Atalanta-Sarajevo, Gasperini: "Siamo in ritardo, ma non usciremo"

"Partita insidiosa, dovremo essere lucidi per non fare brutte figure"

Atalanta-Sarajevo, Gasperini: "Siamo in ritardo, ma non usciremo"

Contro il Sarajevo inizia l'avventura europea dell'Atalanta: "Non c'è niente di scontato e questo tipo di partite nascondono tante insidie - ha presentato il preliminare Gian Piero Gasperini -. Noi siamo in ritardo di condizione per colpa nostra, siamo stati ingenui a pensare ad altro, ma giocheremo con la nostra qualità". La differenza c'è: "Non penso di uscire, ma dovremo stare attenti. Non voglio fare brutte figure".

Alla vigilia dell'esordio europeo nei preliminari di Europa League, Gian Piero Gasperini è pronto a riportare l'Atalanta su grandi palcoscenici ripartendo dalle certezze delle ultime stagioni: "Dovremo sopperire ad alcune defezioni - ha commentato il tecnico in vista della sfida al Sarajevo -, ma ci affidiamo a ciò che sappiamo fare bene. Attingeremo dalla nostra rosa per fare il nostro meglio".

L'avversario è modesto, ma come ogni partita di mezza estate nasconde delle insidie: "Dal punto di vista fisico sono ottimi e hanno anche qualità. Sicuramente hanno una condizione fisica migliore della nostra. Non sono sfide difficilissime, ma dobbiamo stare attenti perché le insidie sono dietro l'angolo. Farà caldo ed è la nostra prima partita, staremo attenti".

I bergamaschi partono sicuramente favoriti: "Non c'è niente di scontato, dovremo essere lucidi e freschi in attacco per non complicare la partita. Sarà una gara equilibrata, ma non penso di andare fuori. Dovremo giocare senza presunzione. Non vogliamo fare brutte figure, anche se siamo in ritardo per colpa nostra. Siamo stati ingenui a pensare ad altre cose".

GOMEZ: "NON PARLO DI MERCATO"

In campo ci sarà regolarmente il Papu Gomez, orfano del gemello d'attacco Petagna e sempre al centro di discorsi di mercato: "Non mi sembra il caso di parlare di mercato alla vigilia di una partita importante per tutti. Ogni anno dopo tante partenze dobbiamo fare dei miracoli, ma vogliamo confermarci e ormai i ragazzi che sono rimasti giocano a memoria. Noi vogliamo confermarci, ma i nuovi devono adattarsi velocemente anche se non sarà facile".

"Contro il Sarajevo sarà una partita tosta, ma non dobbiamo essere presuntuosi. Vogliamo arrivare ai gironi e per farlo faremo un passo alla volta. Brucia ancora il modo in cui siamo usciti nell'ultima Europa League, ci è mancato pochissimo contro il Dortmund".

TAGS:
Atalanta
Europa league
Sarajevo
Gasperini
Conferenza

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X