Nba: Davis e Holiday fanno paura, New Orleans prima semifinalista a Ovest

Portland annientata dagli 88 punti delle due stelle dei Pelicans. Ben Simmons trascina Philadelphia a Miami, cadono Houston e Oklahoma con Minnesota e Utah

Nba: Davis e Holiday fanno paura, New Orleans prima semifinalista a Ovest

Nella notte arriva il primo verdetto dei playoff Nba: la coppia Davis-Holiday (88 punti in due) trascina New Orleans che batte di nuovo Portland (131-123) e approda in semifinale a Ovest. Vicini al passaggio del turno anche i Sixers di Belinelli che vincono ancora a Miami (106-102), mentre Minnesota ottiene la prima gioia nella serie con Houston (121-105). Va sotto 2-1 invece Oklahoma che cade con Utah (115-102).

PHILADELPHIA SIXERS - MIAMI HEAT 106-102 (3-1)
Philadelphia viola ancora il parquet dell’American Airlines Arena e adesso il pass per la semifinale di Conference è davvero vicino. Belinelli (10 punti) e compagni potrebbero centrare la qualificazione sfruttando il primo match point tra le mura amiche del Wells Fargo Center nella notte tra mercoledì e giovedì. A Miami va in scena una gara-4 avvincente e combattuta: in avvio meglio i Sixers, ma poi gli Heat prendono il controllo delle operazioni approfittando delle tante palle perse (a fine gara sono 27) della squadra ospite. Nel finale la rimonta decisiva di Philadelphia che dimostra, nonostante la giovane età media, di avere la maturità necessaria per far bene in questa postseason. Ai padroni di casa non bastano le prove di Dragic (20 punti) e di Wade (25 punti, 12 nell’ultimo quarto). Tra i Sixers brilla JJ Redick (24 punti) anche se l’mvp è Ben Simmons (17 punti, 13 rimbalzi, 10 assist), il quinto rookie della storia a mettere a referto una tripla doppia in una gara di playoff.

PORTLAND TRAIL BLAZERS - NEW ORLEANS PELICANS 123-131 (0-4)
Game, set e match. In pochi l’avrebbero pronosticato alla vigilia della serie ma i New Orleans Pelicans sono la prima squadra a passare il turno in questi playoff 2018. Tuttavia è un successo più che meritato quello che arriva su Portland, annientata sul piano mentale e del gioco dalla squadra di coach Gentry. Anche in gara-4 lo Smoothie King Center spinge la formazione di casa. Dopo un primo quarto fatto di continui cambi di leadership, i Pelicans prendono il controllo delle operazioni e lo mantengono praticamente per tutto il resto della partita, trascinati dalle prestazioni irreali di Anthony Davis (47 punti e 11 rimbalzi) e Jrue Holiday (41 punti e 8 assist). I Blazers provano con la forza della disperazione a rimanere nella sfida aggrappandosi ai 38 punti di un ottimo McCollum e alla prova solida del resto del quintetto (Aminu 27, Lillard 19, Nurkic 18 e Turner 15), ma alla fine devono inchinarsi a una New Orleans indemoniata che approda in semifinale a Ovest dove, con enormi probabilità, troverà i Golden State Warriors.

HOUSTON ROCKETS - MINNESOTA TIMBERWOLVES 105-121 (2-1)
Minnesota fa valere il fattore campo e ottiene la prima vittoria della serie playoff con Houston. Gara praticamente perfetta quella dei T’Wolves che al Target Center sono sempre avanti nel punteggio, eccezion fatta per due piccole parentesi dei Rockets in avvio di partita e un’altra, da poco più di due minuti, a inizio terza frazione. Jimmy Butler (28 punti) è il migliore tra i ragazzi di Minneapolis nonostante una botta alla caviglia che ha regalato minuti di apprensione a tutto il palazzetto. Assieme all’ex Chicago ci sono Jeff Teague (23) e Andrew Wiggins (20), mentre Karl Anthony Towns chiude con 18 punti (+16 rimbalzi) e un ottimo Derrick Rose ne fa 17 in uscita dalla panchina. Dall’altra parte ci sono i 29 di James Harden e i 17 di Chris Paul coadiuvati dalle doppie cifre dei subentranti Eric Gordon, Gerald Green e Ryan Anderson. Appuntamento con gara-4 fissato per la notte tra martedì e mercoledì: si gioca ancora a Minneapolis.

OKLAHOMA CITY THUNDER - UTAH JAZZ 102-115 (1-2)
Utah batte ancora Oklahoma e si porta in vantaggio in quella che appare come la serie più equilibrata del primo turno. A Salt Lake City gara equilibrata fino all’intervallo lungo, poi nel terzo parziale i Jazz mettono la freccia e i Thunder non riescono a rimanere in scia. La tripla doppia di Ricky Rubio (26 punti, 11 rimbalzi, 10 assist) mette le ali alla formazione di casa che sorride anche grazie ai 22 (+11 rimbalzi) di Donovan Mitchell, ai 18 (+12 rimbalzi) di Rudy Gobert e ai 21 (con 5 triple) di Joe Ingles. A proposito di triple doppie: lo specialista in materia Russell Westbrook la sfiora nuovamente (14 punti, 11 rimbalzi, 9 assist), ma nella sua partita ci sono cattive percentuali al tiro (5/17 dal campo) e ben otto palle perse. Così Oklahoma prova a rimanere nel match appoggiandosi al solito Paul George (23 punti) ma nemmeno lui basta. Gara-4 (tra martedì e mercoledì) sarà fondamentale per il prosieguo della serie: se i Thunder non dovessero vincere la montagna da scalare diventerebbe davvero molto alta.

TAGS:
Basket
Nba
New orleans

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X