Nba, LeBron James fa tornare il sorriso ai Cavaliers: Bulls ko

Seconda sconfitta di fila per Boston, un grande DeRozan esalta Toronto a Philadelphia. Vince Phoenix, cade San Antonio

Nba, LeBron James fa tornare il sorriso ai Cavaliers: Bulls ko

Nella notte Nba Cleveland torna alla vittoria, LeBron James piazza 34 punti e stende Chicago reduce da sette vittorie consecutive: finisce 115-112. Un super DeRozan con 45 punti trascina Toronto che sbanca Philadelphia 114-109 per il quinto successo di fila dei Raptors. Secondo ko nelle ultime due per Boston, a New York vincono i Knicks 102-93. Phoenix piega Memphis 97-95 mentre Utah stende San Antonio 100-89.

CLEVELAND CAVALIERS-CHICAGO BULLS 115-112
Dieci uomini in doppia cifra in una sfida spettacolare decisa a favore dei vicecampioni Nba dei Cavaliers grazie ai parziali del primo (29-27) e del terzo quarto (24-23), gli unici non terminati in parità. Brilla la stella di LeBron James per Cleveland, per lui 34 punti con 9 assist e 6 rimbalzi, così come quella di Love (27 punti) che fanno tornare il sorriso dopo l’ultima sconfitta giunta contro Milwaukee. Grande prova comunque per i Chicago Bulls con Markkanen top scorer da 25 punti, bene anche Dunn (10 punti, 14 assist e 5 rimbalzi) ma non bastano per evitare il ko dopo sette vittorie di fila. Altra nota positiva per Cleveland è il ritorno in campo, anche se solo per il riscaldamento, di Isaiah Thomas.

PHILADELPHIA 76ERS-TORONTO RAPTORS 109-114
Al Wells Fargo Center di Philadelphia, Toronto fa la voce grossa grazie ad un super DeMar DeRozan che termina la sua strepitosa serata con 45 punti (con un impressionante 6-9 da 3 punti) che insieme ai 23 messi a segno da Lowry rendono vani gli sforzi di Philadelphia, nonostante la buona serata di Simmons (20 punti), Covington (19) e Saric (18 punti e 10 rimbalzi). Quinta vittoria consecutiva per Toronto, seconda della Eastern Conference alle spalle di Boston, mentre si allunga a quattro sconfitte di fila la serie negativa dei Sixers.

NEW YORK KNICKS-BOSTON CELTICS 102-93

Ancora una sconfitta per Boston che cade al Madison Square Garden sotto i colpi dei Knicks che ringraziano un Beasley da 32 punti e 12 rimbalzi, mentre brilla anche Kanter con 14 punti e 10 rimbalzi. Non bastano ai Celtics i 32 punti di Irving e i 17 di Tatum per evitare la seconda sconfitta consecutiva in casa Boston, la terza nelle ultime cinque gare, che resta comunque la regina della Eastern Conference. Per New York una vittoria che scaccia via i brutti pensieri dopo il ko contro Charlotte.

PHOENIX SUNS-MEMPHIS GRIZZLIES 97-95
Sofferta vittoria per Phoenix che ringraziano un Warren da 27 punti, bene anche Daniels (14 punti) e Monroe (8 punti, 7 assist e 12 rimbalzi) mentre I Grizzlies con un Evans da 12 punti e 9 rimbalzi sono costretti ad arrendersi, nonostante i 10 rimbalzi sia di Gasol sia di Green. Ritrovano il sorriso dunque i Suns dopo il ko con i Los Angeles Clippers, mentre continua la serie negativa di Memphis alla terza sconfitta consecutiva.

UTAH JAZZ-SAN ANTONIO SPURS 100-89
Bella vittoria per Utah alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City, la seconda delle ultime nove partite arrivata forse in maniera inattesa contro i San Antonio Spurs, grazie ad un Hood da 29 punti. Buona serata anche per Favors (14 punti e 9 rimbalzi) e Rubio (11 punti e 11 rimbalzi). San Antonio piazza 12 punti con Forbes e 11 con Aldridge, Lauvergne, Parker e Mills ma soltanto nel terzo quarto riesce a rendere viva una gara condotta da Utah sin dalle prime battute. Per gli Spurs arriva il ko dopo tre vittorie di fila.

TAGS:
Nba
Cleveland
LeBron

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X