TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

ALISSON: "DOBBIAMO LAVORARE SULLA TESTA"

Il portiere della Roma, Alisson, commenta così il pareggio di San Siro contro l'Inter: “Quando un portiere fa una bella partita ma poi prende gol è come non aver giocato bene. Purtroppo Brozovic ha fatto un gran cross e Vecino è stato bravo a segnare. Però dobbiamo ragionare di squadra e dobbiamo fare meglio, non è un buon momento per noi e dobbiamo solo pensare a lavorare. Cosa è mancato nel finale? Più che un calo fisico abbiamo avuto un calo mentale. Dobbiamo lavorare sulla mentalità e migliorare sulla gestione. Nel finale abbiamo smesso un po’ di giocare e non possiamo farlo contro una squadra forte come l’Inter. Questo pareggio ci fa fare un passo indietro ma dobbiamo pensare solo a migliorare come squadra. Ho vinto la sfida Brasile-Argentina contro Icardi? C’è sempre questa sfida tra Brasile e Argentina. Ma è un piacere affrontare Icardi perché è fortissimo”.

INTER, VECINO: "NON POTEVAMO PERDERE"

"Non potevamo perdere, ce l'abbiamo messa tutta, nel secondo tempo abbiamo messo sotto la Roma e abbiamo meritato il pareggio. Non potevamo continuare a non fare punti ma ora dobbiamo gia' pensare alla prossima gara". Cosi' il match-winner nerazzurro Matias Vecino, dai microfoni di Premium Sport, sul pareggio dell'Inter contro la Roma. "Dobbiamo tornare subito alla vittoria - aggiunge l'uruguayano - ma e' stata positiva la reazione della ripresa. Siamo in un momento di difficolta', ma questa e' la strada giusta per tornare a fare i tre punti".

BERLUSCONI: "IL MILAN? NON GUARDO PIÙ LE SUE PARTITE"

"Il Milan? Io non lo guardo piu' perche' il modulo di gioco e' contrario a tutti i miei principi calcistici con cui sono diventato il presidente piu' premiato della storia. Non hanno sentito i miei consigli. L'acquirente cinese con noi ha sempre mantenuto la parola". Lo afferma Silvio Berlusconi ospite a Non e' l'Arena su La7. A chi gli fa notare che forse la piu' competitiva e' la Juve, il Cav aggiunge: "La Juve riesce ad essere in testa, ma finora non ha vinto la Champions".

CHIEVO, GOBBI: "QUI UOMINI VERI, POSSIAMO VENIRNE FUORI"

La Lazio batte il Chievo 5-1, ad analizzare la gara e il posizionamento in classifica è Massimo Gobbi: “Al punteggio non bisogna guardare anche c’è amarezza e delusione. Dobbiamo pensare che a tratti abbiamo fatto una bella gara. Bisogna fare meglio per non concedere nulla. Di occasioni ne abbiamo avute, abbiamo preso gol forse nel nostro momento migliore. Abbiamo ora lo stimolo di dover giocare contro una grande squadra come la Juventus nel prossimo turno. La classifica – spiega Gobbi - va guardata relativamente, qui ci sono uomini veri, lavorando possiamo venirne fuori”.

UDINESE, ODDO: "MENO INCISIVI DEL SOLITO"

La Spal frena l’Udinese. Mister Oddo commenta così la gara: “Abbiamo fatto un buon primo tempo. Siamo poi stati troppo leziosi e non abbiamo concretizzato. Quando hai la partita in mano nel primo tempo e non fai gol, può capitare che l’altra squadra viene fuori. Nel secondo tempo non abbiamo fatto bene, ci può stare, fa parte del percorso di crescita dei ragazzi. Proprio per questo motivo si gioca nell’Udinese e non nel Manchester City. Siamo stati meno incisivi del solito, avevamo parecchie difficoltà”.

CROTONE, STOIAN: "GIORNATA PERFETTA"

“Giornata perfetta”. Cento presenze in rossoblu per Adrian Stoian che festeggia con un gol e una grande prestazione contro il Verona. “I risultati non erano dalla nostra, siamo contenti. Sulle qualità dei giocatori che sono arrivati – spiega Stoian - non c’erano dubbi. Speriamo come collettivo di andare sempre più avanti, sono contento per oggi, sapevamo che era uno scontro salvezza e lo abbiamo portato a casa”.

