Nba, Kyrie Irving è un indiano Sioux: chiamatelo "Piccola Montagna"

Il playmaker dei Boston Celtics è entrato ufficialmente a far parte della tribù nel North Dakota

Nba, Kyrie Irving è un indiano Sioux: chiamatelo "Piccola Montagna"

Uno dei più noti campioni dell'Nba, Kyrie Irving, è entrato ufficialmente a far parte della tribù dei Sioux di Standing Rock, nel North Dakota, un riconoscimento che è anche un tributo alla sua battaglia contro il passaggio dell'oleodotto voluto da Donald Trump all'interno della riserva. Il 26enne playmaker dei Boston Celtics, che non ha mai nascosto le sue radici da nativo americano, si chiamerà "Piccola Montagna".

Nato in Australia e cresciuto nel New Jersey, Irving è legato alla tribù da parte della madre, morta nel 1996 all'età di 29 anni quando il figlio ne aveva appena quattro. Gli avi di Elizabeth Ann Irving erano membri della tribù di White Mountain ma lei fu adottata, nove giorni dopo la sua nascita, da un pastore protestante e da sua moglie.

Kyrie Irving "è stato sempre consapevole della sua eredità e della suo legame con la tribù dei Sioux di Standing Rock", si legge in un comunicato che ricorda come il vincitore del titolo Nba nel 2016 con i Cavaliers di Cleveland sia stato "un sostenitore attivo del movimento NoDAPL che si opponeva al passaggio dell'oleodotto voluto da Trump all'interno della loro riserva, nel North Dakota. Gli 8mila membri della tribù temono che se venissero inquinate le acque del lago Oahe il loro futuro sarebbe segnato, ma il progetto sta andando avanti.

Ora i Sioux sperano che il suo esempio incoraggi altri figli illustri delle loro tribù che furono adottati a riscoprire le proprie radici.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X