Fifa, Infantino incalza l'Uefa: "La Var è necessaria". E l'Uefa risponde

Andrea Agnelli invoca la Var subito, l'Uefa prende tempo ("non siamo pronti"), la Fifa scrive: "Deve essere una priorità, per il rispetto il milioni di professionisti"

Fifa, Infantino incalza l'Uefa: "La Var è necessaria". E l'Uefa risponde

La Juventus, dopo l'eliminazione dalla Champions League col Real Madrid per un discusso rigore nel recupero, spinge per un processo di accelerazione che porti anche in Europa la Var. La Uefa prende tempo, convinta che prima di applicare la tecnologia si debba avere la sicurezza che il sistema sia perfetto. Il sistema però secondo la Fifa è già pronto, tanto che lo adotterà dalla prossima Coppa del Mondo in Russia.

Lo spiega il presidente della Fifa, Gianni Infantino. "Sostenere risultati più equi è una questione di rispetto verso il lavoro dei professionisti del mondo del calcio e la passione di milioni di fan, cioè verso il cuore del gioco". E' il testo di una lettera scritta all'interno del magazine dell'organismo mondiale.
"Il calcio ha fatto un grande passo in avanti decidendo di adottare l'uso del video assistant referees. Non lo dico solo come dirigente che ha sostenuto a lungo questa iniziativa, ma innanzitutto come tifoso di calcio - spiega -. Il motivo per cui sono sinceramente eccitato si trova in un certo senso di priorità perché mi preoccupo troppo del gioco per accettare che resti soggetto a errori decisivi che possono essere evitati".

E secondo Infantino non serve attendere ulteriori test per il via libera al Var. "Per quasi due anni l'Università di Lovanio (in Belgio, ndr) ha analizzato l'uso della tecnologia in oltre mille partite. Il risultato: un tasso di precisione del 98,9% in situazioni soggette a revisione. In totale, il 5% delle partite coinvolte ha comportato la correzione di un errore chiaro ed evidente" sottolinea, ricordando però che ci saranno ancora sbagli, "quelli inevitabili".
"Una componente importante dell'arbitraggio è soggettiva, e per questo dovremo sempre contare sul giudizio umano, che è fallibile per natura, ancor più quando sotto una pressione enorme - conclude Infantino -. Tuttavia, abbiamo l'obbligo di fornire agli ufficiali di gara tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per aiutarli a prendere le decisioni nel modo più accurato possibile".

MA L'UEFA RIBADISCE IL SUO NO ALLA VAR

L'appello di Andrea Agnelli è destinato a rimanere tale. Secondo quanto riporta Sky Sports News la Uefa non ha alcuna intenzione di accelerare l'introduzione in Champions League del Var, reclamato a gran voce ieri dal presidente della Juventus dopo il contestatissimo rigore concesso nel recupero al Real Madrid che ha estromesso i bianconeri ai quarti di finale. Mentre la Fifa ha già annunciato che impiegerà la Video Assistan Referees in occasione del Mondiale di quest'estate in Russia, nel febbraio scorso il presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin ha bocciato l'utilizzo della tecnologia in campo nella prossima stagione.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X