Nba: Sixers inarrestabili, LeBron stende Toronto

Belinelli firma 17 punti nell’undicesima vittoria consecutiva di Philadelphia, battuti i Nets. Cleveland ringrazia ancora James per piegare i Raptors. Miami sorride e vola ai playoff

Nba: Sixers inarrestabili, LeBron stende Toronto

Nella notte Nba undicesima vittoria consecutiva di Philadelphia che batte 121-95 i Nets con 17 punti di Belinelli. Cleveland piega Toronto 112-106 con un grande LeBron James (27 punti e 10 rimbalzi). Miami stende Atlanta 101-98 e vola ai playoff. Super Harden (38 punti e 10 rimbalzi) nel successo di Houston su Washington 120-104. Milwaukee batte Boston 106-102 e intravede la post season. Ok Golden State, Denver e Clippers.
 
CLEVELAND CAVALIERS-TORONTO RAPTORS 112-106

Quarta vittoria consecutiva per i Cavaliers e seconda sconfitta di fila per Toronto, la terza del gruppo Est batte la prima alla Quicken Loans Arena di Cleveland grazie al solito super LeBron James che piazza una doppia doppia da 27 punti e 10 rimbalzi. Bene anche Calderon (19 punti) e Love (18 punti e 15 rimbalzi). I Raptors ci provano con DeRozan (19 punti), Valanciunas (17 punti e 10 rimbalzi) e Ibaka (16 punti e 12 rimbalzi) ma sono costretti ad arrendersi.
 
PHILADELPHIA 76ERS-BROOKLYN NETS 121-95
I Sixers non si fermano più e conquistano l’undicesima vittoria consecutiva al Wells Fargo di Philadelphia contro i Nets. Seppur già con la testa ai playoff, i Sixers (quarta forza a Est) portano ben otto uomini in doppia cifra con su tutti Redick (19 punti), poi la stella di Marco Belinelli che brilla forte con 17 punti, 2 rimbalzi e un assist in 27’ di partita. Doppie doppie per Simmons (15 punti e 12 rimbalzi) e Ilyasova (11 punti e 13 rimbalzi). I Nets salvano l’onore con Dinwiddie (16 punti), Okafor (15) e Harris (13).
 
MIAMI HEAT-ATLANTA HAWKS 101-98

Bella vittoria degli Heat che confermano il sesto posto nel gruppo Est per volare ai playoff. All’American Airlines di Miami cadono gli Hawks, fanalino di coda nello stesso girone, sotto i colpi delle doppie doppie di Dragic (22 punti e 10 rimbalzi) e Whiteside (18 punti e 12 rimbalzi), con Johnson a chiudere con 12 punti. Per Atlanta bene Collins (19 punti e 10 rimbalzi), Dorsey (18 punti) e Lee (16 punti).
 
NEW YORK KNICKS-ORLANDO MAGIC 73-97

I Magic espugnano il Madison Square Garden in una sfida tra due squadre fuori dalla lotta per i playoff nel gruppo Est, quarto ko di fila per New York che si arrende alle giocate di Orlando con su tutti Hezonja (19 punti), poi Artis (16) e Mack (12) con Birch e Vucevic a chiudere in doppia doppia con 11 punti e 10 rimbalzi a testa. Per i Knicks si salvano Hardaway Jr. (16 punti), Burke (15), Lee (13) e O’Quinn che chiude con una doppia doppia da 13 punti e 12 rimbalzi.
 
CHICAGO BULLS-CHARLOTTE HORNETS 120-114

Quarta sconfitta di fila per gli Hornets che capitolano anche allo United Center di Chicago dove i Bulls conquistano il terzo successo consecutivo grazie alle splendide prove di Markkanen (24 punti), Kilpatrick (21) e Holiday (19). Charlotte si rincuora con il top scorer del match: Howard piazza 23 punti con 17 rimbalzi all’attivo. Bene anche Monk (21 punti) e Williams (18) ma arriva comunque un altro ko nella sfida tutta a Est tra due squadre ufficialmente fuori dalla post season.
 
HOUSTON ROCKETS-WASHINGTON WIZARDS 120-104
La capolista del gruppo Ovest si fa rispettare e ritrova il successo dopo l’ultima sconfitta contro San Antonio. I Rockets al Toyota Center di Houston hanno la meglio sui Wizards grazie alla super performance di James Harden che piazza una doppia doppia da 38 punti e 10 rimbalzi. Bene anche Capela (21 punti e 10 rimbalzi) e Green (16 punti). Washington ringrazia Beal (27 punti), Morris (14) e Porter (12) ma trova una sconfitta che, comunque, non compromette la qualificazione ai playoff che arriva nel gruppo Est.
 
