Nba: Houston, che brividi. Sorride Belinelli contro Atlanta, ma Gallinari si inchina a Portland

I Rockets rischiano la rimonta contro Phoenix. LeBron James trascina Cleveland sui Pelicans. Philadelphia vola, i Clippers vanno ko

Nba: Houston, che brividi. Sorride Belinelli contro Atlanta, ma Gallinari si inchina a Portland

Houston conferma la sua leadership a Ovest nella notte Nba, ma vince soffrendo contro Phoenix 103-104. Cleveland sorride superando New Orleans, 102-107, grazie a LeBron James. Il ko con Denver costa ai Thunder due posizioni in classifica. Sorride Belinelli con Philadelphia nella sfida da ex contro Atlanta. I Clippers di Gallinari devono arrendersi ai Blazers.

PHILADELPHIA SIXERS-ATLANTA HAWKS 101-91

Philadelphia ha la meglio su Atlanta ultima in classifica di Est. I Sixers, privi dell'infortunato Embiid, vincono grazie alla tripla doppia di Ben Simmons (13 punti, 12 rimbalzi e 11 assist), ai 19 punti di Redick e alla doppia doppia di Ilyasova (21 punti e 16 rimbalzi); ha giocato 27' Belinelli, riuscendo a realizzare contro la sua ex squadra 11 punti, 2 rimbalzi e 6 assist. Hawks che subiscono l'ennesimo ko stagionale: Lee fa 20 punti mentre Dedmon realizza una doppia doppia di 11 punti e 15 rimbalzi. Philadelphia è quarta nella Eastern Conference.

LOS ANGELES CLIPPERS-PORTLAND TRAIL BLAZERS  96-105

Successo importante per Portland contro Los Angeles. 11 punti per Danilo Gallinari, Williams ne fa 23 e DeAndre Jordan chiude con una doppia doppia 10 punti e 14 rimbalzi. Sponda Blazers brillano Lillard ,con una doppia doppia di 17 punti e 11 assist, e Nurkic, anch’egli con una doppia doppia (21 punti e 12 rimbalzi). Portland è terza a Ovest.

NEW ORLEANS PELICANS-CLEVELAND CAVALIERS 102-107
New Orleans cede il passo a Cleveland di soli cinque punti dopo un ottimo avvio, ma rimane fatale il terzo quarto. I Pelicans cadono senza mollare un centimetro: Holiday mette a referto 25 punti, invece Davis 16, in 29' Mirotic si mette in evidenza con 20 punti. LeBron James guida i Cavs con una doppia doppia di 27 punti e 11 assist, seguito dai 23 punti di Clarkson e dai 16 di Hood. I Cavs rimangono terzi a Est.

PHOENIX SUNS-HOUSTON ROCKETS 103-104
Successo col brivido per Houston, che ha la meglio su Phoenix di un solo punto, grazie agli ultimi due quarti giocati ad alto ritmo. Ulis brilla tra le fila dei Suns, doppia doppia con 16 punti e 12 assist, Josh Jackson è super con 27 punti, Daniels chiude con 23 ed infine Chriss, autore anch'egli di una doppia doppia (12 punti e 11 rimbalzi). Tali numeri non sono bastati, dall'altra parte Harden ha fatto la voce grossa con l'ennesima doppia doppia, 28 punti e 10 assist, ben supportato da Tucker e Johnson, il primo con 18 punti e il secondo con 16. I Rockets rimangono in testa alla Western Conference davanti a Golden State.

CHICAGO BULLS-ORLANDO MAGIC 90-82

Chicago supera Orlando di otto punti. Torna in campo Markkanen e si vede, infatti il giovane cestista mette a referto 13 punti e 8 rimbalzi, invece Payne e Valentine chiudono a 11 e 6 punti. Brilla anche Felicio, che ha contribuito alla vittoria grazie ai suoi 16 rimbalzi. Non basta a Orlando il top scorer della gara, Gordon, che ha realizzato 18 punti, mentre Vucevic si è reso protagonista con una doppia doppia di 12 punti e 14 rimbalzi.

DENVER NUGGETS-OKLAHOMA THUNDER 126-125

Non torna il sereno in casa Oklahoma, costretta a subire la seconda sconfitta consecutiva, questa volta contro Denver all'overtime. Jokic e Millsap sono stati gli autentici trascinatori dei Nuggets. il primo con una doppia doppia di 23 punti e 16 rimbalzi, il secondo con ben 36 punti. Non è bastato ai Thunder il solito Westbrook, doppia doppia con 33 punti e 12 assist, mentre Carmelo Anthony è tornato sui suoi livelli con 23 punti. Denver è sempre decima a Ovest mentre Oklahoma scivola al sesto posto, sorpassato da Minnesota.

MINNESOTA TIMBERWOLVES-DALLAS MAVERICKS 93-92

Rischia tantissimo Minnesota contro Dallas, che per poco non riesce a rimontare nel quarto quarto. Fantastica doppia doppia per Anthony Towns con 21 punti e 20 rimbalzi, mentre il compagno Crawford realizza 24 punti. Non bastano i 19 punti di Barnes, i 17 di Smith Jr. e i 12 assist di Noel per vincere la gara. I Timberwolves approfittano del passo falso di Oklahoma e la superano in classifica, conquistando la quinta piazza della Eastern Conference.

MEMPHIS GRIZZLIES-UTAH JAZZ 97-107
Non poteva fallire Utah contro Memphis, nonostante la strenua resistenza di quest'ultima. I Grizzlies hanno dato del filo da torcere agli avversari, specialmente grazie a un Marc Gasol in serata di grazia, autore di di 28 punti; oltre allo spagnolo bisogna anche evidenziare i 24 punti in 18' di Brooks. I Jazz non sono stati da meno, infatti sia Mitchell che Exuma superano i 20 punti (22 il primo e 21 il secondo), mentre Ingles fa registrare una doppia doppia con 17 punti e 10 assist. Utah occupa attualmente la settima posizione a Ovest, invece Memphis è sempre penultima.

MILWAUKEE BUCKS-LOS ANGELES LAKERS 124-122

Ottima gara di Los Angeles, che deve arrendersi al primo supplementare, per due punti, a Milwaukee. Doppia doppia per Antetokounmpo con 27 punti e 16 rimbalzi, Middleton invece mette 28 punti a referto, ma la star della partita è Bledsoe con ben 39 punti. Kuzma ha tenuto in vita i Lakers con una doppia doppia di 27 punti e 12 rimbalzi, stesso risultato di Randle (18 punti e 10 rimbalzi), bene anche Lopez con 20 punti e Zubac con 16. I Bucks rimangono ottavi a Est.


TAGS:
Basket
Nba

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X