Nba - Philadelphia fa 14 di fila, Utah Jazz ai playoff a Ovest

Belinelli segna 15 punti, Sixers terzi ad est. Toronto continua a vincere, anche Golden State torna a sorridere

Nba - Philadelphia fa 14 di fila, Utah Jazz ai playoff a Ovest

Non si ferma la corsa di Philadelphia: i 76ers, trascinati anche dai 15 punti di Belinelli battono Dallas e si issano al terzo posto nella Eastern Conference. Torna a vincere Golden State, dopo tre ko di fila: battuta Phoenix, che ora ha il peggior record di Lega (20-61). Atlanta vince a Boston, Memphis batte Detroit, i Jazz centrano la quinta di fila e si assicurano un posto nella post-season a Ovest.

CHARLOTTE HORNETS-INDIANA PACERS 117-123
Successo di Indiana nel segno di Domantas Sabonis, che chiude con 30 punti (massimo in carriera) in uscita dalla panchina nel successo in trasferta a Charlotte. Oladipo fa il suo con 27 punti, tirando 12/15 dal campo con tre triple.  Stephenson sfiora la tripla doppia con otto punti, dieci rimbalzi e dieci assist.

PHILADELPHIA 76ERS-DALLAS MAVERICKS 109-97
Philadelphia allunga a 14 la striscia di successi consecutivi e si gode il 3° posto a Est. Sixers guidati dal solito Ben Simmons (16-7-9) e dai 15 punti in uscita dalla panchina di Belinelli. Alla sirena finale sono cinque giocatori in doppia cifra e otto quelli con almeno otto punti. Dall’altra parte i Mavericks si godono i 20 punti, 11 assist e cinque rimbalzi di Dennis Smith Jr., protagonista assieme a un Harrison Barnes da 21 punti.

BOSTON CELTICS-ATLANTA HAWKS 106-112
I Celtics sprecano 13 punti di vantaggio nel quarto periodo e perdono in casa contro gli Hawks una partita che ormai ha ben poco da dire in chiave regular season. Succede tutto nel finale quando in casa Hawks Teurean Prince e Dwayne Dedmon segnano gli ultimi nove punti degli ospiti. Sconfitta che cambia poco nella stagione dei Celtics, mentre Atlanta resta nei bassifondi a Est.

MEMPHIS GRIZZLIES-DETROIT PISTONS 130-117
Buona prova verso il finire di una stagione disastrosa per Gasol e compagni, che battono Detroit approfittando delle enormi disattenzioni difensive dei Pistons e facendo gara di testa per oltre 40 minuti.  Quattro i giocatori oltre quota 20 punti per Memphis, MarShon Brooks è il migliore con 25 punti, a cui si aggiungono i 22 dell’altro Brooks sul parquet, Dillon, e i 20 a testa di Marc Gasol e Kobi Simmons.

TORONTO RAPTORS-ORLANDO MAGIC 112-101
Toronto continua a vincere e batte anche Orlando mantenendo la vetta in Eastern: Raptors sulle ali di Miles, autore di 22 punti, e di Anunoby che sfiora la doppia doppia (21+8). Per i Magic, mai davvero in grado di rientrare nel match, da segnalare la doppia doppia di Khem Birch (12+12) e i 16 punti di Aaron Gordon.

LOS ANGELES LAKERS-UTAH JAZZ 97-112
Importante vittoria (la quinta di fila) di Utah che diventa la quarta squadra ad assicurarsi un posto nei playoff a Ovest. I Jazz partono subito forte per poi gestire il ritorno dei Lakers, che hanno il picco massimo nei 25 punti di Josh Hart e nei 22 di Ennis. Utah porta cinque uomini in doppia cifra, due doppie doppie (Ingles e Favors) e uno straordinario Donovan Mitchell (28+9+8)

PHOENIX SUNS-GOLDEN STATE WARRIORS 110-117
Golden State torna a vincere dopo due ko di fila, per i Suns terza sconfitta consecutiva (nona nelle ultime dieci). Klay Thompson indirizza subito la gara con 22 punti (di cui 19 consecutivi) nel solo primo quarto per poi chiudere a quota 34.  Ci pensa poi Kevin Durant (17 punti e 9 assist il suo bottino) nel secondo quarto a scavare il solco. Sconfitta meno amara per Phoenix vista la vittoria di Memphis: i Suns hanno il peggior record di lega (20-61 per ora) e quindi il diritto ad avere più chance di tutti di pescare la prima scelta assoluta al prossimo Draft.

TAGS:
Nba
Basket

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X