TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

UDINESE DA LUNEDI' IN RITIRO

L'Udinese andrà in ritiro da lunedì. Lo ha deciso la società dopo la sconfitta con la Roma, la quinta in sei gare da inizio campionato. Il ritiro, annunciato dal club con una breve nota, è stato deciso "per preparare al meglio l'importante sfida di sabato prossimo con la Sampdoria". Una partita dal risultato che appare obbligato per i bianconeri, ancora fermi a 3 punti in classifica.

MAROTTA: "HIGUAIN FUORI PER SCELTA TECNICA"

Nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport, l’amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta dichiara: “Higuain fuori per infortunio? No, è una scelta tecnica. E’ una rotazione da parte di Allegri che ha deciso di schierare questo undici che non prevede la presenza di Higuain. Preoccupati per la condizione di Higuain in vista della Champions? La preoccupazione è un atteggiamento saggio ma l’anno scorso abbiamo disputato 57 gare ufficiali ed è normale che ci siano degli avvicendamenti durante l’annata. Non è assolutamente una bocciatura, quando un giocatore non è al massimo della forma è giusto che si dia spazio ad altri giocatori ugualmente forti. Siamo preoccupati perché vogliamo ritrovare Higauin al top ma allo stesso tempo sono tranquillo perché abbiamo una rosa competitiva per gli obiettivi della stagione. Derby alla pari? Lo si vive con grande agonismo ed è una gara difficile dove però noi vogliamo portare a casa i tre punti. Stimolati dal Napoli? Ovviamente guardiamo il Napoli con particolare attenzione ma siamo in una fase interlocutoria del campionato che è una corsa a tappe ed è importante arrivare primi all’ultima tappa. Il destino della Juventus dipende da se stessa e dalle partite che dovrà vincere, soprattutto gli scontri diretti”.

RASTELLI: "PAVOLETTI È CONVOCATO, CHIEVO SQUADRA TOSTA"

Massimo Rastelli ha presentato in conferenza stampa la sfida fra Cagliari e Chievo: "Ceppitelli è out, Farias e Pavoletti sono invece tra i convocati. Il Chievo è una squadra con le idee chiare: i singoli lavorano bene insieme e sanno sempre cosa fare".

ROMA, EL SHAARAWY: "IL LAVORO PAGA SEMPRE ED È MERITO ANCHE DEL MISTER"

Stephan El Shaarawy, attaccante della Roma, è intervenuto a Mediaset Premium al termine del match vinto contro l'Udinese 3-1: "Io cerco di mettermi sempre a disposizione dell'allenatore. Credo che il lavoro paghi sempre. Dobbiamo continuare così, siamo una squadra forte. La nostra interpretazione fa sì che queste partite diventino semplici, ma in realtà nessuna gara lo è. Peccato per il goal preso. Quest'anno possiamo fare molto bene. Dal punto di vista personale mi sento bene, vorrei continuare così. Penso sia merito anche del mister".

NAPOLI, ZIELINSKI: "NON BISOGNA SOTTOVALUTARE LA SPAL"

Piotr Zielinski è intervenuto ai microfoni di Premium Sport prima di Spal-Napoli: "Non bisogna sottovalutare la Spal, hanno già dimostrato di giocare un buon calcio. Dobbiamo stare attenti e fare il nostro gioco. Speriamo che arrivi un gol, ma più di un gol mio vorrei arrivasse una bella vittoria".

SPAL, SEMPLICI: "PROVEREMO A DARE FILO DA TORCERE AL NAPOLI"

Il tecnico della Spal, Leonardo Semplici, ha parlato ai microfoni di Premium Sport prima della sfida al Napoli: "Sappiamo di affrontare una squadra forte, una di quelle che giocano il miglior calcio con un tecnico di grande qualità. Sta attraversando un buon momento, dà a tutti tre-quattro gol ma noi proveremo ad usare le nostre armi per dare filo da torcere a questo Napoli".

SPAL, LAZZARI: "IL NAPOLI È TRA LE PIU' FORTI D'EUROPA MA NOI CI PROVEREMO"

Manuel Lazzari è intervenuto ai microfoni di Premium Sport prima di Spal-Napoli: "Non siamo preoccupati dalla mancanza di gol, le prestazioni ci sono state anche se abbiamo perso le ultime tre. Oggi sarà dura contro il Napoli che è tra le più forti d'Europa, però ci proveremo".

NAPOLI, MAGGIO: "CONTINUARE A VINCERE PER IL NOSTRO CAMMINO IN CAMPIONATO"

Christian Maggio è intervenuto ai microfoni di Premium Sport prima di Spal-Napoli: "Noi da buon napoletani siamo molto scaramantici, non pensiamo al futuro ma al presente. Siamo in un buon momento e dobbiamo approfittarne. Ogni settimana cerchiamo di migliorare, speriamo di prolungare questa serie positiva che è molto importante per il nostro cammino in campionato".

UDINESE, DELNERI: "CI MANCA UN PO' DI FORTUNA"

Gigi Delneri parla al termine della sconfitta di Roma, che potrebbe anche costargli la panchina dell'Udinese. “Nelle ultime tre partite abbiamo affrontato tre squadre di livello ma dobbiamo crescere anche nella fase difensiva perché già gli altri sono bravi e non possiamo permetterci di regalare gol e di non concretizzare le occasioni create. Questa crescita arriva passando da un lavoro importante, la Roma è stata molto più cattiva di noi e noi per combattere alla pari contro le grandi squadre dobbiamo avere il doppio della loro cattiveria. La Roma comunque ha vinto giocando un ottimo calcio. Fiducia da parte della società? La società è sempre con noi, c’è un rapporto importante. Chiaramente quando non arrivano risultati l’allenatore non è mai tranquillo e poi nel calcio ci vuole anche un po’ di fortuna, cosa che ci sta mancando in questo momento. Cosa manca a questa Udinese? Negli ultimi match non abbiamo fatto male, sia col Milan che col Torino. Abbiamo creato occasioni importanti ma dobbiamo migliorare a gestire alcune situazioni e il nostro atteggiamento. Abbiamo cambiato tanto, i giocatori devono adattarsi al campionato italiano anche se nel calcio il tempo è labile, perché deve equivalere a risultati", ha detto.

