TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Nba: Horford sulla sirena, Boston batte Portland

Sorridono anche Toronto e Milwaukee. Una tripla di Bazemore regala la vittoria agli Hawks di Belinelli

Nba: Horford sulla sirena, Boston batte Portland

Un canestro allo scadere di Al Horford consente a Boston di conquistare con Portland (97-96) la quarta vittoria consecutiva. Successi meno sofferti per Toronto con Memphis (101-86) e per Milwaukee a Brooklyn (109-94). Esultano anche gli Atlanta Hawks di Belinelli che sbancano New York (99-96) grazie a una tripla di Kent Bazemore. Continua la crisi di Oklahoma battuta a domicilio dai Los Angeles Lakers (108-104).

PORTLAND TRAIL BLAZERS - BOSTON CELTICS 96-97
Non ci sono Irving, Morris e Smart e allora ci pensa Al Horford a regalare la vittoria a Boston. Con Portland il lungo biancoverde fa 22 punti e 10 rimbalzi ma soprattutto realizza sulla sirena lo splendido canestro in allontanamento che vale ai Celtics l’ultimo e decisivo sorpasso. I Blazers si inchinano al termine di un match che hanno condotto per larghi tratti e che pensavano di aver vinto a 7” dalla fine quando un gioco da tre punti di Lillard li aveva portati in vantaggio di 1. La magia di Horford però, rovina i piani dei viaggianti e fa esplodere il Td Garden.

MEMPHIS GRIZZLIES - TORONTO RAPTORS 86-101
Successo casalingo per Toronto su Memphis. Grizzlies in partita per tre quarti, ma negli ultimi 12’ i Raptors mettono la freccia e piazzano il parziale che vale la vittoria numero 36 in stagione. Per i canadesi non c’è un marcatore che si distingue: sono 13 i punti di DeRozan, 12 quelli di Valanciunas e poi 15 di Wright e 13 di VanVleet in uscita dalla panchina. Per Memphis invece si segnalano i 20 punti di Marc Gasol che però non bastano ad evitare la terza sconfitta consecutiva.

MILWAUKEE BUCKS - BROOKLYN NETS 109-94

Tutto molto semplice per Milwaukee al Barclays Center di Brooklyn. I Bucks sono avanti ai Nets senza soluzione di continuità dalla palla a due fino alla sirena conclusiva e per Prunty arriva la sesta vittoria su sette partite da head coach. Per una sera Antetokounmpo (16 punti) cede la palma di miglior realizzatore a Eric Bledsoe che chiude a 28, ma è in grande evidenza anche John Henson autore di una prova da 19 punti e 18 rimbalzi.

LOS ANGELES LAKERS - OKLAHOMA CITY THUNDER 108-104
Continua il momento positivo dei Los Angeles Lakers che colgono a Oklahoma City la sesta vittoria in otto partite. Tutto il quintetto gialloviola va in doppia cifra (Lopez 20, Randle 19), mentre per i Thunder il solito Westbrook mette insieme 36 punti, 9 assist e 5 rimbalzi. In casa Okc si tratta della quarta sconfitta di fila che allontana sempre di più le prime della classe della Western Conference.

ATLANTA HAWKS - NEW YORK KNICKS 99-96
Una tripla di Kent Bazemore (19 punti) a 6” dalla fine consente ad Atlanta di espugnare il Madison Square Garden di New York. In una gara molto equilibrata, i Knicks (Porzingis 22 punti) pagano il black out degli ultimi due minuti quando gli Hawks di Belinelli (8 punti) mettono a referto un mortifero 12-3. I padroni di casa hanno a disposizione l’ultimo possesso per pareggiare, ma la preghiera di Tim Hardaway Jr non trova la retina.

CHARLOTTE HORNETS - PHOENIX SUNS 115-100
Grazie a una seconda metà di gara da urlo Charlotte batte Phoenix. Nicolas Batum ne fa 22, ma sono Graham e Lamb (15 punti a testa) che entrano dalla panchina e danno la scossa agli Hornets trascinandoli nella rimonta iniziata nel terzo periodo dal -21 e conclusa nel quarto con il sorpasso. Il massimo in carriera di Josh Jackson (23 punti) non è sufficiente per i Suns che incappano nell’ottava sconfitta nelle ultime nove gare.

TAGS:
Basket
Nba
Hordford
Boston
Portland

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X