SAMP, QUAGLIARELLA: "GARA INDIMENTICABILE"

“Giornata indimenticabile e ricca di emozioni”. Fabio Quagliarella il grande protagonista della Sampdoria che batte la Fiorentina grazie a una sua tripletta: “Tre gol per noi, record personale, poi i tifosi che hanno cantato più di qualche minuto, in campo avevo i brividi. Dopo il brutto schiaffo di Benevento ci voleva una prestazione così, lo dovevamo a tutti, il risultato viene di conseguenza. Il gol più difficile? Il primo come gesto tecnico. Ora bisogna recuperare energie”.

VERONA, FUSCO: "VALUTIAMO L'IPOTESI DEL RITIRO PUNITIVO"

Momento delicato in casa Verona dopo la sconfitta col Crotone. Di seguito le dichiarazioni del direttore sportivo gialloblu, Filippo Fusco: “Siamo amareggiati e delusi per questa situazione ma dobbiamo prenderne atto, assumendoci le nostre responsabilità e reagendo. Non abbiamo giocato all'altezza delle nostre qualità, questo era uno scontro da poter vincere, non abbiamo giocato all'altezza delle nostre possibilità. Stiamo riflettendo sulla situazione dell'allenatore, tutti siamo in discussione, compresi me e i calciatori. Stiamo valutando l'ipotesi del ritiro punitivo, tutti devono assumersi le proprie responsabilità perché non si può accettare la prestazione di oggi, non rispecchia il vero valore dei giocatori”.

ATALANTA, MASIELLO: "NON FACCIAMO DRAMMI"

“Abbiamo preparato la partita nella solita maniera, oggi purtroppo è arrivata la sconfitta ma non facciamo drammi e rivediamo gli errori commessi. Dobbiamo cercare di guardare avanti con fiducia. La nostra è una squadra giovani e stiamo ottenendo dei risultati incredibili, riprendiamo il nostro cammino”. Questo il commento del giocatore dell’Atalanta, Andrea Masiello a margine della sconfitta col Napoli.

BOLOGNA, DONADONI: "VERDI CAPITANO, SCELTA DELLA SQUADRA"

“Buona partita, non era semplice affrontare questa squadra che sta vivendo un periodo positivo”. Queste le parole del tecnico del Bologna, Donadoni a margine della vittoria ottenuta col Benevento: “Siamo partiti bene, poi abbiamo subito un contropiede in cui siamo stati anche fortunati. Dopo questo episodio la squadra si è un po’ disunita ma poi ha controllato bene la gara e aumentato il bottino. Verdi capitano è stata una scelta della squadra, Mirante gli ha ceduto volentieri la fascia. Buona la prestazione di Dzemaili, non è ancora al massimo come ritmo partita ma il suo è stato un buon rientro”.

LAZIO: "PER IMMOBILE TRAUMA DISTRATTIVO AL QUADRICIPITE DESTRO"

Al termine dalla gara contro il Chievo, il coordinatore dello Staff Medico della Lazio, dott. Fabio Rodia, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: “Ciro Immobile ha subito un trauma distrattivo al quadricipite destro; si è sottoposto subito ad accertamenti ma tra 48 ore gli ulteriori esami ci consentiranno di avere una diagnosi completa”.

TORO, MAZZARRI: "OGGI NON SIAMO STATI BRILLANTI"

“Quando un allenatore subentra a stagione in corso non è semplice uniformare la preparazione”. Così mister Mazzarri commenta il pareggio del suo Toro col Sassuolo: “Oggi non siamo stati brillanti, ma bisogna fare i complimenti al Sassuolo che si è dimostrata una signora squadra. Il pareggio credo sia un risultato giusto. Noi abbiamo ancora molto da lavorare. Il cambio di modulo? Oggi ho dovuto far così perché soffrivamo. Ma come ho già detto io voglio una squadra che sia in grado di cambiare pelle in corsa. Ho dovuto ritardare i cambi perchè avevo la sensazione che diversi calciatori avessero necessità di una sostituzione. Alla fine Niang mi ha chiesto il cambio e ho scelto di inserire Boyè al suo posto. Ansaldi? Quando starà bene potrà ricoprire tutti i ruoli, gioca con grande sicurezza ed è un calciatore universale. Belotti? Martedì parlerò con lui per capire se quel fastidio che sente c’è ancora e mi dirà lui, col dottore, quando se la sentirà di stare bene. Guai ad accelerare, le ricadute a questo punto dell’anno sarebbero devastanti."

