TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

Mercato, nessuno fino ad ora ha speso quanto il Milan

I rossoneri hanno investito più di United, Bayern e City: sono 129 i milioni spesi per i sette nuovi arrivati a Milanello

Mercato, nessuno fino ad ora ha speso quanto il Milan

I primati estivi contano poco o nulla ma questo può essere indicativo e di certo fa già sognare i tifosi: al momento, infatti, il Milan è la squadra che ha speso più di ogni altra sul mercato. Sono 129 i milioni sborsati dai rossoneri per i 7 nuovi acquisti che hanno ridato entusiasmo a tutto l'ambiente. Milan più spendaccione di Manchester United (nonostante gli 85 milioni investiti solo su Lukaku), City e Bayern Monaco. In attesa delle mosse degli altri club.

Musacchio, Kessie, Ricardo Rodriguez, Andrè Silva, Borini, Calhanoglu e per ultimo Conti: sono loro i magnifici sette che rendono il Milan primatista di spese nel mercato. Almeno fino ad oggi. E tanto basta: se qualcuno aveva dubbi sulla nuova proprietà, le prime mosse di Fassone e Mirabelli sono servite a chiarire che i rossoneri vogliono investire e lo stanno facendo più di chiunque altro. E non è nemmeno finita qui visto che sull'agenda dei dirigenti milanisti figurano ancora nomi come quelli di Kalinic o Aubameyan: i 129 milioni investiti per rinforzare la rosa a disposizione di Montella, dunque, potrebbero aumentare sensibilmente. E visti i soli 3 milioni alla voce "entrate", i rossoneri sono anche la squadra con il più ampio passivo: 126 milioni. Ma i conti di tutti sono provvisori e destinati a rapidi mutamenti.

Il Manchester United, ad esempio, fino a poche ore fa aveva speso solo 35 milioni ma gli 85 puntati su Lukaku fanno dei Red Devils il secondo club più spendaccione dell'attuale sessione. Sta investendo molto anche un'altra squadra di Premier, l'Everton, dalle cui casse sono usciti 98 milioni. Poi troviamo il Bayern Monaco che ha speso 90 milioni di cui 41 per Tolisso  e 21 per Coman. In una simile classifica non può mancare il Manchester City che per soddisfare Guardiola ha versato anch'esso sui 90 milioni dove a spiccare sono i 50 utilizzati per Bernardo Silva e i 40 per Ederson. 

Forse un po' a sorpresa anche la Roma risulta tra i club che hanno speso di più, 64,85 milioni (per i riscatti di Bruno Peres, Juan Jesus e Fazio e gli arrivi di Gonalons, Moreno, Pellegrini e Kardsdorp) ma grazie ad alcune dolorose cessioni (Salah, Mario Rui, Paredes in attesa di quella di Rudiger) i giallorossi vantano un attivo di quasi 5 milioni.

Nella top ten dei club più spendaccioni figura l'Huddersfield Town, neopromosso in Premier che ha investito quasi 46 milioni e piazzato 8 colpi importanti (l'ultimo è quello del danese Jorgensen). 

Restano invece indietro, per ora, club che notoriamente fanno grandi investimenti ma tutto lascia pensare che sia solo questione di tempo: il Real Madrid, ad esempio, ha investito la "miseria" di 30 milioni e sembrano ancora pochi anche i 29 spesi fin qui dallo Zenit di Mancini. Per non parlare dell'Inter il cui mercato, di fatto, deve ancora decollare: i nerazzurri hanno speso 33 milioni ma ne hanno incassati di più, 46, realizzando così una plusvalenza significativa. Ma le intenzioni di Suning lasciano immaginare uno scenario diverso con i conti di Corso Vittorio Emanuele destinati a cambiare e parecchio. Si attendono anche le mosse della Juventus che ha inizio luglio ha visto uscire 47 milioni (per tenersi Cuadrado e Benatia e assicurarsi Betancur) e ne potrebbe investire, ad esmepio, quasi altrettanti per il solo Bernardeschi.

Nel frattempo, in attesa di vedere le big all'opera con i primi grandi colpi, il Milan sta facendo le sue scelte. E, a oggi, guarda tutti dall'alto. 

TAGS:
Calcio
Mercato
Spese
Milan
Acquisti

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X