ROMA, DIFRA: "UN GOL SUL 3-0 UNA GRANDE SQUADRA NON LO PUO' PRENDERE"

L'intervista di Di Francesco, tecnico della Roma, dopo la vittoria per 3-1 contro l'Udinese: "Non mi accontento mai, mi sarei aspettato qualche gol in più visto quanto abbiamo creato. Peccato per la rete presa nel finale. Abbiamo faticato all'inizio del campionato, ora stiamo assorbendo meglio i concetti. È aumentata al fiducia, a me piace una squadra che corre in avanti verso la palla. Ora dobbiamo continuare a vincere, spazzando ogni giorno i dubbi attorno a noi. Dobbiamo migliorare, un gol sul 3-0 per noi una grande squadra non lo può prendere. Dobbiamo avere la concentrazione per tutti i novanta minuti".

ROMA, NAINGGOLAN: "CRITICATI TROPPO PRESTO"

Radja Nainggolan si è tolto qualche sassolino dalle scarpe dopo il successo sull'Udinese. “Abbiamo avuto tanti sviluppi buoni, dovevamo solo gestire meglio il vantaggio però stato importante aver vinto per tenere alto il morale. Siamo stati criticati troppo presto dopo la sconfitta con l’Inter. Stiamo lavorando bene, il gioco sta migliorando e credo che quest’anno ci possiamo divertire. Questa Roma può ambire di più del quarto posto? E’ presto per parlare di queste cose, la stagione è ancora lunghissima ma quest’anno il campionato sarà ancora più equilibrato perché molte squadre si sono rinforzate sul mercato. Sarà una bella lotta", ha detto a Premium Sport.

LAZIO, LA LEGA CONFERMA IL REINTEGRO DI MAURICIO: FUORI CRECCO

Mauricio è stato reintegrato nella lista dei 25 giocatori: il brasiliano questa mattina ha svolto le visite di idoneità sportiva in Paideia ed è pronto a partire con i compagni alla volta di Verona. Dopo l’emergenza difensiva e il primo contatto con la Lega di ieri, la variazione è stata formalizzata in questi minuti. Inzaghi ha scelto anche chi sacrificare: sarà Crecco che però resta comunque nell’elenco consegnato all’Uefa. Il classe ‘95’ potrà così essere impiegato in Europa League, si legge su Lalaziosiamonoi.it.

SASSUOLO, BUCCHI: "IL BOLOGNA MERITA DI PIU'. DOBBIAMO STARE ATTENTI ALLA LORO QUALITA'"

Il tecnico del Sassuolo, Cristian Bucchi, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Bologna: "Domani affrontiamo una gara in grande salute che ha fatto bene nonostante abbia raccolto poco, meno di quanto meritasse. La società è organizzata e in panchina siede un allenatore esperto. Dobbiamo stare attenti alla loro velocità e alla loro qualità. Duncan sta meglio, così come Berardi: ci prendiamo tempo per capire e domani mattina decideremo cosa fare con entrambi".

CHIEVO, MARAN: "CAGLIARI? PENSIAMO SOLO A NOI STESSI, NON GUARDIAMO IN CASA D'ALTRI"

Il tecnico del Chievo, Rolando Maran, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Cagliari: "Dobbiamo andare lì cercando di fare un'ottima prestazione e pensare soltanto a noi stessi, noi non guardiamo in casa d'altri".

NEDVED TORNA IN CAMPO

Pavel Nedved torna in campo a 45 anni. Il vicepresidente della Juventus sta infatti organizzando insieme a un suo amico d'infanzia una partita in Repubblica Ceca in cui giocheranno insieme ai rispettivi figli 18enni. Il match, che verrà disputato in primavera, vedra la "Furia Ceca" tornare a indossare la maglia dello Skalna, la squadra in cui è cresciuto calcisticamente prima di diventare professionista. Il figlio di Nedved vive a Torino ed è tesserato con lo Skalna, club con cui gioca solo quando si trova in Repubblica Ceca.

INTER, SPALLETTI: "NON SIAMO SUPERIORI A NESSUNO MA NEMMENO INFERIORI"

Spalletti in conferenza stampa: "Stiamo costruendo un percorso dove vogliamo che tutti sappiano riconoscere l'obiettivo. Convinto che, dopo Bologna, ci sarà la reazione, non siamo superiori a nessuno ma neppure inferiori".

ATALANTA, GASPERINI: "SPINAZZOLA DEVE INIZIARE A GIOCARE"

"Gosens, Gomez e Petagna hanno sofferto qualche contusione. Comunque per Firenze partiamo tutti tranne Schmidt convalescente e Melegoni che per scelta è con la Primavera". Alla vigilia del posticipo serale con la Fiorentina, l'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini fa la conta degli ammaccati nell'infrasettimanale con il Crotone. "Il problema non è mai il carico, ma il recupero - prosegue Gasperini -. Sugli esterni siamo sempre stati un po' in emergenza: Spinazzola sta recuperando, Hateboer sta giocando tanto, Castagne ha saltato solo il Crotone, Gosens ha qualche acciacco". Il tecnico s'è soffermato sul prestito juventino: "Spinazzola adesso deve cominciare a giocare, gli infortuni non si risolvono al cento per cento e quando si gioca si sente ancora male per qualche tempo".

MANDORLINI: "DERBY DIFFICILE MA SARA' UNA BELLA PARTITA. L'INTER È L'UNICA CHE SI AVVICINA A JUVE E NAPOLI"

Andrea Mandorlini, ex tecnico di Hellas Verona e Genoa, ha parlato ai microfoni di TMW Radio : "Il Derby della Mole? Il Toro si è rafforzato tantissimo. Sarà una gara difficile, ma la squadra di Mihajlovic ha fatto cose importantissime. La Juve è sempre la Juve, ha giocatori in grado di risolvere le partite con una giocata. Sarà una partita davvero bella. Higuain e Belotti sono due grandi campioni. Belotti è il futuro dell'Italia, Higuain non si può discutere, anche se non sta attraversando un buon momento".