LAZIO, INZAGHI: "GIOCANDO BENE CI SI DIVERTE E SI VINCE"

Tre punti per allungare in chiave Champions. O, comunque andrà a San Siro tra Inter e Roma, per puntellare una classifica esaltante. La Lazio travolge anche il Chievo e Simone Inzaghi è giustamente raggiante: "Siamo in un bel momento, la nostra classifica è buona e potevamo anche avere qualche punto in più. Questa è una squadra che ha margini di miglioramento importanti. I ragazzi si divertono, sono consapevoli della loro forza e giochiamo bene".

SASSUOLO, IACHINI: "BERARDI STA RITROVANDO FIDUCIA"

Contento del gioco, meno del risultato e delle tante occasioni non sfruttate. Così Beppe Iachini ai microfoni di 'Rai Sport' dopo il pareggio con il Torino. "Stiamo crescendo sul piano del gioco, creiamo tante occasione che poi però non riusciamo a trasformare in gol, peccato perché poi su una palla inattiva abbiamo preso gol in maniera sfortunata ma la squadra ha giocato, ha creato i presupposti per vincerla, peccato, i ragazzi stanno crescendo e dobbiamo continuare su questa strada, poi i gol arriveranno. Berardi? Sta ritrovando fiducia e poi deve provare a fare quello che sa fare".

CROTONE, ZENGA: "VITTORIA IMPORTANTE MENTALMENTE"

Walter Zenga si gode il preziosissimo successo contro il Verona e non nasconde la sua soddisfazione ai microfoni di 'Radio Rai'. "I tre nuovi si sono inseriti subito e gli altri li hanno seguiti a ruota. E' importante lavorare bene ma non dobbiamo dimenticarci che entusiasmo e qualità non devono mai mancare - ha spiegato il tecnico del Crotone -. Questo successo vale molto mentalmente, eravamo reduci da tre ko consecutivi giocando comunque in maniera intelligente contro tre corazzate del calcio italiano. Oggi abbiamo raccolto i frutti di quelle partite, ora testa al Cagliari. Tranquillo sarò solo a salvezza raggiunta".

SAMP, GIAMPAOLO: "HO RIVISTO LA MIA SQUADRA"

“Bella Samp, mi è piaciuta”. Così Giampaolo commenta la vittoria ottenuta contro la Fiorentina: “Quagliarella ha dimostrato di essere un grande giocatore e corre come un ragazzino. Avevamo bisogno di divertirci, l’avevo detto ai ragazzi. Ho rivisto la mia squadra”.

FIORENTINA, PIOLI: "MI ASPETTAVO DI PIU', NON SIAMO STATI SQUADRA"

Una ripresa molto amara per la Fiorentina, travolta dalla Samp e da un grandissimo Quagliarella: “Mi aspettavo di più perché avevamo le qualità per fare qualcosa in più" ha commentato nel post partita il tecnico viola Stefano Pioli. "Abbiamo fatto bene solo all’inizio ma siamo stati meno squadra del solito, siamo stati meno compatti, siamo rimasti in partita fino al loro primo gol e poi sul 2-0 è diventata troppo difficile. Poi devo dire che il campo di Marassi è un campo che non ci può stare in Serie A. Non si può giocare su un terreno del genere nel 2018 in Italia ma chiaramente il terreno c’era anche per la Samp che ha meritato di vincere. Non abbiamo fatto una gara di livello come contro l’Inter, abbiamo giocato con pochissima continuità: dobbiamo tornare subito ai nostri livelli. Obiettivo sesto posto? Noi vogliamo fare più punti del girone di andata, questo è il nostro obiettivo. Dobbiamo ripartire subito e vedremo alla fine se riusciremo a fare meglio della prima parte del campionato".

GENOA, ROSSI SI FERMA

Niente da fare per Giuseppe Rossi che non ha preso parte alla rifinitura del Genoa. In accordo con Staff tecnico e medico, il calciatore è stato lasciato a riposo e dovrebbe tornare ad allenarsi in gruppo tra qualche giorno, salta la partita di domani in programma con la Juventus.

