Busacca replica a Buffon: "L'arbitro non ha tempo per 'capire il momento': decide in un secondo"

Il capo del dipartimento arbitri della Fifa a Premium sport: "Se avesse dieci minuti di tempo... Ma non è così!"

Busacca replica a Buffon: "L'arbitro non ha tempo per 'capire il momento': decide in un secondo"

"Se fai l'arbitro fai un lavoro dove devi decidere in meno di un secondo e non si può pensare a molte altre cose. E' come per i portieri, devi parare con l'istinto senza pensarci e per noi è uguale. Dobbiamo essere concentrati sulla decisione del momento, che è già difficile prendere". Così il capo dipartimento arbitri Fifa, Massimo Busacca a Premium sport, sulle critiche di Buffon all'arbitro Oliver dopo Real Madrid-Juve in Champions.

"Le critiche di Buffon che ha detto che l’arbitro non ha capito il momento della partita? Io nella mia carriera - ha proseguito Busacca - ho sempre dovuto prendere delle decisioni in una frazione di secondo e io in meno di un secondo non avevo tempo di pensare a dov’ero e a quello successo prima. L’arbitro è uno dei pochi lavori dove devi decidere in meno di un secondo e non può pensare a molte cose. Chiaro che se avessimo a disposizione 10 minuti potremmo anche pensare ad altre cose ma neanche un dottore decide in meno di un secondo quello che deve fare. E’ un lavoro complicato e difficile in cui ci si basa sull’istinto naturale. A volte dobbiamo decidere anche senza vedere e un grande arbitro devi basarsi su questo”.

TAGS:
Busacca
Buffon
Arbitri
Juventus
Real
Champions

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X