DANI ALVES: "IL CALCIO ITALIANO PRENDA ESEMPIO DAL NAPOLI"

Dani Alves è stato premiato al Gran Galà del Calcio organizzato dall’Aic per la splendida stagione 2016/17 e parlando del suo addio al calcio italiano, ha voluto precisare alcune considerazioni: “Avrei voluto fare di più con la Juventus, ma i bianconeri non hanno capito la mia voglia di salire di livello. Non ero felice come sono sempre. Adesso lo sono al Paris Saint Germain, perché nella mia vita mi hanno insegnato che bisogna sempre fare il meglio e lì sono libero di farlo. Il calcio italiano? Deve cambiare, anche per la Nazionale il problema non è l’allenatore ma più in generale, il livello si è abbassato. Dovrebbero prendere tutti esempio dal Napoli di Sarri, mi piace tantissimo per la visione che ha del calcio. C’è bisogno di più divertimento”.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X