TROPPO VENTO, CAGLIARI-MILAN A RISCHIO RINVIO

Cagliari-Milan potrebbe essere rinviata. Il troppo vento sta mettendo a rischio la partita in programma alle 18 alla Sardegna Arena. Nei prossimi minuti verrà effettuata una ricognizione e verrà presa in esame l'eventualità del rinvio.

NAPOLI: ADL "BRAVI TUTTI, GRANDE VITTORIA"

"Ragazzi, questa è una grande vittoria ! Bravi tutti". Così il presidente del Napoli De Laurentiis in un tweet.

ATALANTA: GASPERINI "GOL DI MERTENS? ACCETTABILE SE NON CI FOSSE IL VAR"

Il tecnico dell'Atalanta Gasperini commenta così la sconfitta casalinga contro il Napoli: "In questa partita non abbiamo avuto la stessa lucidità e velocità d'esecuzione rispetto al solito: siamo stati più lenti e un po' appannati - ha detto a Premium Sport - Poi la gara è stata molto equilibrata, decisa dall'episodio del gol di Mertens. Episodio che poteva capitare da una parte o dall'altra. Il gol di Mertens in sospetto fuorigioco? Non l'ho rivisto ma il fuorigioco o c'è o non c'è. Se non ci fosse il VAR sarebbe una situazione accettabile, ma se il VAR dimostra che è fuorigioco la decisione è molto meno accettabile".

ATLETICO: DIEGO COSTA OUT 10 GIORNI

L'Atletico Madrid dovrà fare a meno di Diego Costa per 10 a giorni a causa di un problema muscolare. L'attaccante dovrà saltare così il ritorno dei quarti di finale di Coppa del Re contro il Siviglia e il match di campionato contro il Las Palmas.

SAMPAOLI IN TRIBUNA PER ATALANTA-NAPOLI

Ospite speciale a Bergamo. In tribuna a vedere Atalanta-Napoli c'è Jorge Sampaoli. Il ct dell'Argentina è arrivato in Italia per vedere Papu Gomez. In serata sarà a San Siro per Inter-Roma dove visionerà Icardi e Fazio.

Le news di giornata

SPAL, SEMPLICI: "CONTENTO DEI NUOVI ARRIVI"

In casa Spal c’è voglia di ripartire bene dopo la sosta. Bisognerà affrontare l’Udinese di Oddo, mister Semplici presenta così la gara: “Affrontiamo una squadra in salute e forte fisicamente nelle ripartenze. Bisognerà interpretare bene le situazioni che si creeranno. Stiamo lavorando sotto il punto di vista mentale. Sui nuovi arrivi sono contento. C’erano dei reparti in cui dovevamo rinforzarci e lo abbiamo fatto. Ora va completata la difesa”.

GENOA, LIEVE RISENTIMENTO PER ROSSI

Il Genoa prepara la sfida contro la Juventus, l’allenamento di oggi al Centro Signorini, dopo l’avvio in sala riunioni per analisi e indottrinamenti, ha visto una serie di esercitazioni a prevalente carattere tattico, con partitelle, conclusioni in porta e altre prove. Sotto osservazione le condizioni di Veloso, Rossettini e Rossi. I primi due si sono allenati regolarmente, svolgendo l’intero programma. Rossi ha concluso la seduta anticipatamente, a causa dei postumi di un lieve risentimento. Per le valutazioni sarà decisiva la giornata di domani, prima della partenza per Torino.

FIORENTINA, OUT THEREAU E LO FASO

Pubblicata la lista dei convocati alla vigilia di Sampdoria-Fiorentina dal tecnico Pioli: Badelj, Benassi, Biraghi, Cerofolini, Chiesa, Cristoforo, Gil Dias, Dragowski, Eysseric, Gaspar, Babacar, Laurini, Milenkovic, Olivera, Pezzella, Sanchez, Saponara, Simeone, Sportiello, Vitor Hugo e Zekhnini. Il report dei calciatori assenti: Cyril Thereau, a seguito di un trauma contusivo verificatosi durante l’allenamento, ha riportato la frattura del quinto arco costale di sinistra. Il calciatore prosegue nel suo lavoro differenziato e il reintegro in gruppo verrà valutato nel corso dei prossimi giorni. Il Calciatore Simone Lo Faso non sarà tra i convocati per la partita contro la Sampdoria a causa di un attacco influenzale.

