ROMA, DE ROSSI: "CHAMPIONS ALLA JUVE E SCUDETTO A NOI? FIRMO SUBITO"

Daniele De Rossi ammette che non è stata la migliore Roma della stagione, ma si gode i tre punti importantissimi. “Sono 3 punti importantissimi anche se siamo sempre quarti ma senza la vittoria sarebbero stati 2 punti persi importanti. Poi quando le vittorie arrivano nel finale dopo aver sofferto ti danno ancora più morale. Speriamo che le squadre che stanno sopra perdano punti. Davanti c’è un equilibrio importante, siamo tutti lì, se dovessimo vincere la gara che ci manca andremmo a un punto dal Napoli. E’ un campionato molto bello ma vincere oggi era troppo importante. Difficoltà dell’attacco nel trovare il gol? E’ un discorso di squadra non è solo un problema dell’attacco. Dipende da come costruisci e come supporti gli attaccanti. A Verona abbiamo avuto sei occasioni nitide e il portiere ha fatto dei miracoli. E anche stasera abbiamo creato molto, abbiamo sbagliato un rigore contro un Cagliari che aveva fatto bene nelle ultime partite. Davanti abbiamo dei giocatori fortissimi e i gol arriveranno. Il rigore sbagliato? Perotti è quasi infallibile, è la nostra arma dal dischetto. Meno male che l’ha sbagliato oggi che abbiamo preso i tre punti. Io sono dietro di lui ma fino a che Diego se la sentirà è giusto farli calciare a lui perché ha dimostrato di tirare rigori quasi imparabili. I rigori sono così, può succedere. E’ il momento migliore per affrontare la Juve’ Sotto il punto di vista della mentalità la Juve è la maestra del campionato, non parti mai in vantaggio con loro. Hanno vinto tante partite come noi oggi, molte gare dove non hanno brillato e che poi hanno portato a casa con le unghie e i denti. Totti ha detto Juve Campione d’Europa e Roma campione d’Italia? Se potessi firmare lo farei subito anche per Buffon. E’ il suo ultimo anno e sarebbe bello che finisse così. Non posso tifare la Juve fino a che siamo in Champions anche noi ma se mi mettessero davanti un foglio da firmare con scritto Juve campione d’Europa e noi campioni d’Italia lo firmerei subito. L’Italia ancora senza CT? Non c’è fretta di dover prendere una decisione. Possiamo pensarci bene, l’altra sera ho scherzato con Ancelotti. Penso che la Federazione stia valutando varie ipotesi, è stata un mazzata per il nostro calcio e dovremo ripartire da un nome importante. E’ chiaro che non è che con Ancelotti dopo due minuti diventiamo come la Spagna. Dobbiamo renderci conto che le altre squadre qualitativamente hanno qualcosa in più”

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X