SportMediaset

Cassano, biografia senza tabù

Dal difficile rapporto coi tecnici alla passione per le donne

"Dico tutto" e non mente. Antonio Cassano si racconta a 360° nella sua prima biografia e lo fa come al suo solito, e cioè senza peli sulla lingua: da quel Bari-Inter del 18 dicembre 1999 che lo ha strappato a una vita da delinquente ("Non ho mai lavorato anche perché non so fare nulla"), al rapporto difficile con i suoi allenatori ("Ho litigato con tutti") alla passione per le donne ("Ne ho avute tra le 600 e le 700") e il cibo.

Le verità di Cassano. E quando il barese ha da dire qualcosa lo fa sempre senza peli sulla lingua. Nella prima biografia l'attaccante della Sampdoria racconta la sua vita da "disgraziato per 17 anni e da miliardario per 9: me ne mancano ancora 8 per pareggiare". La svolta è arrivata dopo quel Bari-Inter del 18 dicembre 1999: "Se non ci fosse stata sarei diventato un rapinatore o uno scippatore, comunque un delinquente", racconta Antò da Bari Vecchia. "Ero povero ma tengo a precisare che nella mia vita non ho mai lavorato, anche perché non so fare nulla".

Cassano riconosce che se è ricco lo deve a Fascetti "l'unico allenatore con cui non ho mai scazzato". Per gli altri tecnici ha parole di fuoco: "Gentile lo detestavo". A Spalletti ha detto: "Mica stai allenando quelle schiappe che avevi all'Udinese, questa è mica casa tua, è casa mia". Con Capello il rapporto è di amore-odio: "A Tarragona mi fa scaldare per tutto il secondo tempo con Ronaldo. Nello spogliatoio gli dico 'sei un uomo di m...., sei più falso dei soldi del monopoli'". Su Delneri: "Non si capiva un c.... di quello che dice ed è un po' ambiguo". Antò non risparmia qualche suo collega: "Batistuta aveva la puzza sotto il naso". A proposito dell'ex amico Francesco Totti, rivela che le liti cominciarono quando andarono ospiti insieme da Maria De Filippi e lui si prese l'80% del compenso.

Le passioni di Cassano sono sesso e cibo: "Sesso più cibo è la notte perfetta: avevo un cameriere amico che mi portava quattro cornetti dopo aver trombato". Lunghissima la lista delle conquiste: "Ho avuto tra 600 e 700 donne, una ventina delle quali appartengono al mondo dello spettacolo".

12 novembre 2008