INTER, TRE MAGLIE PER LE SORELLE FANCHINI

Tre maglie dell'Inter, autografate da tutti i giocatori nerazzurri, sono state donate oggi a Cortina, in occasione della gara di Coppa del Mondo di sci, alle sorelle Elena, Nadia e Sabrina Fanchini. Un omaggio alle speciali tifose interiste, e insieme un augurio ad Elena, che nelle scorse settimane ha annunciato lo stop temporaneo alle gare dopo la diagnosi di un tumore. Le maglie autografate sono quelle donate da Mauro Icardi, Ivan Perisic e Antonio Candreva.

TORO, I CONVOCATI PER IL SASSUOLO: SALTA BELOTTI

Mazzarri ha diramato la lista dei convocati del suo Torino per la sfida contro il Sassuolo, di domani 21 gennaio, alle ore 15:00. L’elenco, portieri: Ichazo, Milinkovic-Savic e Sirigu. In difesa: Ansaldi, Barreca, Bonifazi, Burdisso, De Silvestri, Molinaro, Moretti e N'Koulou. A centrocampo: Acquah, Baselli, Gustafson, Obi, Rincon, Valdifiori. Attaccanti: Berenguer, Boyé, Iago Falque, Ljajic, Niang e Sadiq.

FIORENTINA, PIOLI: "LA SQUADRA HA LAVORATO BENE"

Gara in trasferta per la Fiorentina di Pioli, impegnata a Genova contro la Samp. “La sosta serviva per rifiatare. Mi è piaciuto come la squadra ha lavorato in settimana. Assenze di Astori e Veretout? Non mi preoccupano. Chi ha lavorato bene si farà trovare pronto. Hugo è cresciuto tanto, non si è mai depresso nei momenti difficili, ha delle belle caratteristiche fisiche, sono sicuro delle sue qualità. Contro la Sampdoria bisognerà giocare da squadra. Non ho mai avuto un gennaio così tranquillo in periodi di mercato aperto. Siamo stati chiari nelle regole di lavoro e ho visto solo attenzione e concentrazione, sono soddisfatto. Ramirez? Calciatore di talento e qualità. Eysseric per l’aspetto difensivo forse dà più garanzie di Thereau. Lavora tanto ma la fase difensiva non è il suo forte. Per quanto riguarda la precisione in fase offensiva – spiega Pioli – credo che si possa migliorare. Saponara? Non ho dubbi sulle sue qualità, ora sta bene, ha risolto alcuni problemi e avrà lo spazio che dimostrerà di meritare”.

SAMP, GIAMPAOLO: "DOBBIAMO RECUPERARE LEGGEREZZA"

Della leggerezza, ovvero la ricetta di Marco Giampaolo per ritrovare quel sorriso negato alla Samp da un po' troppo tempo. Leggerezza e spensieratezza che pero', in vista dell'arrivo a Marassi della Fiorentina di Pioli non significa sottovalutazione o quella mancanza di concentrazione che ha imbastito la figuraccia contro il Benevento. Leggerezza che significa giocare a calcio con l'entusiasmo e la capacita' di sorprendere che e' stata la caratteristica della Sampdoria fino a un certo punto del campionato. "Abbiamo una caratteristica ben precisa: giocare. Se non lo facciamo diventiamo una squadra mediocre, diversamente riusciamo a entusiasmarci e entusiasmare. Dobbiamo giocare con leggerezza, bisogna ritrovare l'aspetto ludico". E' una sfida sicuramente difficile per la Sampdoria che trovera' di fronte una delle squadre piu' in salute del campionato: "E' una formazione che sta bene e arriva da tanti risultati utili - ha detto Giampaolo - . Ma gia' dopo la partita dell'andata avevo detto che la squadra sarebbe cresciuta. Oggi e' capace di competere con le migliori quindi sara' una gara difficile". Tutti recuperati in casa blucerchiata e possibilita' di scelta per il tecnico che ritrova Bereszynski sulla fascia destra difensiva mentre dovrebbe essere Regini a fare coppia con Silvestre al centro col pacchetto arretrato con Strinic a sinistra. A centrocampo Linetty potrebbe essere favorito su Barreto, in avanti il solito trio: Ramirez in appoggio a Quagliarella e Zapata

ATALANTA, GASPERINI: "CONTRO IL NAPOLI SENZA PENSARE AL PASSATO"

