Juve-Atalanta, Allegri in conferenza: "Il Napoli non mollerà, quota 100 punti"

L'allenatore bianconero alla vigilia del recupero della 26.a giornata: "La squadra di Gasperini è forte e completa. Chiunque giochi, sono forti"

Juve-Atalanta, Allegri in conferenza: "Il Napoli non mollerà, quota 100 punti"

Alla vigilia di Juventus-Atalanta, recupero della 26.a giornata di campionato rinviata per neve, Max Allegri si presenta sorridente in conferenza stampa. Riconquistato il primo posto in classifica, l'allenatore bianconero pretende i tre punti con la Dea: "Abbiamo un solo risultato, la vittoria. Il Napoli non mollerà, può arrivare a 100 punti, al momento la quota scudetto. Come giocheremo? Dipende da chi schiererò, utilizziamo più schemi".

LE PAROLE DI ALLEGRI

Qual è la situazione infortunati?
Cuadrado e Bernardeschi non sono disponibili, vediamo Alex Sandro che ieri era affaticato, valuto più tardi. Oggi faremo rifinitura e deciderò chi mandare in campo. L'unico che rientra è Buffon di sicuro, gli altri vedrò oggi.

La Juve adesso è in testa
Siamo davanti da pochi giorni, bisogna essere bravi a non mollare. Però bisogna fare un passetto alla volta perché il Napoli è lì, ha grandi possibilità di vincere lo Scudetto, c'è lo scontro diretto, poi abbiamo partite difficili. Domani dobbiamo fare la partita per vincere, contro l'Atalanta che fisicamente ci impegna molto, poi vediamo sabato. Il Napoli non è tagliato fuori dallo scudetto

Tornano Matuidi e Pjanic?
Pjanic rientra al 99,9%, Matuidi invece aveva fatto 3 partite dal rientro, devo vedere come sta

Dopo tante vittorie è il turno dell'Atalanta

Sono tutte difficili le partite con loro, hanno una rosa di giocatori che si equivalgono tutti. Hanno tutti caratteristiche ben precise, hanno buona tecnica e sono tutti fisici. Dobbiamo avere rispetto per l’Atalanta ma portare a casa i tre punti attraverso una partita tecnica e fisica

Che Juve è quella di adesso?
Siamo simili ma diversi allo scorso anno. In estate è arrivato Matuidi, abbiamo giocato a due o a tre a centrocampo, la squadra ha giocato bene anche a inizio anno. Giocando a due a centrocampo avevamo fatto 6 vittorie poi abbiamo pareggiato a Bergamo e perso con la Lazio con due rigori sbagliati. Sono momenti della stagione, il nostro obiettivo è sempre arrivare in fondo e vincere, tutti si mettono in discussione e vogliono dimostrare di essere i più forti, perché vincere non è normale ma è straordinario. Non abbiamo vinto niente, abbiamo da giocare una finale, siamo in testa ma in lotta con il Napoli, al quale faccio i complimenti per l'annata che stanno facendo, e fino alla fine staranno li a lottare. Abbiamo i quarti di Champions, speriamo le semifinali. Abbiamo tante partite e serve tutta la rosa, e tutti mi permettono di giocare in modi diversi a seconda di chi va in campo. Devo sfruttare le caratteristiche dei giocatori

Vuoi commentare le ultime dichiarazioni di Sarri?
Non commento le cose che dicono altre persone, dovrebbe essere orgoglioso di come gioca il Napoli, è stato in testa al campionato e ora ha le possibilità di lottare fino in fondo. Noi non dobbiamo esaltarci se vinciamo domani, perché i numeri parlano chiaro, il Napoli ha 70 punti e può arrivare a 100, quindi è quella la quota Scudetto. Loro possono vincere tutte le partite, noi grazie ai ragazzi siamo in tutte le competizioni

Potete allungare sul Napoli
L'ho già detto: quando si fanno i conti vengono fuori i contadini. Facciamo un passo alla volta, vinciamo domani e prepariamoci alla Spal sabato, poi avremo la sosta con un po' di meritato riposo

La situazione in attacco?
Devo valutare tra Higuain e Mandzukic. Gonzalo ha preso una botta nella punizione del gol di domenica, Mario è un po' affaticato. Douglas Costa deve fare un po' di straordinari anche se devo decidere se gioca. Dybala ha bisogno di giocare e mettere minuti

Qual è più precisamente la situazione di Cuadrado?
Ha fatto una visita sabato, sta continuando le terapie. Ieri ha corricchiato, al momento non è disponibile. Se lo sarà dopo la sosta, tra 20 giorni o un mese, questo lo vedremo. È un’infiammazione pubalgica, vediamo quando passa. Bernardeschi è una cosa traumatica, quando passerà sarà disponibile

Sul rigorista hai preso una decisione?
Il rigorista è Dybala, poi se durante la partita si cambia il rigorista lo decido io, a meno che non mi venga comunicato

TAGS:
Allegri
Juventus
Conferenza
Atalanta

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X