Italia in lutto, è morto Rosato

Grande stopper di Milan e Nazionale

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Rosato contro Gerson

L'Italia del calcio è in lutto. E' morto a Chieri (Torino) Roberto Rosato, uno dei difensori centrali più forti della storia del nostro pallone. Rosato avrebbe compiuto 67 anni il 18 agosto, era nato lo stesso giorno e anno del suo "gemello" Gianni Rivera. Con lui nel Milan ha vinto uno scudetto, 4 coppe Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale e due Coppe delle Coppe. Con la Nazionale è stato campione d'Europa 1968.

Sempre con la maglia azzurra, Rosato è stato vice-campione del Mondo nel 1970 quando fu definito miglior stopper del torneo. Proprio in quella edizione dei Mondiali, fu tra i grandi protagonisti di Italia-Germania 4-3 per un salvataggio sulla linea determinante.

Rosato lottava da dieci anni contro il cancro. "I medici - ha ricordato la figlia Carola - non si sarebbero aspettati tanta resistenza. Papà è sempre stato un grande combattente, anche nella vita personale, non solo sul campo di calcio. Prima di essere un grande calciatore è stato un uomo grandissimo". L'ex milanista lascia tre figli, Carola, la primogenita, Davide e Alessandro, e la moglie Anna. I funerali si terranno in Duomo a Chieri martedì prossimo.

I VOSTRI COMMENTI

forzainter18 - 21/06/10

in'anzi tutto sincere contoglianze alla famiglia rosato , poi un grande stoper 1 altra bandiera che se ne va ciao Roberto sei stato un grande come Facchetti e lo sarete sempre anche la sopra ancora ciao

segnala un abuso

supermuro - 21/06/10

ciao grande roberto scrivo mentre mi tremano le braccia da Interista quale sono ho sempre apprezzato il tuo stile la tua professionalità e la tua grande correttezza sappino i tuoi cari che tu vivrai sempre nei nostri cuori ciaoooooo roberto

segnala un abuso

max1963x - 20/06/10

ADDIO ROBERTO,SOLO CHI TI HA GIOCATO CONTRO COME ME,ANCHE SE IN UN TORNEO ESTIVO,PUO TESTIMONIARE LA TUA LEALTà E LA TUA GRANDE UMANITà

segnala un abuso

DONATELLO68 - 20/06/10

CIAO GRANDE CAMPIONE IO SONO DEL 68 GIOCARE NON TI HO VISTO ERI UN GRANDE COME LO E' STATO PER ME IL GRANDE E INDIMENTICABILE GAETANO SCIREA
CIAO DINUOVO GRANDE CAMPIONE.

segnala un abuso

lamiaafrica2 - 20/06/10

Sti giocatori che se ne vanno sempre per un cancro? Strano!!!

segnala un abuso

Resort53 - 20/06/10

Ciao Roberto. Purtroppo la Nazionale oggi non ti ha onorato come avrebbe dovuto. L'avresti meritato per la tua carriera e la tua correttezza di campione.

segnala un abuso

n6FrancoBaresi - 20/06/10

Onore ad un giocatore del grande Milan di Rivera e di una delle migliori nazionali italiane. Dopo Facchetti, un altro grande che se ne va.

segnala un abuso