Calcio

Notizie dal mondo del calcio

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale

Le news di giornata

IL MESSAGGIO DEL MILAN: "REGOLE UGUALI PER TUTTI"

"In attesa della sentenza Uefa, vogliamo condividere con tutti voi alcuni fatti sostanziali. Ci aspettiamo equità, giudizi basati sui fatti, regole uguali per tutti". E' questo il messaggio postato dal Milan sui propri account social, accompagnato da un video in cui si rimarca quanto fatto da società e proprietà nell'ultimo anno. Domani è atteso il verdetto della Camera Giudicante della Uefa sulle violazioni registrate dal 2014 al 2017 sul Fair Play Finanziario: un verdetto che potrebbe escludere il Milan dalle coppe europee, per uno o perfino, come lasciano intendere alcune indiscrezioni, due anni.

UEFA, VERDETTO MILAN: FIORENTINA ALLA FINESTRA

Cresce l'attesa nella Fiorentina per il verdetto Uefa sul Milan: in caso di penalizzazione del club rossonero con l'esclusione dalla prossima Europa League per motivi economici, la squadra viola si ritroverebbe a partecipare ai preliminari della competizione continentale in virtu' dell'8 posto conquistato in campionato. Dirigenza e staff tecnico hanno scelto finora di seguire in silenzio l'evolversi della vicenda, comunque tutto è pronto da un pezzo e lo stesso Pioli potrebbe decidere di anticipare all'1 luglio, anziché il 4, il raduno fissato a Firenze prima della partenza per le due settimane di ritiro in Trentino, a Moena. Il secondo turno preliminare di Europa League è fissato per il 26 luglio con il ritorno il 2 agosto. Dunque tra poco più di un mese.

PRESIDENTE PALERMO: "GARA COL FROSINONE IRREGOLARE"

Giovanni Giammarva, presidente del Palermo, alza la voce: "Per quanto riguarda la partita disputata con il Frosinone, rimaniamo convinti che essa non si sia svolta regolarmente. Tale opinione si e' rafforzata dopo avere preso visione dei verbali arbitrali che confermano come tutti gli episodi accaduti durante la gara facciano parte di un unico progetto, a differenza di quanto valutato e sanzionato dal Giudice sportivo, finalizzato ad ostacolare il regolare svolgimento della gara a danno del Palermo" ha detto in merito alla finale playoff. "Per ciò che riguarda il Parma, è stata ufficialmente richiesta la documentazione da cui è scaturito il deferimento. In tale procedimento il Palermo si costituirà come controinteressato per tutelare i propri diritti. Inoltre, la Società ha già chiesto al Commissario Straordinario della Figc la deroga dal vincolo di giustizia sia per le vicende legate alla partita con il Frosinone che per quelle di Spezia-Parma, per rappresentare quanto accaduto alla Procura della Repubblica" ha aggiunto in merito all'inchiesta per sms sospetti tra le due squadre che getta un'ombra sulla promozione degli emiliani.

Le news di giornata

MILAN, E' COMMISSO IL MISTER X

Il futuro del Milan è una grossa incognita in questo momento. Tra l'attesa per la sentenza Uefa e il capitolo per l'ingresso di un nuovo socio per risolvere i problemi attuali del club, si stanno facendo strada i rumours di una trattativa segreta con Rocco Commisso, patron dei NY Cosmos. Secondo quanto filtra dalla Grande Mela l'imprenditore di origini italiane sarebbe il Mister X che ha già visionato i conti societari e proverà a diventare socio.

