MODENA, I CALCIATORI: "CRAC NON COLPA NOSTRA"

Non vogliono passare per quelli che hanno contribuito alla scomparsa del Modena. Una rappresentanza della squadra con un lunghissimo comunicato ha voluto chiarire come il gruppo ha vissuto questi mesi all'insegna dell'incertezza. "Non ci sentiamo la causa del fallimento di una società così piena di tradizione - dicono i giocatori che in due occasioni hanno scioperato - . Quando la stagione è iniziata lontano dal Braglia le nostre certezze. hanno lasciato spazio a incertezza e dubbi. Quando subentrò Taddeo, raccogliemmo informazioni sempre meno positive nei suoi confronti. A lui chiedemmo semplicemente il rispetto delle regole e che venissero pagate le mensilità di luglio agosto, e di aprire lo stadio trattando con il comune". Su Capuano, l'allenatore passato in questi giorni a guidare la Sambenedettese: "Ci siamo sentiti traditi da lui. Neanche davanti alla nostra espressa richiesta di dimettersi lascio' il suo posto; evidentemente gli interessi erano altri e ovviamente ha preferito mettersi dignità sotto i piedi invece che rassegnare le dimissioni".

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X