Nba, le big non sbagliano: successi per Boston e Cleveland

I Celtics vincono a Chicago mentre i Cavs stendono Detroit. Lillard trascina Portland in casa dei Lakers, Indiana si impone su Milwaukee.

Nba, le big non sbagliano: successi per Boston e Cleveland

Nella notte Nba vincono tutte le favorite: successi agevoli per Boston che batte a domicilio Chicago (105-89) e per Cleveland in casa su Detroit (112-90). Lillard fa 39 punti e trascina Portland con i Lakers (108-103), mentre Indiana supera di misura Milwaukee (92-89). Torna a sorridere anche San Antonio che soffre ma vince con Memphis (100-98). Ok pure Miami Heat e Utah Jazz: al tappeto Phoenix Suns e Orlando Magic.

BOSTON CELTICS - CHICAGO BULLS 105-89
Affermazione esterna di Boston che vince facile a Chicago e riprende l’inseguimento a Toronto dopo la sconfitta in casa di Houston. Successo in cassaforte già a fine primo quarto per gli uomini di Brad Stevens che partono fortissimo e dopo 12’ sono avanti di 19 (35-16). Per il resto della gara ai Celtics non resta che inserire il pilota automatico perchè i Bulls sprofondano fino al -37 prima di rosicchiare qualche punto nell’ultimo periodo chiudendo a -16. In assenza di Kyrie Irving (a riposo per un fastidio al ginocchio) è Jaylen Brown (21 punti) a prendere per mano l’attacco biancoverde, mentre per Chicago il miglior marcatore è Denzel Valentine che ne mette a referto 20 in uscita dalla panchina.

DETROIT PISTONS - CLEVELAND CAVALIERS 90-112
Successo tutto sommato semplice anche quello interno di Cleveland su Detroit. Gara in equilibrio per quasi due tempi, poi a cavallo dell’intervallo lungo i Cavaliers piazzano il parziale che distrugge le ambizioni dei Pistons: Griffin (20 punti) e compagni scivolano a -20 e non riescono più a rientrare a contatto. Per i campioni in carica della Eastern Conference c’è ancora una sontuosa prova di LeBron James che mette insieme 31 punti, 7 rimbalzi e 7 assist. Bene anche Larry Nance Jr: l’ex Lakers domina sotto canestro e chiude con una doppia doppia da 25 punti e 15 rimbalzi (massimo in carriera).

PORTLAND TRAIL BLAZERS - LOS ANGELES LAKERS 108-103
Allo Staples Center di Los Angeles si sfidano due delle due squadre più in forma della lega: i Lakers vengono da cinque vittorie consecutive, Portland è a quota sei. Alla fine sorridono i Blazers trascinati da Damian Lillard, autore della migliore prestazione di tutta la notte Nba. Il numero 0 porta letteralmente per mano i suoi segnando 19 (15 negli ultimi 5’) dei suoi 39 punti nel quarto periodo. Per i viaggianti ci sono anche i 22 di Cj McCollum e i 16 con altrettanti rimbalzi di Nurkic. I gialloviola californiani si inchinano nonostante i 21 di Julius Randle e i 19 (anche se con 5/21 dal campo) di Isaiah Thomas.

MILWAUKEE BUCKS - INDIANA PACERS 89-92
Tra Indiana e Milwaukee va in scena una delle partite più equilibrate della notte. Alla fine la spuntano i Pacers che prima inseguono per due tempi, poi si prendono la leadership di una gara che comunque rimane in bilico fino alla sirena conclusiva. Per una sera le stelle Oladipo e Antetokounmpo (14 e 18 punti) assumono le vesti di secondi violini perchè il migliore dei Pacers è Bojan Bogdanovic (29 punti con 9/13 dal campo e 5/7 da tre), mentre per i Bucks ci sono i 26 di Eric Bledsoe.

MEMPHIS GRIZZLIES - SAN ANTONIO SPURS 98-100
Successo casalingo sudato ma fondamentale per San Antonio che rialza la testa dopo che nelle ultime dieci gare aveva vinto appena due volte. Memphis gioca meglio per tre quarti, gli Spurs hanno più energie nello sprint finale e gli ultimi 5’ risultano decisivi per la vittoria dei texani. Del quintetto di Popovich solo Kyle Anderson (11) va in doppia cifra e allora sono necessari i punti in uscita dalla panchina di Parker (23), Bertans (17) e Danny Green (14). Ai Grizzlies non basta Brooks (21 punti) e Marc Gasol che stravince 23-2 la sfida con il fratello Pau.

PHOENIX SUNS - MIAMI HEAT 103-125
Tra le mura amiche dell’AmericanAirlines Arena, Miami va sul velluto con Phoenix. L’equilibrio dura solo un quarto, poi gli Heat cambiano marcia e viaggiano spediti verso la vittoria numero 34 in stagione. Nelle fila dei padroni di casa sono 24 (con 14 rimbalzi) i punti di Hassan Whiteside e 17 quelli del campione d’Europa Goran Dragic. Unica nota lieta nella brutta notte dei Suns è la buona prestazione di Devin Booker che chiude a 31 punti.

ORLANDO MAGIC - UTAH JAZZ 80-94
Utah batte Orlando a Salt Lake City e rimane attaccata al treno playoff. La terza vittoria consecutiva dei Jazz è frutto di una seconda metà di gara in crescendo che non lascia scampo ai Magic, penalizzati da una serataccia al tiro (34.1%). Per i padroni di casa Rudy Gobert fa 21+17 rimbalzi, ma ci sono anche Mitchell e Ingles (19 e 18 punti). Miglior marcatore di Orlando è Nikola Vucevic che accompagna con 12 rimbalzi i suoi 15 punti.

TAGS:
Basket
Nba

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X