Atalanta-Napoli, domenica alle 12.30, apre la 21.a giornata di serie A. Mister Gasperini presenta così la sfida: "Sono rientrati tutti bene dalla sosta, ci siamo allenati con uno spirito buono e ora si riparte. Ci aspettiamo quattro mesi decisivi perché la stagione emetterà i suoi verdetti. Sappiamo che giochiamo contro i primi in classifica. Il Napoli è una grande squadra, per questo dovremo dare il meglio. Domani non c'entrano le gare passate - spiega Gasperini - dovremo giocare con grande determinazione perché il campionato per noi è fondamentale. Dovremo essere forti in casa per fare i punti per competere per certe posizioni. Dobbiamo creare le condizioni per strappare punti contro tutti. I precedenti col Napoli? Le partite giocate fanno storia, ma ogni gara è diversa. Noi non possiamo assolutamente pensare alle gare passate, ma solo a quella di domani. Sarà una partita dura per noi, dovremo renderla dura anche al Napoli".

INZAGHI: "ATTENTI, IL CHIEVO CI DÀ SEMPRE FASTIDIO"

Si riparte dal Chievo e non è, a dispetto dell'apparenza, una ripartenza comoda. Lo sa bene Simone Inzaghi che, infatti, tiene alta l'attenzione della sua Lazio e avvisa: "Il tabù Chievo? L'auspicio è quello di sfatarlo. Affrontiamo una squadra che contro l'Udinese ha fatto molto bene e storicamente qui all'Olimpico ci ha sempre dato fastidio. Lo scorso anno ci abbiamo perso qui a Roma. Servirà una partita molto attenta e dovremo essere bravi a concretizzare quanto il Chievo ci concederà. Vogliamo fare bottino pieno".

UDINESE, ODDO: "IL MERCATO NON CI INDEBOLISCE"

E' emergenza sulla fascia in casa Udinese, in vista della sfida di domani contro la Spal. Alle assenze certe di Angella, Ali Adnan e Behrami, si sono aggiunti nelle ultime ore due punti interrogativi sul possibile impiego di Widmer e Stryger Larsen. "E' sopraggiunto un piccolo problema a Widmer prima dell'allenamento. Stryger Larsen e' convocato, vediamo come sta. Siamo un po' in difficolta'", ha ammesso l'allenatore dell'Udinese Massimo Oddo nella consueta conferenza stampa pre-partita, giustificando la scelta di trattenere Caiazza dalla Primavera. L'allenatore pescarese non ha pensato ancora a un cambio di modulo in caso di un'assenza congiunta di entrambi i giocatori. "Sono ottimista, spero di averli entrambi a disposizione". Rispondendo a una domanda sull'andamento del mercato, Oddo ha spiegato che "la squadra non si e' indebolita, perche' chi e' partito ha avuto poco spazio. La societa' fa delle scelte anche di prospettiva, se c'e' un giocatore in cui credi e' giusto anche che vada a giocare perche' magari qua ha poco spazio. E' ovvio che in questo momento siamo corti, ma perche' abbiamo degli infortunati, ma le difficolta' aiutano a crescere, magari ti danno delle opportunita'. L'importante e' trarne beneficio. Se pensiamo che nelle difficolta' abbiamo scoperto Larsen centrale...", ha concluso.

VERONA, PECCHIA: "CERCI NON SARÀ DELLA GARA"

L’Hellas Verona si prepara ad ospitare il Crotone di Zenga. Mister Pecchia in sala stampa: “Mi piacerebbe affrontare questa gara come le ultime in casa, con lo stesso spirito e intensità. Al di là della squalifica di Bessa, sarà fuori anche Cerci, abbiamo provato a recuperarlo ma non vogliamo rischiarlo. In merito a Petkovic e Matos, sono arrivati in buona condizione, vedremo il minutaggio. Devono inserirsi velocemente, abbiamo bisogno di loro. Prima riescono ad entrare nel gruppo, prima è un vantaggio per loro e per la squadra. Partenza di Caceres? Per me il mercato ora è chiuso. Ho valide alternative, parlo solo di chi ho a disposizione. Da lunedì, eventualmente si parlerà di chi entra e chi esce. Petkovic e Pazzini insieme? Sono compatibili. Ci sono delle coppie che possono essere ben assortite. Domani l’appoggio del nostro pubblico sarà importante”.