Per quanto riguarda la lotta per lo Scudetto?: "Sarà un campionato lungo: la Juventus vince da anni, il Napoli è consapevole della propria forza. Anche l'Inter può dire la sua, è la squadra che più si avvicina alle prime due".

ROMA, MONCHI: "DIFRA STA GESTENDO PERFETTAMENTE LA ROSA: POSSIAMO COMPETERE CON JUVE E NAPOLI"

Nel corso del programma "Serie A Live" in onda su Premium Sport, il direttore sportivo della Roma Monchi ha dichiarato: "Roma pronta per lo Scudetto? Sono d'accordo con quello che ha detto Di Francesco. Napoli e Juve in questo momento sono davanti a tutti ma noi possiamo competere con loro. Questa squadra migliorerà, di questo sono convinto. Non so se sarà sufficiente per vincere il campionato ma noi siamo ambiziosi e vogliamo arrivare più in alto possibile. Tanti cambi rispetto alla scorsa partita? Quando abbiamo parlato prima del mercato abbiamo detto che volevamo una rosa più ampia possibile per avere la possibilità di cambiare. Il mister sta gestendo perfettamente la rosa e tutti i giocatori sono pronti di giocare anche perché la stagione sarà lunghissima".

BAYER LEVERKUSEN, LA FIFA DA' IL VIA LIBERA ALL'UTILIZZO DI ALARIO

Come scrive tuttomercatoweb.com, la FIFA ha dato via libera al club tedesco per l'utilizzo di Lucas Alario, attaccante prelevato dal River Plate dopo i problemi evidenziati dal club argentino nel trasmettere la documentazione alla federazione teutonica.

GENOA, JURIC: "L'INTER È FORTE. ICARDI CERCHEREMO DI NON LASCIARLO UNO CONTRO UNO"

Il mister Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa dell'appuntamento contro l'Inter di domani al Meazza: "L'Inter è forte. Ha trovato molta stabilità con Spalletti, concede poco ed è messa bene in campo tatticamente. Vuol dire che il pericolo arriverà dappertutto. Domano dobbiamo dare battaglia, dobbiamo essere molto concentrati, aggressivi e loro non devono trovare i gol che possono trovare. Anche l'anno scorso abbiamo fatto una partita esemplare". Poi su Icardi: "È un giocatore che fa gol in tutti i modi e che adesso con Spalletti lavora particolarmente per la squadra. Cercheremo di non lasciarlo uno contro uno".

UDINESE, FOFANA SI FA MALE NEL RISCALDAMENTO. AL SUO POSTO BARAK

Seko Fofana non giocherà la gara fra Roma e Udinese: il mediano si è fatto male durante il riscaldamento prepartita. Al suo posto Delneri schiera il ceco Barak.

PIOLI: "ATALANTA SQUADRA IN CRESCITA"

Stefano Pioli non si fida dell'Atalanta alla vigilia della sfida in campionato che vedrà impegnata la Fiorentina contro la squadra di Gasperini:"L'Atalanta è in crescita e ha ottimo allenatore. Non dobbiamo dare punti di riferimento", ha detto il tecnico viola in conferenza stampa.

MILAN, MONTELLA: "LA SAMP È LA MIA STORIA MA DOMANI DOVREMO ALZARE L'ASTICELLA"

Montella ha parlato in conferenza stampa della gara contro la Sampdoria di domani: "È importante alzare l'asticella, incontreremo 10 squadre forti, il nostro futuro lo costruiremo da domani. Arrivo carico e motivato a questa gara, in termini di classifica direi che è soddisfacente, il livello ora si alza un po' e dobbiamo preparaci a questo, non solo mentalmente ma a livello tattico". Poi sulla Samp: "È la mia storia, la gara mi emoziona particolarmente, ma è una sfida estremamente complicata perchè hanno continuità di gioco, complessa sul piano tattico. C'è bisogno di lucidità mentale".

CHIVU: "MOURINHO? PERSONA ONESTA E CON TANTO CARISMA"

L'ex difensore dell'Inter, Cristian Chivu, ha risposto ad alcune domande su Twitter attraverso il profilo ufficiale della UEFA e ha parlato del suo ex tecnico José Mourinho: "Ha tanto carisma ed è una persona onesta. Questo è ciò che ha di speciale, oltre alle fantastiche qualità professionali e intellettive che tutti conoscono".

CROTONE, BUDIMIR SI FA MALE: NIENTE BENEVENTO

Stamattina si è svolta la seduta di rifinitura del Crotone in vista della gara di domani contro il Benevento. L’attaccante Ante Budimir ha rimediato una contusione al ginocchio interrompendo l’allenamento, dunque salterà il match.

SUSO: "VOI ITALIANI SIETE TROPPO FISSATI CON IL FANTACALCIO"

Suso ha parlato a Il Fatto Quotidiano: "Di voi italiani non capisco la fissazione per il Fantacalcio. Se mi fermate, è per dirmi: 'Ehi, ti ho comprato al Fantacalcio, devi segnare!'. Non vi importa se una squadra vinca o perda: vi importa che io segni. E non lo fate neanche per soldi. Siete un po’ strani, eh".

GIAMPAOLO: "CONTRO IL MILAN SERVE ANDARE OLTRE LE NOSTRE POSSIBILITÀ"

Marco Giampaolo ha presentato in conferenza stampa la sfida contro il Milan di Montella:"Dovremo fare una grande partita per poter tenere testa ad una delle squadre più forti della Serie A. Dovremo andare oltre le nostre possibilità per poter uscire dal campo con un risultato positivo. I ragazzi sanno cosa ci aspetta, adesso non resta che giocarla".

