Nba: i Warriors cadono ancora, bene i Kings di Belinelli

Goldens State perde a Detroit la quarta stagionale, Sacramento batte i Clippers. Gli Hawks stendono i Nets di Bargnani (6 punti)

Nba: i Warriors cadono ancora, bene i Kings di Belinelli

Momento difficile per i Warriors che, a Detroit, perdono la quarta gara stagionale, la seconda nelle ultime tre. I Pistons, nel giorno del ritiro della maglia numero 3 di Ben Wallace, vincono 113-95 nonostante i 38 di Steph Curry. I Kings di Belinelli (7 punti) sbancano 110-103 lo Staples Center di Los Angeles infliggendo ai Clippers il primo ko dopo 10 successi di fila. Solo 6 punti per Bargnani nella sconfitta dei Nets (114-86) ad Atlanta.

I Warriors (37-4) non riescono a pareggiare il miglior record di metà stagione (41 gare disputate su 82) detenuto dai Lakers della stagione 1971-72 e dai Bulls del 1995-96 con 38 vittorie e 3 sconfitte. I Pistons sono riusciti a fermare i campioni in carica Nba con 20 punti a testa di Reggie Jackson e di Kentavious Caldwell-Pope nella notte in cui al 'Palace of Auburn Hills' è stata ritirata la divisa numero 3 di Ben Wallace, giocatore simbolo della squadra che vinse il titolo nel 2004. Detroit resta in corsa per un posto ai playoff mentre Golden State è sempre saldamente al comando a Ovest. Sono 38 i punti messi a segno da Curry con 7 rimbalzi e 5 assist.

Si ferma a 10 la striscia di gare vincenti dei Clippers, sconfitti in casa dai Kings. Marco Belinelli gioca 23 minuti mettendo a referto 7 punti, 4 assist e 4 rimbalzi. DeMarcus Cousins chiude con una doppia doppia da 19 punti e 13 rimbalzi mentre alla franchigia californiana non bastano i 22 punti di J.J. Redick. Paul Millsap, con 21 punti, trascina gli Hawks al successo sui Nets. Brooklyn porta solo tre giocatori (Young, Johnson e Lopez) in doppia cifra mentre Andrea Bargnani chiude la sua prova alla Philips Arena di Atlanta con 6 punti in 10 minuti.

Trentatreesimo ko stagionale dei Lakers, battuti 109-82 dai Jazz alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City. Solo 15 minuti con 5 punti per Kobe Bryant, ancora non al meglio della condizione. Rudy Gobert chiude con 18 punti e altrettanti rimbalzi. Sono 37, infine, i punti messi a segno da uno scintillante Marc Gasol nel successo dei Grizzlies per 103-95 al FedEx Forum di Memphis contro i Knicks.

TAGS:
Nba
Sacramento Kings
Belinelli
Golden State
Warriors
Curry