Lega di A, si ricomincia: un presidente e il canale-tv

Mercoledì alle 10,30 riprende la maratona dei 20 presidenti di Serie A. Vegas candidato eccellente. Cosa dice Malagò

Giuseppe Vegas, Ipp

L'assemblea della Lega Serie A torna a riunirsi domani, 29 novembre, alle ore 10.30, per riprendere i lavori sospesi ieri. Resta invariato l'ordine del giorno della riunione. Al centro, in particolare, oltre all'esame del canale della Lega - si legge in una nota di via Rosellini - l'elezione del presidente, dell'amministratore delegato, di cinque consiglieri, dei due consiglieri federali in rappresentanza della Lega e del presidente del Collegio dei revisori dei conti della Lega, dei due componenti effettivi e dei due componenti supplenti dello stesso.
E' possibile che oggi si arrivi a una soluzione, dopo l'intensa giornata di trattative fra i 20 presidenti divisi, in questo momento, in due schieramenti fra chi vorrebbe l'elezione del presidente e chi no (aspettando il commissariamento della Federcalcio da parte del Coni). Quanto alla partita dei diritti tivù, il bando è stato rinviato al 19 dicembre.

GIUSEPPE VEGAS, NOME ECCELLENTE

Ma potrebbe non bastare l'assemblea di domani e nessuno esclude uno slittamento a giovedì o oltre. Dai lavori sospesi ieri sono usciti due nomi su cui ancora non c'è convergenza: il generale della Finanza Ugo Marchetti e di Giuseppe Vegas, fino al 15 dicembre presidente della Consob. "Se è per fare qualcosa di buono uno è sempre disponibile", ha commentato Vegas, spiegando di aver appreso la propria candidatura "dai giornali", e a chi gli domandava se gli piacesse il calcio ha risposto che si tratta di "un asset fondamentale per il Paese".
Dalla agitata assemblea di ieri (De Laurentiis ha invocato la scissione dalla Figc), è emerso che qualche club non vedrebbe come un dramma il commissariamento della Federcalcio, che il Coni ha in mente di avviare se dopo l'11 dicembre (scadenza del mandato del commissario della Lega, Carlo Tavecchio) la Serie A non avrà ancora i propri rappresentanti in consiglio federale, ma i più sono intenzionati ad evitarlo. Per questo c'è l'ipotesi che si provi a puntare su altri nomi, magari per una presidenza pro tempore: ad esempio Ezio Maria Simonelli, presidente del collegio dei revisori della Lega, o Paolo Nicoletti, che in questi mesi è stato sub commissario dell'associazione dei venti club, al fianco di Tavecchio.

MALAGO': "NON STA A ME FARE NOMI"

"Non sta né a me, né alla giunta tirare fuori nomi. E' una partita che devono giocare tutta all'interno del mondo del calcio". Lo ha detto a Barletta il presidente del Coni, Giovanni Malagò, rispondendo ai giornalisti sulla situazione della Federcalcio. "Il Coni - ha aggiunto - non può che aspettare le risultanze delle componenti, in particolare della Lega calcio, che poi è la mancante, dopodiché, se vengono messi dei nomi nelle caselle, si va a regolare elezione, così come previsto nello statuto, in 90 giorni, perché c'è un presidente dimissionario".  
A Barletta Malagò, insieme al ministro dello Sport, Luca Lotti, ha inaugurato la nuova pista di atletica leggera dello stadio comunale, sulla quale mosse i primi passi il campione olimpico barlettano Pietro Mennea che su quella pista, il 17 agosto 1980, ottenne uno dei suoi record mondiali, correndo i 200 metri in 19"96 sul livello del mare. Alla cerimonia era presente anche la vedova di Mennea, Manuela Olivieri.
"Per ciò che riguarda l'aspetto contributivo - ha poi detto il presidente Malagò, riferendosi al provvedimento con il quale la giunta ha erogato le liquidazioni a tutte le federazioni sportive, anche alla Federcalcio - ci siamo comportati con molto equilibrio e con molta saggezza, proprio per evitare che in questo momento potessimo essere strumentalizzati rispetto a possibili atteggiamenti e comportamenti nei confronti del mondo del calcio. Spero che questo ci venga riconosciuto perché è un dato di fatto". 

TAGS:
Calcio
Lega

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X