Nba: Golden State fa 73, è record di sempre!

I Warriors battono Memphis per 125-104 e chiudono la miglior regular season di ogni epoca: 46 punti per Curry

Steph Curry, foto AFP, Foto AFP

Golden State chiude con il record. Nell'ultima gara della regular season Nba, i Warriors sconfiggono Memphis per 125-104 e aggiornano il loro score a 73-9: è il miglior ruolino di marcia di sempre in Nba, superato il precedente primato dei Bulls 1995-96. Notte da leone per Steph Curry, che firma 46 punti con 15-24 al tiro, pur non giocando l'ultimo periodo. Nel primo turno dei playoff Golden State se la vedrà con gli Houston Rockets.

Come se non bastasse Stephen Curry diventa il primo uomo a superare la pietra miliare delle 400 triple nella storia Nba fermandosi a quota 402. Anche il presidente Obama ha mandato un tweet di congratulazioni ai Warriors: "Un grande gruppo di ragazzi dentro e fuori dal campo. Se qualcuno doveva superare il record dei Bulls sono contento siano stati loro". Notte di storia alla Oracle Arena. Come da copione, gli Warriors chiudono la regular season con il miglior score di sempre superando il record dei Bulls di Michael Jordan: a 20 di distanza è Curry a raccogliere l'eredità di MJ con una prestazione da incorniciare, resa ancor più memorabile dalla scelta di coach Steve Kerr di ridurre a 30 minuti la presenza in campo del fenomeno di Akron. Curry firma 46 punti con 10-19 al tiro da tre e trascina i suoi ad un successo piuttosto agevole, una vittoria che fa entrare Golden State nella leggenda del basket Nba. "E' il miglior modo per chiudere una regular season straordinaria - le parole di Kerr al termine della gara -. Ho semplicemente detto ai miei ragazzi che mai, in vita mia, ho pensato che il record dei Bulls sarebbe stato battuto. Credevo che fosse come il record dei fuoricampo di Joe DiMaggio. Mi sbagliavo, ma adesso dico la stessa cosa: non penso che il nostro record verrà mai battuto. C'è qualcuno che dovrà salire a 74-8. Credo che nessuno ce la farà, e mi auguro che i nostri tifosi non si aspettino l'impresa da parte nostra il prossimo anno".

Ma il record in regular season serve a poco, se poi non arriva l'anello. Dal prossimo fine settimana cominciano i playoff, e Golden State si troverà di fronte i Rockets: Houston è infatti l'ultima squadra a qualificarsi per la post-season grazie al netto 116-81 su Sacramento, che rende peraltro ininfluente il risultato dei Jazz in casa dei Lakers, nella notte di Kobe Bryant. E' Harden il trascinatore con 38 punti e 13-27 dal campo, ora per il 'Barba' c'è l'impresa più difficile: riuscire a mettere in difficoltà Curry e compagni. Golden State, dopo il record, vuole anche il secondo titolo consecutivo.

TAGS:
Basket
Nba
Golden state