RIZZOLI: "LA VAR NON VA USATA SEMPRE"

La Var è un aiuto "per eliminare gli errori determinanti". Non se ne può abusare perché il gioco deve rimanere "spettacolare, dinamico e veloce". È "in fase di rodaggio" e c'è stato "qualche problema tecnologico di comunicazione tra l'arbitro in campo e quello dietro al monitor. Speriamo che il tempismo migliori, che gli interventi siano sempre più veloci". Questo il parere del designatore arbitrale Nicola Rizzoli sulla tecnologia che ha fatto il suo esordio nel campionato di Serie A.

PECCHIA: "LAZIO SQUADRA DI VALORE"

Situazione difficile per il Verona di Fabio Pecchia che in conferenza stampa ha presentato la sfida contro la Lazio: "Lazio? Affrontiamo una squadra di valore, fisica, ben allenata e con una rosa di qualità. Gap con le big? Tutte le partite vanno giocate, sarebbe un errore non farlo. Poi il campo dirà la sua parola".

DIAMANTI: "TRA DUE SETTIMANE FARO' LA MIA SCELTA"

Alessandro Diamanti, svincolato dopo l'esperienza a Palermo, è intervenuto a Radio Deejay: "Le ultime scelte che ho fatto erano grandi piazze ma forse non erano le mie. Non voglio sbagliare, penso sia importantissimo, ho ancora molto da dare. Non posso aspettare ancora molto tempo, allenarsi con i ragazzi del Bologna non è semplice. Aspetto ancora due settimane, poi vediamo, farò la mia scelta".

BENEVENTO, IL SINDACO DIFENDE LUCIONI: "CREDO ALLA SUA BUONA FEDE"

Clemente Mastella, sindaco di Benevento, ha postato un messaggio sul suo profilo Facebook per esprimere la sua vicinanza alla squadra ed al capitano Lucioni, fermato dall'antidoping: "Sono vicino alla società ed alla squadra in questo momento difficile. Avendone vissuto diversi so cosa si prova. Avanti tutta. Oggi non bisogna dimenticare che comunque il sogno della A lo stiamo vivendo. Quanto a Lucioni credo, conoscendolo, alla sua buona fede. A lui ed al suo bambino un abbraccio".

LIVERPOOL, MANÈ: "FELICI CHE COUTINHO SIA RIMASTO CON NOI"

Intervistato da ESPN, Sadio Mané, esterno offensivo del Liverpool, ha parlato anche della permanenza di Coutinho: "Phil è rimasto, questo è davvero importante, non solo per me ma soprattutto per il club. È uno dei migliori giocatori della squadra, siamo davvero felici che sia rimasto con noi".

MILAN, SUSO: "IN ROSSONERO STO BENE MA SE ARRIVASSE UN'OFFERTA DAL REAL MADRID O BARCELLONA..."

Suso, trequartista del Milan, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano: "In estate mi hanno cercato Napoli, Roma e Inter. Il Milan non ha preso in considerazione nessuna offerta, questo era anche il mio desiderio visto che sto benissimo in rossonero e mi piace moltissimo Montella. Certo, se chiamassero Real Madrid o Barcellona sarebbe dura dire di no".

JUVE, MOGGI: "SIGNORA NON BELLA MA SEMPRE VINCENTE. OGGI CONTRO IL TORO IL TEST DECISIVO"

Luciano Moggi ha rilasciato un'intervista a Libero riguardo la situazione attuale della Juventus: "Procedono appaiate lo spettacolare Napoli e la pratica Juve, per un duello in vetta che avevamo previsto. Una Signora non bella però ancora vincente, con Higuain sempre a mezzo servizio, ma con ottime risposte dal giovane Bentancur, da Cuadrado e dal vecchio Barzagli, mentre Mandzukic merita una citazione particolare per il gol che ha messo ko la Fiorentina. Per il resto solo sufficienze, nessuno che abbia messo in mostra le proprie potenzialità, a cominciare da Dybala. Tuttavia proprio questa vittoria di misura evidenzia ancora una volta quali e quante possibilità abbia questa squadra, anche soffrendo e in giornate di scarsa vena. Mi sembra però doveroso sottolineare come i viola non siano attualmente test attendibile per giudizi definitivi. E siccome oggi sarà di scena all’Allianz il Toro di Cairo, che ha espugnato Udine con Belotti & C. in gran forma, sarà questo il momento in cui potremo valutare meglio i bianconeri".

ROMA, DE ROSSI: "VORREI VIVERE UNA GIORNATA COME IL 28 MAGGIO PER TOTTI, MA..."

Al Corriere dello Sport il centrocampista della Roma Daniele De Rossi ha parlato del suo futuro: "Non lo so. Ho sempre pensato che sarebbe molto bello se io finissi a Roma. Mi piacerebbe vivere, con le dovute proporzioni, una giornata come quella che ha conosciuto Francesco il 28 maggio. Sarebbe bello vivere un saluto così intenso con i tifosi, anche per me. Non so quando, non so come. Allo stesso tempo però avverto forte il desiderio di vivere un’esperienza altrove. Anche perché sedici anni di Roma sono come trentadue anni da un’altra parte, sono impegnativi, te li senti addosso. Ringraziando Dio non fisicamente perché sto vivendo forse le migliori stagioni della mia carriera. Ma la pressione è eccessiva, spesso".

BOLOGNA, DONADONI: "RACCOLTO MENO DEL MERITATO"

"Dobbiamo essere noi a fare la differenza e non l'avversario che avremo di fronte". Roberto Donadoni, allenatore del Bologna, suona la carica in vista della sfida in casa del Sassuolo. Dopo due sconfitte e un pareggio, i rossoblù vogliono tornare al successo: "In queste ultime gare abbiamo raccolto meno del meritato", ha osservato. "Il Sassuolo a Cagliari ha mostrato condizione atletica importante e si è sbloccato. Hanno spessore e voglia. Stiamo attenti". Dal punto di vista dell'atteggiamento, Donadoni ha manifestato soddisfazione per i progressi della squadra: "Stiamo interpretando moduli diversi con discreto successo. C'è l'applicazione giusta". Il tecnico si è poi soffermato su alcuni singoli: "Petkovic viene da una buona gara, ora deve avere continuità e lavorare ancora di più senza pensare che sia sufficiente. Destro? Oggi valuteremo le condizioni e le sensazioni. Torosidis è a posto, così come Maietta e De Maio". Quanto a Mbaye "deve lavorare sulla personalità, sulla sua convinzione di poter stare a buoni livelli e non di fare solo il compito". A Reggio sono previsti migliaia di tifosi: "Vogliamo portarne sempre di più: dipende dalle nostre prestazioni".

