghiera (tra le tante restrizioni imposte alle donne in Arabia Saudita c’è anche il divieto di pregare insieme agli uomini). La partita fra Al Ahli e Al Batin si è giocata nello stadio di Gedda, e le tifose hanno potuto guardarla all’interno di “sezioni per le famiglie” costruite appositamente. Oltre a quello di Gedda gli altri stadi attrezzati per accogliere le donne sono quello della capitale Riyad e quello di Dammam.

TAGS:
Calcio estero
Arabia saudita
Stadio
Donne

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X