Nba: Washington, rimonta da urlo e Boston ko. I Warriors perdono Thompson

Celtics battuti dopo due overtime. Durant trascina Golden State alla vittoria sui Lakers. Successi spettacolari per Orlando e Sacramento

Nba: Washington, rimonta da urlo e Boston ko. I Warriors perdono Thompson

Nella notte Nba arriva il terzo ko nelle ultime cinque gare per Boston: sotto di 20 punti, Washington rimonta e vince dopo due overtime 125-124 (Beal 34 pt). Kevin Durant (26) è il protagonista del successo di Golden State sui Lakers 117-106, ma i Warriors perdono Klay Thompson (frattura al pollice destro). A Milwaukee non basta un Antetokounmpo (38 e 10 rimbalzi): Orlando ringrazia Simmons (35) e sorride 126-117. Sacramento-Miami 123-119.

BOLTON CELTICS-WASHINGTON WIZARDS 124-125
Una gara senza esclusione di colpi, o di canestri, con Washington che sotto di 20 punti riesce a rimontare e alla fine, dopo due overtime, ha la meglio per un solo punto. Gara sempre in equilibrio, Bradley Beal dei Wizards protagonista assoluto del match con 34 punti, invece Morris ne fa 20, due in più di Porter Jr. che chiude in doppia doppia (18 punti e 11 rimbalzi) come Mahinmi (14 punti e 11 rimbalzi). I Celtics, con ancora Irving ai box, hanno combattuto colpo su colpo chiudendo con 21 punti di Rozier, 19 di Tatum ma soprattutto con i 31 di Morris. Doppia doppia per Monroe con 16 punti e 10 rimbalzi. Con questa sconfitta (la quinta nelle ultime cinque) ora Boston vede allontanarsi ancora di più la vetta di Est, occupata da Toronto, invece i Wizards confermano il loro quinto posto.

GOLDEN STATE WARRIORS-LOS ANGELES LAKERS 117-106
Perdono in due tra i campioni in carica e i gialloviola. I Warriors, infatti, non possono sorridere per la vittoria perché devono registrare l'infortunio di Klay Thompson (frattura al pollice della mano destra). Intanto, però, dal campo è arrivata un'altra sconfitta per Los Angeles. Ottima prova di squadra comunque per dei Lakers, Lopez e Isaiah Thomas chiudono con 20 punti a testa, mentre Randle fa registrare una doppia doppia con 22 punti e 10 rimbalzi. Se i Warriors, ancora senza Curry, sono riusciti a superare Los Angeles ancora una volta è merito soprattutto di Kevin Durant, autore di 26 punti, mentre Young chiude a 18 e Pachulia con una doppia doppia (10 punti e 12 rimbalzi). Golden State rimane seconda a Ovest, dietro alla capolista Houston.

ORLANDO MAGIC- MILWAUKEE BUCKS 126-117
Una vittoria contro il pronostico quella ottenuta da Orlando nella sfida contro Milwaukee. I Bucks hanno comunque disputato una buona gara, guidati dal solito Antetokounmpo, autore di una doppia doppia con 38 punti e 10 rimbalzi, mentre i compagni di squadra Middleton e Bledsoe chiudono con 22 e 20 punti. Naturalmente alte statistiche anche per i Magic, infatti in testa troviamo Simmons con ben 35 punti, seguito da un Augustin in grande spolvero con 32 punti. Chiude il cerchio dei migliori Vukevic con 22 punti. Nella Eastern Conference Milwaukee è settima, mentre Orlando penultima davanti ad Atlanta.

SACRAMENTO KINGS-MIAMI HEAT 123-119
Sgambetto inaspettato di Sacramento ai danni di Miami in un'altra partita terminata dopo un tempo supplementare e vinta dai locali per quattro punti. Goran Dragi degli Heat ha veramente messo in luce il suo vasto repertorio, mettendo a referto ben 33 punti, seguito Ellington (autore di 22 punti) e dalla doppia di Johnson (18 punti e 10 rimbalzi). Tra i Kings il migliore è Hield con 24 punti, molto bene anche Randolph (22) e Fox (20). Gli Heat ora sono ottavi a Est mentre Sacramento resta nei bassifondi della Western Conference.

TAGS:
Nba

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X