Nba: Cleveland ritorna al successo, altro passo falso dei Clippers senza Gallinari

I Cavs passano in casa contro Milwaukee 124-119, LA senza l'azzurro affonda con gli Spurs 120-107

Nba: Cleveland ritorna al successo, altro passo falso dei Clippers senza Gallinari

Grande notte di spettacolo e colpi di scena in Nba. Cleveland ritorna alla vittoria in casa 124-119 contro Milwaukee, a cui non basta i 40 punti di Antetokounmpo. I Clippers senza Gallinari out per infortunio, cadono per la terza volta di fila contro gli Spurs che passeggiano 120-107 a San Antonio. Brutte sconfitte per Washington e Oklahoma contro Dallas e Sacramento che vincono la loro seconda gara in stagione.

Altra notte di grandi emozioni e soprese in Nba con ben 10 gare disputate. Si parte dalla Quicken Loans Arena, la casa di Cleveland, in cui i vice-campioni ritrovano un successo sofferto 124-119 contro Milwaukee. A guidare i Cavs alla vittoria non solo il solito LeBron James da 30 punti che sfiora la tripla doppia, ma anche le migliori prestazioni in stagione di Kevin Love e J.R. Smith, autori rispettivamente di 32 punti e 16 rimbalzi e 20 punti con 5/7 dall'arco. All'intervallo però sono gli ospiti avanti di+2 ma nel secondo tempo Milwaukee si arrende nonostante la prova mostruosa di un incontenibile Antetokounmpo che mette a segno 40 punti tutti da dentro il perimetro. Molto talento ma manca ancora l'esperienza ai Bucks che perdono così la loro quarta partita di fila. Terzo KO consecutivo anche per i Clippers che senza Gallinari ancora out per infortunio si fermano anche a San Antonio. Gli Spurs ancora senza Leonard trionfano 120-107 in una gara mai in discussione. Serata magica da tre punti per i padroni di casa che segnano 15 triple su 28 grazie ai massimi stagionali di Green (24 punti), Gay (22) e Gasolo (19). Il miglior marcatore però resta Aldridge che chiude con 25 punti. L.A. paga le troppe palle perse e un terzo quarto disatroso perso 40-21.

Serata da dimenticare per Washington e Oklahoma che cadono a sorpresa contro Dallas e Sacramento, due tra le peggiori squadre di questo inizio di regular season che vincono la loro seconda partita. I texani battono in trasferta i Wizards 113-99 interrompendo una striscia di sei ko di fila grazie a un dominante Barnes, autore di 31 punti. Washington invece nonostante il ritorno di John Wall colleziona la terza sconfitta nelle ultime quattro. L'altra sorpresa arriva da Sacramento con i Kings che in una pazza partita vincono dopo sette ko consecutivi contro Oklahoma 94-86. Il primo quarto si chiude con un +15 a favore degli ospiti (25-10) e la partita sembra già chiusa. Nel secondo quarto però Sacramento ribalta incredibilmente il punteggio andando al riposo sul 42-41. La situazione emotiva si capolve e i Kings con i 18 punti di Randolph (tutti nel secondo tempo) e i 21 di Hield può finalmente esultare. Sesta sconfitta nelle prime dieci gare per i Thunder a cui non servono i 20 punti di Westbrook. Nelle altre gare da segnalare la vittoria in casa 118-113 di New York trascinata dal solito Porzingis contro Charlotte. Grandi successi esterni per i Pelicans che guidati dalla super coppia Davis-Cousins rimontano Indiana nel secondo tempo e chiudono 117-112 e per Philadelphia che non smette di stupire anche senza un Embiid tenuto a riposo, vince la sua quinta gara di fila 104-97 ai danni degli Utah Jazz. Le altre tre partite vedono i Denver Nuggets vincere 112-104 contro Brooklyn, il facile successo di Toronto 119-114 contro Chicago e il colpo esterno di Memphis che supera di misura 98-97 Portland.

TAGS:
Nba
Basket
Gallinari
Cleveland

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X