ELEZIONI FIGC, ABETE: "ASPETTIAMO LE VALUTAZIONI DEL COMMISSARIO"

"C'è una richiesta delle componenti che è stata formulata il 18 maggio, nell'aspettativa che potesse esserci un'elezione prima della fine dell'estate, quindi entro il 15 agosto. Poi occorrerà vedere le valutazioni che farà il commissario straordinario e come evolverà la situazione nei prossimi giorni". Così Giancarlo Abete, candidato alle guida della federazione, rispondendo a margine della cerimonia di consegna delle benemerenze sportive della Lega nazionale dilettanti. "Come abbiamo avuto modo di chiarire - ha specificato l'ex numero uno federale riferendosi al rischio di sua incandidabilità in base a una legge dello Stato sul limite dei mandati - l'importante è che si svolgano le elezioni. Non ho mai visto una modalità in cui ci si preoccupa di chi si candida, perché nella fattispecie non c'è neanche un'autocandidatura ma una candidatura fatta dalle componenti elettive, quindi il problema centrale non è quello relativo alla ineleggibilità o meno della singola persona, ma la convocazione dell'assemblea". "Una volta convocata l'assemblea - ha concluso Abete - si farà una valutazione da parte degli interessati se ci sono le condizioni di eleggibilità, mi sembra che da questo punto di vista le due cose siano separate. Anche perché non ci sono note ufficiali del Coni ma solo telefonate fatte in giro dalle persone".

CESENA, CHIESTO IL FALLIMENTO

La Procura della Repubblica di Forlì ha chiesto il fallimento dell'Associazione Calcio Cesena, proprio mentre la società calcistica tenta di salvarsi con un piano di ristrutturazione dei debiti. La richiesta è stata presentata al Tribunale mercoledì scorso, 20 giugno, dopo che il giorno prima l'Agenzia delle Entrate aveva respinto per la seconda volta una richiesta di transazione fiscale basata sul dimezzamento del debito con l'Erario (circa 40 milioni) e la sua rateizzazione in vent'anni. La data dell'udienza in cui sarà discussa l'istanza della procura non è stata ancora fissata, ma nel frattempo il Cesena ha presentato una nuova richiesta di transazione all'Agenzia delle Entrate. Non è questo l'unico grosso problema del Cesena, a una settimana dalla scadenza del termine per l'iscrizione al campionato di serie B: davanti al Tribunale delle Imprese di Bologna venerdi' prossimo inizierà una causa promossa dalla Figc sulla base di un'ispezione della Covisoc che aveva rilevato irregolarità compiute dagli amministratori. La Federazione chiede un accertamento dei fatti e, se confermati, il commissariamento della società.

FIGC, FABBRICINI: "ASSEMBLEA ENTRO FINE SETTEMBRE"

Con Cosimo Sibilia e Giancarlo Abete "non c'è alcun tipo di contrapposizione, le loro parole sono perfette. Soltanto il rispetto di certi tempi e certe procedure. Ricordiamoci che la Federcalcio è una federazione del Coni". E' quanto tiene a specificare il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini a margine della cerimonia di consegna delle benemerenze sportive della Lega nazionale dilettanti svolta oggi a Roma, riferendosi agli interventi del numero uno della Lnd e dell'ex presidente federale in cui avevano parlato di ritorno al dialogo per riportare il mondo nel calcio alla normalità. Sui tempi dell'assemblea elettiva: "Dobbiamo aspettare il consiglio nazionale del Coni (10 luglio, ndr) - ha aggiunto - dopodiché c'è tutta la cronoscalata verso le elezioni. Io penso che sarà prima della fine di settembre". Quanto all'incandidabilità di Abete: "Sono tutte cose che devono essere valutate. Io l'ho saputo leggendo i giornali. Io mi rimetto a quello che mi diranno gli uffici legali del Coni e delle federazioni".

FIGC, SIBILIA: "ABBIAMO NUMERI E IDEE, PARLI IL VOTO"

"Abbiamo non solo la forza numerica, ma anche le ragioni delle nostre idee a darci la spinta per il rinnovamento". Cosi' il presidente della Lega nazionale Dilettanti a proposito delle elezioni per la presidenza della Figc. "Chiediamo rispetto - aggiunge sul suo profilo twitter - vogliamo che a parlare sia la democrazia, che sia data la possibilita' alla base di esprimersi. Essere dilettanti vuol dire essere al servizio dello sport e quindi del nostro Paese. Oggi e' un giorno di festa perche' premiamo societa' e dirigenti che con il loro volontariato rappresentano la spina dorsale dello sport italiano".