SportMediaset

Reja: "Se vinco, vado a piedi fino a Gorizia"

L'Atalanta non vince dal 6 dicembre, 3 mesi. Il tecnico: "Col pressing possiamo mettere in difficoltà i bianconeri"

Reja: "Se vinco, vado a piedi fino a Gorizia"

"Quando giochi contro la Juventus devi essere al cento per cento della condizione mentale e fisica. Se la affronti già preoccupato non hai scampo". Edy Reja avvisa l'Atalanta: guai scendere in campo con timori reverenziali. Meglio affrontare i bianconeri con coraggio. "La paura di non farcela non deve esserci, dovremo attaccarli alti e non lasciarli giocare. Quando la Juve è pressata a volte va in difficoltà".

Secondo il tecnico, il pericolo numero uno è Dybala. "Dopo un periodo di ambientamento è diventato efficace sia in fase di conclusione che tra le linee, sfugge bene alla marcatura diretta e quando si gira e parte rischi di non prenderlo più E' un fuoriclasse cui manca qualcosina alla piena maturità, ma è destinato a grandissime cose".
All'Atalanta la vittoria manca dal 6 dicembre, centrarla domani sarebbe una vera impresa e Reja farebbe di tutto pur di riuscirci. "Per vincere domani potrei anche andare da Bergamo a Gorizia a piedi. Considerando la situazione in cui siamo, un pari sarebbe estremamente gradito, anche se non voglio metterci la firma. Contro la Juve 0-0 non può finire: se vuoi fare risultato devi proporre qualcosa in fase offensiva, altrimenti il risultato non arriva".

TAGS:
Calcio
Atalanta
Reja