Nba, Cavs e Warriors contro Trump

James e Curry in coro: niente visita alla Casa Bianca in caso di vittoria dell'anello

Nba, Cavs e Warriors contro Trump

Monta la polemica dopo che Donald Trump ha cancellato la visita alla Casa Bianca degli Eagles Philadelphia per l'intenzione della maggioranza dei campioni del Superbowl di football di boicottare l'evento perché in disaccordo con il tycoon sulla necessità di stare in piedi durante l'inno nazionale. Oggi Lebron James e Stephen Curry, le stelle di Cleveland e Golden State, le due squadre finaliste del torneo Nba di basket, si sono detti certi che nessuna delle due squadra andrà da Trump, a prescindere da chi vincerà.

Posizione condivisa anche da Kevin Durant, un altro dei fuoriclasse dei Warriors. Lo scorso settembre Trump aveva revocato l'invito ai Golden State, dopo che avevano battuto in finale i Cavaliers di Cleveland, in seguito alle affermazioni di Curry e di altri giocatori, intenzionati a boicottare la cerimonia alla Casa Bianca per le politiche del tycoon.

TAGS:
Basket
Nba
Trump
Golden State
Cleveland

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X