Nba: i Warriors triturano gli Spurs

Vittoria netta per Golden State nell'attesa sfida al vertice con San Antonio. Riscatto per i Cavs, ko i Nuggets di Gallinari e i Kings di Belinelli

Nba: i Warriors triturano gli Spurs

Nove gare sono andate in scena nella notte Nba. Nella sfida più attesa tra le due migliori squadre in assoluto i Golden State Warriors hanno distrutto i San Antonio Spurs grazie a 37 punti di Stephen Curry. I Cleveland Cavs battono Minnesota e centrano il primo successo dell'era Lue. Due sconfitte per gli azzurri: 15 punti di Gallinari nel ko di Denver con Atlanta, 4 di Belinelli nella volata persa dai Kings con Charlotte.

La sfida più attesa della notte, quella tra Golden State e San Antonio, le due miglior squadre della Nba record alla mano, è stata ben al di sotto delle aspettative. Sì perchè i Warriors hanno stritolato gli Spurs, senza Tim Duncan, e hanno chiuso il discorso in poco più di due quarti, volando sul +20 a inizio ripresa e finendo con un eloquente 120-90. Altra prestazione magica di Stephen Curry che, in appena 28 minuti, segna 37 punti con 6 su 9 da tre: l'Mvp in carica ha superato quota 10.000 punti in carriera ed è diventato il più giovane di sempre a segnare 1.400 triple.

Serataccia per gli italiani. Danilo Gallinari tira male, 3 su 10 dal campo, e si ferma a 15 punti nella netta sconfitta casalinga dei Denver Nuggets 119-105 contro gli Atlanta Hawks. A Sacramento i Kings perdono una gara incredibile contro gli Charlotte Hornets 129-128 dopo due overtime. Gli ospiti hanno per due volte la chance di vincere ma Kemba Walker sbaglia il libero decisivo alla fine dei regolamentari mentre viene stoppato da Cauley-Stein allo scadere del primo overtime. Nel secondo è invece decisivo Troy Daniels con una delle sue otto triple (8 su 11 dall'arco per 29 punti): Sacramento ha la palla per replicare ma il tiro di Collison esce. A Sacramento, che ha 4 punti da Marco Belinelli, non bastano le incredibili prove di Rondo, 20 assist, e soprattutto Cousins, 56 punti, massimo in carriera, con 12 rimbalzi.

Le altre gare. I Cleveland Cavaliers battono non senza soffrire 114-107 i Minnesota Timberwolves con 25 punti di LeBron James e trovano la prima vittoria con coach Tyronn Lue; Boston asfalta gli Wizards a Washington, 116-91; Miami passa 89-84 a Chicago con 28 punti di Wade; i Rockets vincono 112-111 a New Orleans con 66 punti del duo Harden-Ariza; a Memphis serve un overtime per piegare 108-102 gli Orlando Magic; i Pistons sbancano il campo di Utah con 29 punti di Reggie Jackson.

TAGS:
Nba
Warriors
San Antonio
Gallinari
Belinelli