MILWAUKEE BUCKS-BOSTON CELTICS 106-102
Nel gruppo Est scatto felino dei Bucks verso i playoff: al Bmo Harris Bradley Center arriva la terza vittoria nelle ultime quattro partite, addirittura contro i quotati Celtics, seconda forza del gruppo e reduce da sei successi di fila. Per Milwaukee manca solo l’ufficialità della qualificazione alla post season grazie alla doppia doppia di Giannis Antetokounmpo (29 punti e 11 rimbalzi) e alle belle prove di Middleton (20 punti) e Bledsoe (18). Per Boston bene Brown (24 punti), Tatum (20) e Horford (15).
 
OKLAHOMA CITY THUNDER-GOLDEN STATE WARRIORS 107-111
I Warriors sbancano la Chesapeake Energy Arena nella sfida del gruppo Ovest dove la seconda in graduatoria, già ai playoff, batte la sesta grazie alla grande serata di Kevin Durant che, da ex e fischiato per tutta la partita dal pubblico di Oklahoma, fa registrare una doppia doppia da 34 punti e 10 rimbalzi. Per Golden State sugli scudi anche Thompson (20 punti) e Cook (12). Ai Thunder non è bastata la serata da star di Russell Westbrook con una doppia doppia da 44 punti e 16 rimbalzi, come George (20 punti) e Carmelo Anthony (12) che non sono riusciti ad evitare il ko.
 
DALLAS MAVERICKS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 115-109

I Blazers con la testa forse già alla post season cadono all’American Airlines Center di Dallas contro i Mavericks, ufficialmente fuori dalla lotta ai playoff ma che sorridono dopo tre sconfitte consecutive. La terza forza del gruppo Ovest prova a farsi rispettare con Lillard (29 punti), McCollum (16) e Nurkic (15 punti e 13 rimbalzi) ma capitola contro Dallas (terzultima nello stesso girone) che porta sei uomini in doppia cifra, su tutti Smith Jr. (18 punti) mentre Barnes, Barea e Ferrell ne piazzano 15 a testa.
 
DENVER NUGGETS-INDIANA PACERS 107-104
Terza vittoria consecutiva per i Nuggets che continuano a sperare, ai margini della zona playoff nel gruppo Ovest dopo aver battuto i Pacers, ko dopo cinque successi di fila ma già sicuri della post season con il quinto posto a Est. Grandi protagonisti della serata per Denver sono stati Jokic (30 punti), Barton (26 punti e 10 rimbalzi) e Millsap (14 punti). Indiana ci prova con Oladipo (25 punti), Collison (16) e Young (15 punti e 10 rimbalzi) ma cede alla distanza.
 
UTAH JAZZ-LOS ANGELES LAKERS 117-110
Nel gruppo Ovest i Jazz intravedono la post season dopo la terza vittoria consecutiva, i Lakers alzano bandiera bianca e dopo la terza sconfitta consecutiva sono ufficialmente fuori dalla corsa ai playoff. Questa la sintesi del match vinto da Utah alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City grazie alla splendida serata di Ricky Rubio, top scorer del match con 31 punti, coadiuvato soprattutto da Mitchell (26 punti) e Favors (15). Ai Lakers non bastano Caldwell-Pope (28 punti), Kuzma (26 punti) e Randle (12 punti e 12 rimbalzi).
 
PHOENIX SUNS-SACRAMENTO KINGS 97-94
Si affrontano due squadre fuori dalla lotta per i playoff nel gruppo Ovest. Alla Talking Stick Resort Arena successo dei Phoenix con sugli scudi Josh Jackson (28 punti), Len (17 punti e 15 rimbalzi) e House (14 punti). Per i Kings cinque uomini in doppia cifra che non evitano la sconfitta: bene Bogdanovic (22 punti), Justin Jackson (19) e Cauley-Stein (18).
 
LOS ANGELES CLIPPERS-SAN ANTONIO SPURS 113-110
Allo Staples Center di Los Angeles c’è la splendida vittoria dei Clippers che continuano a rincorrere un posto nella post season, e ci credono ancor più dopo aver battuto gli Spurs (con un piede e mezzo nei playoff) nella sfida tutta del gruppo Ovest. Cinque uomini in doppia cifra per i Clippers: su tutti Harris (31 punti), poi Williams (22) e Rivers (18). Doppia doppia per DeAndre Jordan (10 punti e 17 rimbalzi). San Antonio trascinata quasi fino alla fine da LaMarcus Aldridge (35 punti), bene per gli Spurs anche Mills (17) e Gay (13).

TAGS:
Basket
Nba
Belinelli
Sixers

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X