CAGLIARI, LOPEZ: "COL MILAN PARTITA DIFFICILISSIMA"

Il Cagliari pensa alla sfida contro il Milan. “Sento dire che domani sarà una partita più agevole rispetto a quella contro la Juventus. Non è assolutamente così, sarà una partita difficilissima”. Il tecnico del Cagliari, Lopez, presenta così la gara: “Il Milan al momento è più vicino a noi in classifica ma merita il massimo rispetto, rimane una grande società con una grande storia. La squadra è fortissima, ha carattere e tanta qualità. Per fare punti dobbiamo ripetere la stessa partita fatta contro la Juventus, ma facendo ancora meglio e giocando in maniera maschia, perché sono convinto che il Milan interpreterà la gara in questo modo. I ragazzi in allenamento mi sono piaciuti, hanno mostrato grande intensità. Questa è la testa giusta per affrontare partite come quella di domani. La sosta? Era giusto staccare un po', infatti abbiamo dato qualche giorno libero, ma non poi troppo”. Su Castan: “In pochi giorni ha dimostrato la sua mentalità: sul campo si fa sentire. Il resto non lo scopro io, conosciamo le sue qualità, viene da un periodo di inattività ma si sta allenando bene. Sono convinto che potrà darci tanto”.

VERONA: OSVALDO BAGNOLI PRESIDENTE ONORARIO

Osvaldo Bagnoli, l'allenatore dello scudetto gialloblu conquistato nel 1985, è stato nominato presidente onorario dell'Hellas Verona. Lo ha ufficializzato stamattina il presidente del club, Maurizio Setti, intervenendo alla cerimonia d'inaugurazione di alcuni murales dedicati proprio a Bagnoli e a Preben Elkjaer Larsen, uno dei due attaccanti titolari (l'altro era Giuseppe Galderisi) di quella stagione trionfale, vicino allo stadio Marc'Antonio Bentegodi. Bagnoli, 81 anni, guidò la panchina del Verona dal 1981 al 1990, conquistando lo scudetto nella stagione 1984/85 - con 43 punti, quando all'epoca ogni vittoria valeva 2 punti e non 3 - e portando i gialloblu a disputare due finali di Coppa Italia.

SAMPDORIA, GIAMPAOLO: "DOBBIAMO RITROVARE ENTUSIASMO"

La Sampdoria si prepara ad affrontare la Fiorentina. “E’ stata una lunga pausa rispetto ai tempi di gioco ma l’hanno fatta tutti”. Così mister Giampaolo alla stampa presenta la sfida: “La Fiorentina è una squadra in salute, capace di competere con le migliori, sarà una gara difficile. La Samp – spiega il tecnico – deve ritrovare entusiasmo e leggerezza. Non mi preoccupano le tre partite ma mi aspetto una Samp spensierata. Ho tutti a disposizione ma dal punto di vista fisico e individuale non sono in grado di fare un’analisi completa per ognuno. Domani farò giocare chi sta meglio”. La parentesi sul mercato: “Non mi sono confrontato con la società. Se capiterà – spiega Giampaolo – di fare valutazioni vedremo. Non ho sentori né di cessioni né di acquisti. A Benevento abbiamo perso nel momento in cui non abbiamo giocato più. Dobbiamo ritrovare l’aspetto ludico del gioco”.

BOLOGNA: DONADONI "VERDI? IO IL PIU' FELICE. SUL SUO FUTURO..."

"Il primo a essere felice della permanenza di Verdi sono sicuramente io". Alla vigilia della gara casalinga contro il Benevento, il tecnico del Bologna Roberto Donadoni torna sul 'no' dell'attaccante rossoblù al trasferimento al Napoli. "Spero continui a dare il proprio apporto alla causa della squadra. Ha fatto una scelta di valore, vuole rafforzare ancora di più questa sua crescita. E' chiaro, però, che questa decisione non esclude nulla per il suo futuro".

GENOA, BALLARDINI: “CONTRO LA JUVE SERVE PERSONALITÀ”

“Dobbiamo andare a giocare con grande personalità all’Allianz Stadium, con tanta corsa e da squadra che fa una grande partita”. Suona la carica Davide Ballardini in vista della sfida che vedrà impegnato il suo Genoa sul campo della Juventus: “La squadra sta bene, sappiamo di non aver raggiunto ancora niente e di dover fare ancora molto. In attacco abbiamo molte alternative e tutti si fanno trovare pronti quando chiamati in causa, Rossi in questo momento deve pensare ad allenarsi e mettere minuti nelle gambe”.