TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Nba: Houston cade ancora, Golden State prima a Ovest

I Rockets perdono con i Clippers e cedono la leadership ai Warriors

Nba: Houston cade ancora, Golden State prima a Ovest

Nella notte Nba sorpasso in vetta alla Western Conference: senza Chris Paul Houston crolla (128-118) sotto i colpi dei LA Clippers trascinati dal career high di Austin Rivers. Ne approfitta Golden State: batte i Lakers (106-113) trova il primo posto. Belinelli non basta ad Atlanta che a Oklahoma City viene beffata da una tripla di Westbrook a 2" dalla fine (117-120). Milwaukee, Detroit e Miami ok. Vittorie larghe per Brooklyn, Denver e New Orleans.

LOS ANGELES CLIPPERS - HOUSTON ROCKETS 128-118
James Harden fa per la seconda volta consecutiva 51 punti, ma così come avevano perso con i Lakers, i suoi Rockets si arrendono anche all’altra squadra di Los Angeles (sempre orfana di Gallinari). I Clippers espugnano il Toyota Center anche grazie alle prove eccellenti in attacco di Austin Rivers e Lou Williams (36 e 32 punti) e alla presenza sotto canestro di DeAndre Jordan (20 rimbalzi oltre ai 15 punti). Per Houston, avanti per tre quarti e superata solo nell’ultima frazione, pesa l’assenza dell’infortunato Chris Paul.

LOS ANGELES LAKERS - GOLDEN STATE WARRIORS 106-113
I 33 punti di Kevin Durant bastano a Golden State per trovare la vetta della Western Conference. Nel match con i Lakers, i Warriors scappano via nel terzo periodo (+12 all’ultimo riposo). Los Angeles non getta la spugna e produce il massimo sforzo per rientrare in partita trovando addirittura il sorpasso sull’88-89. Il finale però è tutto dei campioni in carica, bravi a sfruttare le ultime energie residue per un ennesimo strappo al quale i Lakers non sanno porre rimedio.

ATLANTA HAWKS - OKLAHOMA CITY THUNDER 117-120
Un ottimo Marco Belinelli (27 punti) non basta ad Atlanta per violare il parquet di Oklahoma City. Peccato per gli Hawks che vanno davvero vicini all’impresa, ma si devono inchinare allo strapotere di Russell Westbrook. La stella dei Thunder non solo sfiora la tripla doppia (30 punti, 15 assist, 7 rimbalzi), ma decide letteralmente la partita quando sul 117 pari si alza da tre e mette la bomba che chiude i giochi a meno di 2” dalla sirena conclusiva.

NEW YORK KNICKS - DETROIT PISTONS 101-104

Dopo lo scivolone di Dallas tornano a vincere i Pistons. Battuti i Knicks colpevoli di uno scellerato finale di gara. A poco più di un minuto dalla fine infatti, Porzingis (29 punti) e compagni sono avanti di 4 lunghezze sul 101-97. New York però improvvisamente smette di segnare e Detroit piazza il mortifero parziale di 7-0 che capovolge le sorti dell’incontro. Sugli scudi Tobias Harris (24 punti), ma buona la prova di tutto il collettivo Pistons che va in doppia cifra con sette uomini.

DALLAS MAVERICKS - MIAMI HEAT 101-113
Vittoria interna per Miami che piega senza grossi problemi Dallas. Ad eccezione di un paio di minuti verso la fine del secondo quarto (terminato sul 53-53), gli Heat sono avanti per tutta la gara. L’allungo decisivo arriva verso la metà dell’ultima frazione quando i Mavericks incassano passivamente il parziale dal quale non riescono più a rientrare. Mvp della serata per Miami la guardia Wayne Ellington (28 punti con 8 su 12 da tre).

WASHINGTON WIZARDS - BROOKLYN NETS 84-119
Brooklyn interrompe il momento negativo con una vittoria facile facile su Washington. Difficile trovare un migliore in casa Nets in cui gira tutto bene. Altrettanto difficile trovare un “meno peggio” nei Wizards che al Barclays Center praticamente non scendono mai in campo. Primo marcatore dell’incontro è Rondae Hollis Jefferson che mette a referto 21 punti accompagnati anche da 11 rimbalzi e 6 assist.

DENVER NUGGETS - PORTLAND TRAIL BLAZERS 102-85
Successo convincente per Denver che espugna con autorità il Moda Center di Portland. Gara mai in discussione per i Nuggets spinti dalle giocate di un Nikola Jokic da 27 punti, 9 rimbalzi e 6 assist.

CHARLOTTE HORNETS - MILWAUKEE BUCKS 104-109

Milwaukee replica al prestigioso successo su Cleveland superando in casa Charlotte. Partita divertente ed equilibrata decisa nel finale quando gli Hornets non segnano più un canestro negli ultimi due minuti e mezzo e i Bucks trovano il mini allungo decisivo. Nella fila dei locali in evidenza Middleton (28 punti) e il solito Antetokounmpo (26). Per gli ospiti il migliore è Kemba Walker (32 punti).

NEW ORLEANS PELICANS - ORLANDO MAGIC 111-97
I Pelicans conducono dal primo all’ultimo minuto e passano sul campo di Orlando. Cousins e Davis fanno il bello e il cattivo tempo sotto canestro, Holiday (24 punti) dà il suo contributo con il tiro dalla media e dall’arco. Esulta New Orleans mentre per i Magic arriva l’ennesima delusione del momento peggiore della stagione.

TAGS:
Basket
Nba
Houston
Golden state

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X