VENTURA: "O ASPETTIAMO CHE NASCA UN ALTRO TOTTI O DEL PIERO OPPURE..."

Il Ct azzurro Giampiero Ventura ha rilasciato un'intervista a Il Mattino: "La sfida con la Spagna? Le critiche erano legate al fatto che tutti pensavano che noi fossimo più forti delle furie rosse, ma l'Under 21 azzurra ha subito tre 3 gol. Noi ne abbiamo presi 3 e anche la Juve, contro il Barcellona, ne ha presi 3. In questo momento c'è un grande dislivello. Come si colma questo gap? O aspettiamo che nasca un altro Totti o un altro Del Piero o mettiamo a lavoro e puntiamo alla crescita dei giovani"

SAMP, FERRERO: "CINESI? NO GRAZIE, SONO FAN DEL CAVALIERE E AMO MORATTI"

Ferrero, a La Gazzetta dello Sport, parla delle due squadre milanesi: "I gruppi cinesi? Potevano pure restare in Cina. Il nostro calcio dovrebbe rimanere nelle mani dei presidenti italiani. Io sono un fan del Cavaliere, secondo me si riprenderebbe il Milan domattina. E Moratti lo amo, ho anche preso quattro mesi di squalifica per aver chiamato Thohir 'filippino'... Se i cinesi arrivassero a Genova con tanti soldi non venderei mai la Sampdoria".

SAMP-MILAN, FERRERO A MONTELLA: "VINCENZINO TI VOGLIO BENE MA FINISCE 2-1 PER NOI"

"Vincenzino, ti voglio bene, ma ti batto!". Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero parla di Montella in un'intervista alla Gazzetta dello Sport alla vigilia della partita contro il Milan: "I pronostici portano un po' sfiga, ma rischio: finisce 2-1 per noi. Quest'anno possiamo divertirci: tolte le sei big, voglio arrivare primo tra le altre 14. Se i risultati non sono arrivati diciamo che la colpa è stata mia…"

Le news di giornata

BRASILE, CONVOCATO ALEX SANDRO

L'esterno della Juventus Alex Sandro è stato convocato dal commissario tecnico del Brasile Tite per sostituire l'infortunato Marcelo del Real Madrid per le due partite valide per le qualificazioni ai Mondiali contro la Bolivia e il Cile. Lo riferisce la Confederazione brasiliana di calcio in una nota. Marcelo ha subito un infortunio al muscolo della sua gamba sinistra e salteraà cosiì le le ultime due gare di qualificazione per Russia 2018. Il Brasile affronterà la Bolivia a La Paz il 5 ottobre, cinque giorni dopo affrontera' in casa il Cile. La Seleçao è già qualificata, visto che guida la classifica del girone sudamericano con un vantaggio incolmabile dalla quinta in graduatoria.

BENEVENTO, LUCIONI: "FARMACO ASSUNTO IN BUONA FEDE"

Fabio Lucioni, capitano del club, trovato positivo a un controllo antidoping si difende: "Nell'attesa che vengano compiuti tutti gli accertamenti del caso - dichiara all'Ansa Lucioni - mi limito a dire di aver esclusivamente seguito le prescrizioni del medico sociale del Benevento e di aver esclusivamente assunto, in totale buona fede, farmaci terapeutici da lui indicati".

TORINO, AGROPPI: "BATTERE LA JUVE DA' SODDISFAZIONE A TUTTI"

Aldo Agroppi, ex centrocampista granata, parla ai microfoni di tuttomercatoweb.com: "Battere la Juve dà soddisfazione a tutti, figuriamoci per il Torino. Sarebbe straordinario, ma non ci facciamo illusioni. Ci basta la nostra leggenda, se dovessimo essere sconfitti non piangeremmo. Sarebbe al contrario la Juve a dover piangere se perdesse, visto che è meno abituata alle sconfitte. La Juve ha sempre avuto grandi calciatori e anche grande protezione. È anche una delle più forti in Europa. Siamo il ceto medio contro la razza padrona, intesa nel senso buono: va riconosciuto cioè il valore di una squadra con un organico forte e di una società competente e caratterizzata da forte disciplina. Non si sgarra e i calciatori lo sanno". Poi due parole su Belotti: "Di lui mi piace tutto. È completo, forte di testa, abile nel tiro e nel dribbling oltre che a dialogare con i compagni. Me lo tengo stretto e non si discute però se proprio devo esprimere un parere personale gli darei una maglia di due taglie superiore, in modo che non si veda quella gobbetta che ha e che potrebbe farlo sembrare della Juve... Ma lo accettiamo anche così perchè è comunque straordinario. Complimenti al presidente Cairo che ha saputo trattenerlo. Non era per niente scontato".

BOLOGNA, POLI: "SE FOSSI TIFOSO BAGGIO SAREBBE IL MIO IDOLO"

Andrea Poli, centrocampista del Bologna, ha parlato tramite il sito ufficiale del club: "Il mio giocatore preferito da bambino? Giocano ancora, si chiamano Pirlo e De Rossi. Se fossi un tifoso il mio idolo sarebbe Roberto Baggio. Il mio compagno di stanza è Palacio, che è anche il calciatore che non avrei voluto trovarmi contro. Di Bologna mi piace la sua vivibilità. Il ricordo più bello è della prima partita: mi hanno colpito l'atmosfera e l'appoggio dei tifosi".

