Volpi arriva al 94': Lecce ko 2-1

Prezioso successo del Bologna in casa

Di Vaio

Decidere una salvezza sul filo dei centimetri non deve essere simpatico. Orsato di Schio si troverà un lunedì pieno di polemiche. Nel dubbio, non fischiare. Così potrebbe rispondere il fischietto. Perché il gol di Di Vaio è nettamente irregolare. Papi non alza la bandierina. La dirigenza leccese alzerà la voce. Va meglio a Niccolai che non sbandiera su Volpi (giustamente) impegnato a prendere quota per raggiungere la palla medica della salvezza.

Il Bologna batte 2-1 il Lecce e lascia dietro il tornante i pugliesi e la Reggina. La salvezza è lontana un punto, quello che il Torino ha in più. La partita è tarata sui nervi. Papadopulo vara il 3-5-2 con Osvaldo affiancato a Di Vaio. De Canio non sperimenta e si butta sul più canonico 4-4-2. La partita non si slega, è come una scarpa di un bimbo ben allacciata dai genitori. Che poi sarebbero i due tecnici. I padroni di casa si affidano al gioco lineare e semplice di Volpi. I salentini a quello più fisico e dinamico di Giacomazzi.

Nella prima parte della gara emerge il Lecce. Meno impacciato a trovare sbocchi, fa affiorare i limiti difensivi del Bologna. Il gol ne è la dimostrazione. I felsinei pasticciano con la palla nelle vicinanze dell'area. Polenghi irrompe nemmeno fosse Maicon. Traversone morbido, come la marcatura di Zenoni su Tiribocchi che con le trombe bitonali arriva e insacca.

Stadio ammutolito. Sette minuti e l'ambiente torna a sperare. Valiani per Mingazzini, altro traversone intelligente sul quale Di Vaio arriva prima di Polenghi. Girata chirurgica e gol. Peccato che le tivù mostrino l'irregolare posizione del bomber emiliano. Netta. La partita che vibra per una decina di minuti torna cheta come un torrente in pianura. Troppo il timore di lasciare per strada a maggio punti che si rimpiangeranno fino a settembre. L'espulsione di Papadopoulos - ingenuo il greco a protestare perun fallo subito, tra l'altro - dopo sei minuti della ripresa non sconvolge troppo il canovaccio.

Il quarto minuto di recupero getta nello sconforto il popolo leccese e alza lo speranzometro bolognese. Palla viva in area, il fuorigioco degli uomini di De Canio è fatto male, artigianalmente, improvvisato. Volpi si alza a raccogliere la sfera d'esterno destro. Un'occhiata all'assistente e via di corsa a festeggiare. La salvezza resta una strada praticabile. Per il Lecce, invece, è solo un esercizio di stile. Cinque punti da recuperare con sei a disposizione.

LE PAGELLE

Tiribocchi 6,5 Non soffre di strabismo quando deve scagliare la sfera di controbalzo in rete. L'assist di Polenghi è invitante, lui va incontro alla sfera e realizza il vantaggio che durerà pochi minuti. Il Tir di Fiumicino tira come un dannato.

Di Vaio 6,5 Al grido 'scusate l'interruzione' mette nel sacco il cross di Mingazzini in posizione evidentemente irregolare. Mostra comunque ancora una volta la rapidità di esecuzione e la freschezza sotto porta.

Volpi 7 Per farsi trovare davanti a Benussi al minuto 94 deve aver avanzato qualche energia. Il mediano diligente acquistato per portare esperienza al Bologna non si sarebbe dovuto trovare lì. Ha rotto gli indugi e rovesciato gli equilibri. Per una volta l'anarchia aveva un senso. Esterno destro al volo e gol che vale una speranza. 

Matteo Brega 

IL TABELLINO
BOLOGNA-LECCE 2-1

Bologna (3-5-2): Antonioli 6; Moras 6, Castellini 6, Terzi 5,5; Zenoni 5, Mingazzini 6 (22' st Amoroso 6), Volpi 7, Mutarelli 6 (9' st Marchini 6), Valiani 6; Osvaldo 6 (20' st Marazzina 6), Di Vaio 6,5. All. Papadopulo (A disposizione: Colombo, Bassoli, Cesar, Coelho)
Lecce (4-4-2): Benussi 6; Polenghi 6, Fabiano 5, Schiavi sv (15' pt Stendardo 5,5), Giuliatto 5,5; Konan 5,5 (30' st Caserta sv), Giacomazzi 5,5, Edinho 5,5, Munari sv (7' pt Vives 6,5); Papadopulos 4, Tiribocchi 6,5. All. De Canio (A disposizione: Rosati, Ariatti, Cacia, Castillo)
Arbitro: Orsato di Schio
Marcatori: 29' pt Tiribocchi (L), 36' pt Di Vaio (B), 49' st Volpi (B)
Espulso: 6' st Papadopoulos (L) per doppia ammonizione
Ammoniti: Konan (L), Castellini (B), Volpi (B)

17 maggio 2009

I VOSTRI COMMENTI

ULTRA' - 20/05/09

solo vergogna... farsi cacciare al 5 del secondo tempo (papadopulos... e ki è?) e lasciare la squadra in 10... la società ke nn capisce nnt di calcio... gli unici ke pagano i tifosi.. VIA DA LECCE SEMERARO E ANGELOZZI... PER I COLORI DELLA MAGLIA PER LA MIA CITTA' MA NON PER LA SOCIETA'... UL

Simona - 20/05/09

Comunque, c'era un rigore netto per il Bologna per una cintura su DiVaio, quindi anche se ci avessero annullato il goal, avrebbe segnato lo stesso il nostro bomber!!!
I torti li abbiamo subiti anche noi a Roma, Palermo e a Torino, quindi cari leccesi, informatevi prima di parlare!!
FORZA BOLOGNA SEMPRE E COMUNQUE!!

Dario - 19/05/09

Per Rocco!Caro Rocco non solo quell'errore a sfavore del toro ma bensì una moltitudine di altri errori che se fossero stati concessi saremmo salvi già da un pezzo!saremmo almeno a pari punti con la lazio!e invece siamo a lottare per non retrocedere contro squadre che con la serie A nn c'entrano proprio niente!

rocco - 18/05/09

caro lorenzo vatti a guardare il goal del 2 a 0 di natali in bologna torino 2 metri dentro ai scarsa memoria e non voglio parlarti di tutto il resto perche' prima delle 4 vorrei andare a dormire

Dario - 18/05/09

per lorenzo!ricordati che a noi il genoa potrebbe farci anche vincere!e visto che voi avete il chievo nello scontro diretto difficilmente il chievo vi farà vincere!e se noi vinciamo e voi perdete per voi e game-over fortunatamente!così ve ne andate in serie B!la vostra categoria per eccellenza!solo li potete stare!!!

andrea - 18/05/09

il lecce nn si è meritata qst fine...come dice davide il campionato è falsato...e semeraro potrebbe sborsare qlk euro x investire un pò ad esempio prendersi miccoli ke farebbe di tutto x venire a lecce...
cmq cm va va sempre FORZA LECCE

Francesco - 18/05/09

fino a prova contraria al lecce sono stati assegnati 14 punti in meno...seconda cosa c'era un rigore netto per il lecce e il goal di di vaio era in fuorigioco...

LINK CORRELATI

[an error occurred while processing this directive]