CHIVU: "SPALLETTI SCELTA GIUSTA PER L'INTER"

Chivu, ex di Roma e Inter, ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “Rivedere la Champions da vicino è sempre un’emozione particolare. Io ho avuto la fortuna di vincerla e ho avuto modo di sperimentare questa sensazione unica che solo questo trofeo riesce a darti. L’Inter non vince dal 2011? Sono cambiate tante cose negli ultimi sette anni all’Inter perché sono cambiate due proprietà e diventa tutto più difficile. Sono sei anni che l’Inter non riesce più a vincere purtroppo. Un giudizio su Spalletti? E’ un grandissimo allenatore, è la scelta giusta per i nerazzurri. Ci ho lavorato per due anni alla Roma e posso dire che è molto preparato, lavora tanto sul campo e riesce a dare la sua impronta alle squadre che allena. Juventus e Napoli possono ambire a vincere la Champions? Perché no, ci speriamo tutti e ci metterei anche la Roma che ha possibilità di vincere questo trofeo. La Juventus è un passo avanti rispetto alle altre perché ha l’abitudine a questa competizione e ha l’esperienza di due finali negli ultimi tre anni, anche se le ha perse. La Champions è difficile da vincere perché alla fine può capitare di tutto e alla fine la vincono le squadre più forti. Le favorite poi sono sempre le stesse squadre, il Real Madrid, il Barcellona, il Bayern Monaco e la Juventus. E anche il Manchester United per il nome che ha e per quello che rappresenta quel club. L’attaccante più forte di questa Serie A? Per quello che sta dimostrando direi Belotti che ha avuto una crescita importante. E’ concreto ed è quello che ha avuto il salto di qualità più grande. Poi ci metto Icardi e Higuain. Mertens non lo considero una prima vera prima punta anche se sta interpretando quel ruolo in maniera pazzesca, gioca a tutto campo e questo gli permette di mettere in mostra tutte le sue qualità. Da esterno era devastante e ogni volta mi stupisce di quello che fa come centravanti: complimenti a lui e a Sarri”

BENEVENTO, LUCIONI POSITIVO ALL'ANTIDOPING: SOSPESO IN VIA CAUTELARE

Fabio Lucioni (tesserato FIGC) è stato riscontrato positivo alla sostanza Clostebol Metabolita a seguito di un controllo disposto da Nado Italia al termine della competizione “Campionato di calcio Serie A : Benevento–Torino” svoltasi a Benevento in data 10 settembre 2017.

CAFU: "SECONDO ME LA JUVE È PIU' FORTE DI UN ANNO FA"

Marcos Cafu, ex giocatore di Roma e Milan, è intervenuto a "Tutti Convocati" in onda su Radio 24: "Secondo me la Juve è più forte di un anno fa, anche se sono andati via due pezzi importanti della squadra. Il concetto di calcio è sempre lo stesso, la maniera di giocare è sempre la stessa sia del Napoli che della Juve, rispetto ad un anno fa. La Juve è quella che non molla mai, è sempre la squadra che comincia il campionato al 100%, cerca di fare più punti possibili".

INTER, CHIVU: "SPALLETTI È IL MIGLIOR ACQUISTO"

Cristian Chivu, ex difensore dell'Inter, è intervenuto a Radio 24: "Spalletti è l’uomo giusto per l’Inter, era la scelta migliore da fare visti gli ultimi anni difficili dovuti a mille cose. Si parlava di 200 milioni di budget per comprare calciatori che poi per motivi diversi non sono arrivati, ma è proprio Spalletti il miglior acquisto dell’Inter. È molto pignolo, anche nelle riunioni parla molto, lui tocca sempre l’argomento giusto, è uno che in campo lavora tanto, uno che prepara la partita come pochi e insegna tanto”.

REAL MADRID, MARCELO OUT ALMENO UN MESE PER UN PROBLEMA MUSCOLARE

Il Mundo Deportivo annuncia sul suo sito che l'esterno del Real Madrid, Marcelo, sarà costretto ad un mese di stop a causa di una lesione al polpaccio della gamba sinistra.

TORINO, MIHAJLOVIC: "N'KOULOU, ACQUISTO MOLTO IMPORTANTE. DA' SICUREZZA ALL'INTERO REPARTO"

Sinisa Mihajlovic, in conferenza stampa, ha anche parlato di Nicolas N'Koulou, difensore arrivato dall'Olympique Lione nell'ultima finestra di calciomercato: "L'ho inserito fin da subito, già due giorni dopo il suo arrivo. Ha esperienza e classe, dà sicurezza all'intero reparto. È un acquisto molto importante, bisogna fare i complimenti al presidente e a Petrachi. Non era facile prendere un calciatore del genere dal Lione. Con lui e Sirigu in porta siamo migliorati e sono molto contento, anche se dobbiamo migliorare certi errori".

MILAN, SAVICEVIC: "QUESTO MILAN È MOLTO FORTE. SPERIAMO ARRIVI IN CHAMPIONS"

Dejan Savicevic, ex rossonero, ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Milan TV: "Questa estate sono arrivati tanti nuovi giocatori bravi tecnicamente. La rosa è molto più forte rispetto agli anni precedenti e si vede dai risultati. Sono convinto che faranno un risultato migliore rispetto agli anni precedenti e speriamo di arrivare in Champions League".

ROMA, DI FRANCESCO SU FLORENZI: "ALLENARLO È GRATIFICANTE. CI DARA' GRANDI SODDISFAZIONI"

Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro l'Udinese parlando anche di Alessandro Florenzi: "Può davvero essere un jolly. Allenandolo mi rendo conto che lui ha questa capacità impressionante di poter giocare ovunque, sempre con la stessa voglia e disponibilità. Per un allenatore è gratificante. Penso di aver capito quale sia il ruolo ideale ma non lo dico qua perché rischio di fare una figuraccia. Sono contentissimo di poterlo allenare, ci darà grandi soddisfazioni".

CROTONE, NICOLA: "CADERE SERVE A RIALZIARSI PIU' FORTI DI PRIMA"

Davide Nicola, allenatore del Crotone, ha parlato della situazione attuale della sua squadra: "Cadere serve a rialzarsi più forti. Dobbiamo giocare la prossima partita con la mentalità giusta, con la compattezza e quel lavoro di squadra che è la nostra forza e che non abbiamo avuto a Bergamo. Mi aspetto il Crotone che conosco e che giochi come sa fare, non quello che a Bergamo mi ha fatto incavolare perché non ha usato le sue armi per far male all'Atalanta. Bisogna lavorare con fiducia per far crescere la squadra".

TORINO, MIHAJLOVIC: "NIANG È ARRIVATO QUI CON 3-4 KG IN PIU'"

L'allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic, nel corso della conferenza stampa ha parlato a lungo di M'baye Niang, attaccante arrivato dal Milan nelle ultime ore di calciomercato: "Con Niang bisognerà lavorare molto sulla testa, anche se è indietro pure dal punto di vista della condizione fisica. È arrivato qui con 3-4 kg in più e ci vuole un po' di tempo. Al momento non mi dà quello che mi aspetto da lui, ma giocando può tornare ad essere il calciatore che mi aspetto. Sicuramente partirà dall'inizio, poi vedremo quanto durerà".

REAL MADRID, ZIDANE: "NON SONO PREOCCUPATO. LA SQUADRA CREA OCCASIONI DA GOL"

Il tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, ha parlato in conferenza stampa del momento altalenante dei Blancos: "Non mi concentro sul brutto momento e non sono preoccupato, abbiamo la fortuna di poter cambiare rapidamente questa situazione. I 7 punti di distacco non mi importano. Potrebbero essere anche 10 o 15, l'importante è che alla fine saremo lì a giocarcela, questo lo garantisco. Non sono preoccupato perché la squadra crea occasioni da gol. Se non lo facesse, allora, sarei preoccupato".

TORINO, MIHAJLOVIC: "È UN DERBY TRA POPOLO E PADRONI"

Sinisa Mihajlovic, allentatore del Torino, in conferenza stampa parla del derby contro la Juve: "Walt Disney diceva: 'Se puoi sognarlo, puoi farlo'. E noi seguiamo i nostri sogni. Questa è una sfida tra popolo e padrone, tra passione e ragione. Credo in un nessun altro derby ci sia così tanta differenza in termini di storia. Dobbiamo sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno".

ALLEGRI: "100 MILIONI PER BELOTTI? NON LI HO"

Massimiliano Allegri risponde in conferenza stampa alla domanda riguardante il valore di Andrea Belotti, primo ostacolo di domani nella sfida tra Juve e Toro: "Non so se pagherei 100 milioni di euro per il Gallo. Non li ho. Belotti è un giocatore importante, punto fermo del Toro e della Nazionale".

CROTONE, NICOLA: "CADERE SERVE PER RIALZARSI"

In attesa della delicatissima sfida salvezza contro il Benevento, Davide Nicola prova a caricare il Crotone: "Cadere serve a rialzarsi più forti di prima. Dobbiamo fare la partita con la nostra mentalità, con la compattezza e quel lavoro di squadra che è la nostra forza e che non abbiamo avuto a Bergamo. Io domenica mi aspetto il Crotone che conosco e che giochi come sa fare, non quello che a Bergamo mi ha fatto incavolare perché non ha usato le sue armi per far male all'Atalanta. Ci mancano i punti che meritavamo con il Verona e forse anche il pari con il Cagliari, ma probabilmente non li abbiamo in tabellino perché non siamo del tutto pronti. Bisogna lavorare con fiducia per far crescere la squadra". 

BERNA, SFOGO SOCIAL: "STUFO DELL'IGNORANZA"

Federico Bernardeschi si è sfogato in un commento sui social: "Ok, mi trovo qui a dover sottolineare cose che dovrebbero essere la base, è vero, ma purtroppo a quanto pare neanche la base è più scontata ormai. Giocare '1 minuto' e gioire comunque della vittoria della propria squadra (come mi è stato scritto) NON E' MANCANZA DI UMILTA'"!! Semmai l'esatto opposto!". "Sono anche un po' stufo di tutta l'ignoranza del branco, forte proprio perché branco, gridata con due bestemmie e 4 parolacce a caso... che come messaggio lascia il nulla" ha aggiunto in risposta alle offese e agli insulti dei tifosi della Fiorentina che non gli hanno perdonato il passaggio alla Juventus. 

UDINESE: DELNERI "ALLENATORE SEMPRE IN DISCUSSIONE MA SONO SERENO"

"L'allenatore è sempre in discussione, dipende dai risultati. Ma sono sereno per il lavoro fatto". Lo ha detto il tecnico dell'Udinese Gigi Delneri, nella conferenza stampa in vista della trasferta dell'Olimpico contro la Roma. "Dobbiamo migliorare quelle che sono le nostre difficoltà - ha aggiunto - Certo per il ruolo di un allenatore contano più i risultati del gioco ed è l'allenatore che risponde dei risultati negativi". L'Udinese, comunque, a suo giudizio "sta pagando a caro prezzo la falsa partenza delle prime due partite" e la Roma, "squadra in lotta per la Champions, con giocatori di spessore", "è un avversario poco abbordabile sulla carta. Ma giochiamo 11 contro 11, dobbiamo fare la nostra partita sperando di fare meno errori".

DI BIAGIO: "TOTTI ALLENATORE? LUI PUO' FARE TUTTO"

"Totti mi sta sorprendendo: già solo per il fatto che si stia mettendo in discussione e si stia mostrando curioso di capire il mondo che lo circonda. Non è da lui, ma so che negli spogliatoi muove le pedine sulla lavagna di Di Francesco per capire i movimenti. Per lui è una sfida". Lo ha detto il tecnico della Nazionale Under 21, Luigi Di Biagio, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sulla decisione di Francesco Totti, di frequentare il corso da allenatore a Coverciano dopo il ritiro avvenuto lo scorso 28 maggio. "Non so se potrà fare l'allenatore in futuro. Ma con il carisma che ha, può fare tutto. Il problema e' che lui capisca cosa vuole fare da grande. Io vedo difficile che un bomber possa gestire un gruppo, ma ci sono sempre le eccezioni. Vedi Montella, che è bravissimo".

SPARTA PRAGA: STRAMACCIONI, DUE GARE-ULTIMATUM

Ancora due partite. O le vince, oppure scatterà l'esonero. Per Andrea Stramaccioni l'avventura allo Sparta Praga rischia di finire presto. Dopo 7 partite, la squadra ha 11 punti, a 10 dalla capolista Plzen che le ha vinte tutte (21 punti) e occupa il quinto posto in classifica. Troppo poco per un club che "deve" vincere lo scudetto. Così la società ha fissato un obiettivo: due gare, le prossime. Se non arrivano i 6 punti, arriverà l'esonero.

BOLOGNA: KREJCI OPERATO ALLA MASCELLA

Il Bologna fa sapere che Krejci è stato sottoposto a intervento chirurgico per la riduzione della frattura del seno mascellare di sinistra. L’operazione, eseguita dal Prof. Claudio Marchetti e dal Prof. Alberto Bianchi presso l’unità di chirurgia maxillo-facciale del Policlinico Sant’Orsola, è perfettamente riuscita. Il giocatore verrà dimesso nella giornata di domani e riprenderà ad allenarsi tra una settimana.

MILAN: AUGURI A RONALDO CON GOL NEL DERBY

Anche il Milan fa gli auguri a Ronaldo, pubblicando su Twitter il video del suo gol nel derby.

JUVE: ALLENAMENTO NEL POMERIGGIO A VINOVO

In vista del derby di domani sera, la Juve scenderà in campo nel pomeriggio a Vinovo. Per Allegri 4-2-3-1 con il rientro tra i titolari di Lichtsteiner, Chiellini e Alex Sandro.

STRINIC ATTACCA SARRI: "UOMO FREDDO E..."

L'ex Napoli Ivan Strinic attacca Maurizio Sarri dalle pagine del Secolo XIX: "Non sono andato a Napoli per stare in panchina e guardare il mio conto in banca - ha detto il difensore della Sampdoria - Ho aspettato tanto la mia occasione, Sarri mi ha concesso qualche chance, ogni tanto. Ma non mi ha mai dato la continuità di quelle 6-7-8 partite di fila, necessarie per dimostrare qualcosa. Eppure ogni volta che giocavo le critiche e i giudizi erano positivi. Ma Sarri è fatto così, anche dal punto di vista umano è decisamente freddo".

SERENA: "ANDRE' SILVA E KALINIC DEVONO LAVORARE SUGLI AUTOMATISMI"

Aldo Serena dà un giudizio sulla coppia d'attacco del Milan Andrè Silva-Kalinic. "Mi sembra che siamo di fronte a due attaccanti che hanno caratteristiche diverse a livello tecnico e di movimenti, ma tendono a giocare nella stessa zona di campo - ha detto l'ex bomber a Tuttosport - Cioè quella centrale del fronte offensivo. Nessuno dei due ama allargarsi sulla fascia. Questo dato di partenza rende non immediata la loro capacità di giocare insieme. Devono lavorare molto sugli automatismi".

INTER: "TANTI AUGURI FENOMENO"

L'Inter omaggia Ronaldo nel giorno del suo compleanno. L'ex attaccante brasiliano, in nerazzurro dal 1997 al 2002, spegne oggi 41 candeline. "Prelevato dal Barcellona nell'estate del 1997 al termine di una storica trattativa di mercato, fece battere il cuore di San Siro e dei tifosi interisti come pochi altri prima di lui", ricorda il club in una nota sul sito ufficiale. "Al termine della sua indimenticabile esperienza in nerazzurro, conclusasi nel 2002, le sue reti saranno 59 in 99 presenze complessive (memorabile quella realizzata contro la Lazio nel trionfo nella finale della Coppa Uefa 1998 a Parigi)". "Tanti auguri all'unico vero Fenomeno, Ronaldo Luis Nazario de Lima, che compie oggi 41 anni!".

INTER: CANCELO TORNA PER IL DERBY

Il rientro di Joao Cancelo è previsto per metà ottobre, quando si giocherà il derby Inter-Milan. La distrazione a un legamento del ginocchio destro di fine agosto è in fase di risoluzione, il mese di stop previsto sta per scadere, ma l'impiego eventuale di Cancelo prima della sosta (Benevento-Inter del 1 ottobre) è da escludere.

ADL: "IL GOL DI MERTENS MI HA... AGITATO"

"Non me lo aspettavo. Ho visto che si girava e poi ho visto questa palla entrare nell'angolo destro della porta e sono rimasto basito, incantato". Così Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ai microfoni di '24Mattino' ha commentato lo strepitoso gol di Mertens contro la Lazio, una prodezza che ha ricordato Maradona. "Ho sublimato questa sensazione gustandola olfattivamente sulle papille per qualche minuto, non ci credevo, è stato molto bello", ha spiegato il patron. "Non mi accorgevo più di quanti caffè stavo bevendo, mi portavano caffè fatti con una miscela di Torre Annunziata, e a un certo punto mi sono venute anche le palpitazioni". "Se gli farò un regalo per questo gol? Mertens ce lo ha già fatto lui, poi sembrerebbe una cafonata dovere rispondere a regalo con regalo", ha aggiunto.

COPPA DI RUSSIA: LO ZENIT DI MANCINI ELIMINATO

Primo dispiacere per Roberto Mancini alla guida dello Zenit: la squadra di San Pietroburgo è stata eliminata dalla Coppa di Russia per mano di un club rivale cittadino di seconda divisione, la Dynamo San Pietroburgo. Lo Zenit, solitario in vetta al campionato (imbattuto dopo dieci giornate), è stato sconfitto per 3-2 ai tempi supplementari in una delle gare dei sedicesimi di finale. Rimasti in dieci dopo pochi minuti per l'espulsione di Mevlja, gli uomini di Mancini sono andati a riposo sotto di due reti ma, grazie alla reazione nella ripresa, sono riusciti a rimettere in equilibrio la situazione con i gol dell'ex romanista Paredes e di Poloz; ai supplementari, tuttavia, è arrivato il terzo gol della Dynamo con un rigore di Kulishev (autore di una doppietta, di Barsov l'altra marcatura).